Domenica 18 Aprile 2021 | 19:09

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Lecce, minaccia e maltratta compagna: arrestato 55enne

Lecce, minaccia e maltratta compagna: arrestato 55enne

 
Il settore in crisi
Lecce, così il turismo guarda alla ripartenza estiva

Lecce, così il turismo guarda alla ripartenza estiva

 
Lotta al virus
Covid, a Lecce i pazienti sono seguiti a distanza tramite un'app

Covid, a Lecce i pazienti sono seguiti a distanza tramite un'app

 
l'esposto
Galatina, donna incinta abortisce dopo essere andata in ospedale per controllo e rimandata a casa

Galatina, donna incinta abortisce dopo essere andata in ospedale per controllo e rimandata a casa

 
L'intervento
Muore a 64 anni per emorragia, prelievo multiorgano a Lecce

Muore a 64 anni per emorragia, prelievo multiorgano a Lecce

 
Il caso
La pantera è a Matino: ecco il video

La pantera è a Matino: ecco il video

 
la sentenza
Lecce, omicidio Noemi Durini: condannati genitori di Lucio per diffamazione

Lecce, omicidio Noemi Durini: condannati genitori di Lucio per diffamazione

 
La battaglia
Concessioni balneari, Consiglio di Stato boccia comune di Lecce su proroghe

Lecce, concessioni balneari: non accolta richiesta sospensiva, rinvio all'udienza di merito

 
Nel Salento
Guagnano, partorisce bimba morta: c'è l'inchiesta

Guagnano, partorisce bimba morta: c'è l'inchiesta

 
La richiesta dei genitori
Racale, caso Mauro Romano: «Il presunto rapitore ci paghi 2,5 milioni di dollari»

Racale, caso Mauro Romano: «Il presunto rapitore ci paghi 2,5 milioni di euro»

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari-Palermo: segui con noi la diretta

Bari-Palermo: segui con noi la diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Lecce, minaccia e maltratta compagna: arrestato 55enne

Lecce, minaccia e maltratta compagna: arrestato 55enne

 
BariIl video
Covid, un’automedica per l’Ospedale di Altamura: il dono «mette in moto» la solidarietà

Covid, un’automedica per l’Ospedale di Altamura: il dono «mette in moto» la solidarietà

 
BatIl caso
L'allarme del procuratore Nitti: «La Bat è preda delle mafie»

L'allarme del procuratore Nitti: «La Bat è preda delle mafie»

 
MateraIl virus
Salgono a 9 i paesi in rosso in Basilicata: guardia alta su altri 6

Salgono a 9 i paesi in rosso in Basilicata: guardia alta su altri 6

 
PotenzaIl caso
Franco Pepe, il re della pizza «sbarca» in Basilicata al San Barbato di Lavello

Franco Pepe, il re della pizza «sbarca» in Basilicata al San Barbato di Lavello

 
FoggiaIl caso
Foggia, accoltellato nel ghetto: 3 ferite di striscio a petto, il giovane se la caverà

Foggia, accoltellato nel ghetto: 3 ferite di striscio a petto, il giovane se la caverà

 
BrindisiIl caso
Brindisi, il rush finaledei 5 candidati sindaco

Pressioni su ex dirigente del Comune: indagato il sindaco di Brindisi

 
TarantoIl caso
Taranto, bimba di 4 anni perde la vita per diagnosi in ritardo: condannato pediatra

Taranto, bimba di 4 anni perde la vita per diagnosi in ritardo: condannato pediatra

 

i più letti

Si indaga

Lecce, rogo nel parcheggio dell'ospedale: a fuoco archivi cartelle cliniche 2018-19

Distrutte anche due auto: le fiamme sono divampate giovedì sera tardi

Lecce, rogo nel parcheggio dell'ospedale: a fuoco archivi cartelle cliniche 2018-19

È mistero sulle cause dell’incendio che nella tarda serata di giovedì ha distrutto un’auto e parte dell’archivio dell’ospedale «Vito Fazzi» di Lecce, in piazzetta Muratore.
Saranno gli accertamenti dei vigili del fuoco e dei carabinieri a chiarire se sia sia trattato di un episodio accidentale oppure no.
L’allarme alla centrale operativa dei pompieri è arrivato intorno alle 22.30: sono stati gli stessi autisti della Asl a informare i soccorritori che era in corso un incendio di vaste dimensioni.
In pochi minuti dal comando provinciale di viale Grassi sono partite due squadre: nonostante il buio della notte una fitta nube di fumo si poteva scorgere da lontano.


Le fiamme si sono originate da una Volkswagen Tuareg, utilizzata da un dipendente della Asl, autista in servizio durante il turno di notte. L’auto è stata completamente distrutta, e gravemente danneggiata è stata anche l’auto parcheggiata accanto, una Dacia Duster, sempre di proprietà di un impiegato dell’azienda sanitaria.
Ma il fuoco si è propagato ulteriormente, sino ad arrivare all’archivio.
Nel locale, di ampie dimensioni, erano conservate le cartelle cliniche dei pazienti. Fortunatamente, la maggior parte della documentazione presente nello stabile non ha subito danni.


Ma le cartelle relative alle degenze degli anni 2018 e 2019 sono state parzialmente distrutte.
L’intervento dei vigili del fuoco è stato fondamentale, perchè ha evitato che tutto il carteggio venisse irrimediabilmente perso.
Il lavoro dei pompieri, però, è stato tutt’altro che facile: al loro arrivo, infatti, la nube di fumo nero era talmente fitta e densa che era impossibile vedere anche a breve distanza cosa stesse accadendo.
Una squadra, infatti, ha lavorato all’esterno, e una volta che la visibilità lo ha consentito un altro gruppo si è concentrato sull’archivio.
Come detto, l’intervento tempestivo ha evitato che venissero distrutte tutte la cartelle.
Ma i vigili del fuoco hanno lavorato a lungo e senza sosta, fino alle sei del mattino.
Dopo che il rogo è stato spento, i pompieri hanno effettuato i rilievi per chiarire le circostanze in cui si è verificato l’incendio.
Nella notte si è recato sul posto il direttore medico della Asl Osvaldo Maiorano, per rendersi conto di cosa fosse accaduto e della gravità del danno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie