Martedì 17 Settembre 2019 | 04:24

NEWS DALLA SEZIONE

La tragedia
Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

 
incidente sul lavoro
Aradeo, cede il cric: meccanico schiacciato da tir, è grave

Aradeo, cede il cric: meccanico schiacciato da tir, è grave

 
Sulla circonvallazione
Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

 
La tragedia
Veglie, auto piomba su una bici: morto cicloturista belga

Veglie, auto piomba su una bici: morto cicloturista belga
Conducente era drogato

 
indagine nel Leccese
Trepuzzi, a 9 anni palpeggiata da anziano negoziante: arrestato

Trepuzzi, a 9 anni palpeggiata da anziano negoziante: arrestato

 
Il progetto
«Resilienza a domicilio»: l'associazione salentina 2HE porta gli psicoterapeuti nelle case dei malati di Sla

«Resilienza a domicilio»: l'associazione salentina 2HE porta gli psicoterapeuti nelle case dei malati di Sla

 
L'allarme
Gallipoli senza turisti e senza residenti: centro storico verso la desertificazione

Gallipoli senza turisti né residenti: centro storico verso la desertificazione

 
L'inchiesta
Salento, a 15 anni insulti e botte a scuola: indagati 4 bulli, anche una ragazzina

Salento, a 15 anni insulti e botte a scuola: indagati 4 bulli, anche una ragazzina

 
All'Ecotekne
Lecce, principio di incendio nella facoltà di Giurisprudenza: nessun ferito

Lecce, principio di incendio a Giurisprudenza: nessun ferito

 
In via vecchia carmiano
Lecce, vandali di notte nel centro disabili: gravi danni alla struttura

Lecce, vandali di notte nel centro disabili: gravi danni alla struttura

 
nel Leccese
Scorrano, intero centro sportivo costruito senza autorizzazioni: denunciata una donna

Scorrano, intero centro sportivo costruito senza autorizzazioni: denunciata una donna

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari pensa in grande, la Reggina per volare

Bari pensa in grande, la Reggina per volare

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLotta alla droga
Cagnano Varano, spunta piantagione di 100 piante di marijuana: arrestato 56enne

Cagnano Varano, spunta piantagione di 100 piante di marijuana: arrestato 56enne

 
BariIl bando
Servizio civile all'Università di Bari: 118 posti per giovani volontari

Servizio civile all'Università di Bari: 118 posti per giovani volontari

 
MateraNel Materano
Frana Pomarico, Bardi: «In arrivo un piano specifico per le nuove case»

Frana Pomarico, Bardi: «In arrivo un piano specifico per le nuove case»

 
Tarantonel tarantino
Manduria, operai sfruttati e sottopagati: sospesa attività caseificio, 3 denunce

Manduria, operai sfruttati e sottopagati: sospesa attività caseificio, 3 denunce

 
LecceLa tragedia
Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

 
BatL'evento
Andria, la festa patronale si chiude con Avitabile e l'Orchestra Popolare Notte della Taranta

Andria, la festa patronale si chiude con Avitabile e l'Orchestra Popolare Notte della Taranta

 
PotenzaLa challenge
Avigliano, avvistata «Samara» nella notte: è arrivata in Basilicata

Avigliano, avvistata «Samara» nella notte: è arrivata in Basilicata

 
BrindisiL'omicidio
Brindisi, 19enne ucciso con 3 colpi alla testa: domani i funerali

Brindisi, 19enne ucciso con 3 colpi alla testa: oggi i funerali

 

i più letti

I roghi

Ugento, Parco costiero devastato dalle fiamme: «Distruggono la nostra Amazzonia»

«Mai visti tanti roghi come in questa estate», dice il presidente della protezione civile. Molti incendi sono dolosi. L’allarme del naturalista

Incendi, sul Gargano a fuoco boschi e macchia mediterranea

LECCE - Un incendio distrugge tre ettari di area protetta. Il rogo è scoppiato intorno alle 12 di ieri tra Torre San Giovanni e Torre Mozza, in località Fontanelle, in pieno parco «Litorale di Ugento». È stato interessato il canneto intorno al bacino. Sul posto i vigili del fuoco di Gallipoli e i volontari della protezione civile di Ugento, che in circa tre ore hanno domato le fiamme. Solo l’ultimo di una lunga serie di incendi che ha interessato il territorio nell’estate 2019. Si è registrato un picco rispetto alla media degli ultimi anni: solo i volontari della protezione civile hanno eseguito più di 100 interventi. «In otto anni alla guida dell’associazione - spiega il presidente, Tiziano Esposito - non ho mai registrato così tanti interventi, a dimostrazione che la situazione ambientale nell’intero Salento sta cambiando. A farla da padrona, sicuramente, è l’abbandono degli uliveti a causa della Xylella. Circa il 70 per cento degli incendi ha riguardato campi di ulivi ormai completamente secchi. Si sta procedendo verso una desertificazione totale. Complice anche la politica, rimane poco tempo per cercare di salvare il salvabile». Quasi tutti gli incendi, continua Esposito, sono dolosi. «Considerata la grande quantità di acqua che ogni albero richiede, molto spesso si opera sul confine cercando di limitare la propagazione e poi, dopo, nelle aree centrali, sugli alberi ancora vivi». Si combatte anche contro il grande caldo: «Quattro o cinque interventi in breve tempo e nelle ore più calde mettono a dura prova ogni operatore, ma il gioco di squadra permette, anche nelle situazioni più estreme, di avere la meglio. Pur essendo volontari, la passione e la determinazione ci fanno operare con tenacia e caparbietà». L’associazione è spesso intervenuta anche nei paesi vicini: si contano interventi a Racale, Melissano e Alliste. «Un enorme grazie va a tutti volontari, circa 30, che sacrificano tempo e ferie per una causa comune».

Sull’incendio di ieri interviene anche il naturalista Roberto Gennaio, esperto conoscitore del parco naturale di Ugento. «Sta bruciando, anzi stanno bruciando la nostra Amazzonia. Non ci si rende conto che Ugento ha un volano in più per l’economia locale. Se non ci fosse questo paesaggio così variegato e pregevole, sarebbe uguale a tanti altri paesi rivieraschi. Mi spiace che, dopo tanti anni dall’istituzione del Parco, dopo tante ricerche, dopo la scoperta di nuove orchidee dedicate a Ugento per sensibilizzare opinione pubblica e amministratori, tutto rimanga uguale. Quando avremo perso quello che oggi stiamo sfruttando selvaggiamente, forse ce ne renderemo conto. Abbiamo tecnologie a basso costo per monitorare l’ambiente, con possibilità di creare anche posti di lavoro, ma la tutela del Parco non è una priorità e le sue ricchezze sono solo per pochi, che le sfruttano per interessi personali».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie