Giovedì 28 Maggio 2020 | 03:39

NEWS DALLA SEZIONE

La tragedia
Il cantiere del gasdotto

Pisignano, operaio 35enne muore schiacciato da tubo in gasdotto: cantiere sequestrato

 
L'INTERVISTA
Lecce, a un anno dall'elezione il bilancio di Salvemini: dai buoni spesa alle grandi opere, il Covid non ferma il Comune

Lecce, a un anno dall'elezione il bilancio di Salvemini: dai buoni spesa alle grandi opere, il Covid non ferma il Comune

 
nel salento
Coronavirus, ecco gli orrori della rsa di Soleto. La Regione: «Chiudere»

Coronavirus, ecco gli orrori della rsa di Soleto. La Regione: «Chiudere»

 
La decisione
Soleto, «La Fontanella» verso la chiusura: Regione revoca autorizzazione Rsa

Soleto, «La Fontanella» verso la chiusura: Regione revoca autorizzazione Rsa

 
il rogo
Fiamme divorano vegetazione a S.Cesarea Terme e vanno verso il mare: richiesto intervento Canadair

Incendi in Salento, vigili del fuoco domano fiamme con canadair VIDEO

 
nel salento
Copertino, riapre l'Ospedale sia pure fra luci e ombre

Copertino, l'ospedale riapre i ricoveri fra luci e ombre

 
Il rilancio del turismo
OTRANTO

La bellezza di Otranto d'estate in totale sicurezza: lo spot con Lele Spedicato

 
Festa
VIDEO EMMA MARRONE

Buon compleanno Emma Marrone: e si canta da sola il «Tanti auguri»

 
ripartenza
Fase 2, è via libera, ma in Salento riapre solo un lido a Gallipoli

Fase 2, è via libera, ma in Salento riapre solo un lido a Gallipoli Pulsano, sindaco rinvia apertura spiagge libere

 
L'INTERVISTA
Lecce, parla il questore: «Giovani indisciplinati, potenzieremo i controlli»

Lecce, parla il questore: «Giovani indisciplinati, potenzieremo i controlli»

 
Sanità
Ospedale di S. Giuseppe

Copertino, parte domani la rinascita dell’ospedale Greco

 

Il Biancorosso

calcio
Bari, il difensore Perrotta: «Chiediamo chiarezza sul prosieguo del torneo»

Bari, il difensore Perrotta: «Chiediamo chiarezza sul prosieguo del torneo»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiLutto
Brindisi piange la scomparsa si «Mestru Roc», tra i primi meccanici della provincia

Brindisi piange la scomparsa si «Mestru Roc», tra i primi meccanici della provincia

 
Battragedia sfiorata
Barletta, misterioso agguato, 30enne ferito a colpi di pistola alla coscia e braccio

Barletta, misterioso agguato, 30enne ferito a colpi di pistola alla coscia e braccio

 
Potenzafase 2
Basilicata economia, 53 milioni per microimprese e turismo

Basilicata economia, 53 milioni per microimprese e turismo

 
BariLa decisione
Salvataggio Popolare Bari, via libera del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi con 1,17 miliardi

Salvataggio PopBari, via libera del Fondo interbancario con 1,17 miliardi

 
MateraLavori pubblici
Matera, sicurezza stradale: nuovo intervento Anas sulla «Basentana»

Matera, sicurezza stradale: nuovo intervento Anas sulla «Basentana»

 
Tarantofase 2
Taranto, più controlli anti-assembramento: vertice in prefettura con le forze dell'ordine

Taranto, più controlli anti-assembramento: vertice in prefettura con le forze dell'ordine

 
Foggiafase 2
Foggia, vietato mangiare e bere all'aperto: arriva ordinanza anti-assembramenti

Foggia, vietato mangiare e bere all'aperto: arriva ordinanza anti-assembramenti

 
LecceLa tragedia
Il cantiere del gasdotto

Pisignano, operaio 35enne muore schiacciato da tubo in gasdotto: cantiere sequestrato

 

i più letti

Il ritrovamento

Lecce, scoperto l'arsenale del clan: sequestrati kalashnikov e pistole

Il kalashnikov e le pistole avevano tutti la matricola abrasa: ma soprattutto erano in ottimo stato e perfettamente funzionanti

Lecce, scoperto l'arsenale del clan: sequestrati kalashnikov e pistole

LECCE - Un poliziotto fa footing e scorge due individui sospetti nei pressi di un casolare abbandonato. Presenze che hanno richiesto una verifica immediata. E così è stato scoperto un borsone con un piccolo arsenale. C’erano un kalashnikov e tre pistole, tutti perfettamente funzionanti, già carichi e pronti all’uso. Le armi sono state rinvenute domenica sera.

La scoperta - come si diceva - è avvenuta all’interno di un casolare abbandonato, nei pressi della strada che collega Lecce a San Cataldo. È lì che un agente ha notato due uomini, quasi certamente di origini straniere, intenti a scavalcare il muro di recinzione di una masseria diroccata. Avevano con sé un borsone di colore nero, di grosse dimensioni. Il poliziotto ha immediatamente allertato i propri colleghi. Sul luogo, nel giro di alcuni minuti, sono giunti gli agenti della squadra mobile coordinati dal vicequestore Alessandro Albini. All’arrivo dei poliziotti i due individui non c’erano più. S erano allontanati a bordo di uno scooter dopo aver abbandonato il borsone.
L’attenzione degli investigatori si è soffermata subito sul borsone. È stato ispezionato e sono saltate fuori le armi che sono state subito sequestrate. Del ritrovamento è stato informato il pubblico ministero di turno. E su disposizione del magistrato le sono state consegnate ai laboratori della Polizia di Stato per chiarire se siano state utilizzate di recente in qualche episodio criminale.

Attraverso le videocamere di sorveglianza installate nelle vicinanze, inoltre, si sta cercando di risalire al numero di targa e al modello del veicolo usato per la fuga dai malviventi.
Appena 24 ore prima, sempre in città, è stato rinvenuto e sequestrato un altro kalashnikov, all’interno del campo sosta “Panareo”. Arma tipica delle azioni della malavita organizzata. Ed è quello l’ambito verso il quale sono indirizzate le indagini degli agenti della squadra mobile.
Il kalashnikov e le pistole avevano tutti la matricola abrasa: ma soprattutto erano in ottimo stato e perfettamente funzionanti.
Secondo gli investigatori, è probabile che i due sconosciuti avessero lasciato le armi in un posto sicuro per nasconderle e riprenderle all’occorrenza, magari in occasione di qualche azione criminale. Oppure è possibile anche che fossero destinate a qualcun altro.
Ad ogni modo i poliziotti stanno lavorando incessantemente per cercare di risalire agli utilizzatori delle armi.
Questa mattina, invece, verrà interrogato Agim Saiti, il 21enne nativo di Messina arrestato dalla polizia in seguito al ritrovamento di un kalashnikov nel campo Panareo. Il giovane comparirà davanti al giudice per le indagini preliminari Giovanni Gallo alla presenza dell’avvocato Massimo Bellini. I poliziotti erano intervenuti nel campo rom dopo la segnalazione di colpi di arma da fuoco che erano stati esplosi all’interno dell’insediamento. Sopralluogo e indagini hanno consentito di sequestrare l’arma e far scattare l’arresto. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie