Domenica 07 Agosto 2022 | 18:27

In Puglia e Basilicata

Ambiente

Strana pioggia gialla a Soleto: Procura al lavoro

Lecce, una strana pioggia gialla «macchia» Soleto: Procura al lavoro

Campionamenti e rilievi fotografici: attesa per l’esito delle analisi

14 Novembre 2018

Linda Cappello

SOLETO - La Procura accende un faro sulla pioggia gialla caduta nei giorni scorsi a Soleto. Gli inquirenti si sono mossi in seguito alle segnalazioni fatte dagli agenti della polizia municipale, che hanno raccolto le preoccupazioni dei cittadini. Lo strano fenomeno, non associato a precipitazioni atmosferiche, ha fatto sì che sulle auto parcheggiate lungo le strade, nei cortili, sui balconi delle case, ma anche sugli abiti di qualche passante, siano state trovate delle macchie gialle, particolarmente difficili da togliere. Proprio come se dal cielo fosse caduta una pioggia «sulfurea».
Il fenomeno è stato notato specialmente dai residenti di via Galatina, alla periferia del paese.
Della vicenda è stato informato il procuratore aggiunto Elsa Valeria Mignone, che ha subito avviato gli accertamenti per capire di cosa si tratti.

Lunedì mattina si è recato sul posto un ingegnere nominato dalla Procura, insieme con i carabinieri del Corpo forestale e i vigili urbani: sono stati effettuati campionamenti e rilievi fotografici. Ieri gli agenti della polizia municipale, agli ordini del comandante Gaetano Congedo, hanno consegnato nelle mani del magistrato una dettagliata relazione sull'accaduto.
Al momento, l'unica spiegazione plausibile è che la polvere si sia condensata e per colpa dell'umidità sia caduta sotto forma di gocce.

Sarà fondamentale, adesso, capire di che tipo di sostanza si tratti: per questo bisognerà attendere l'esito degli esami di laboratorio.

Il fenomeno della pioggia gialla sta tenendo in ansia gran parte della popolazione, preoccupata dal fatto che la presenza delle polveri nell'aria possa essere una spia dell'inquinamento.
Il comune di Soleto, del resto, al pari di altri centri della zona di Galatina, da anni lamenta l’esposizione ad agenti inquinanti, vista la presenza nel circondario di insediamenti industriali. Proprio in quest’area, che comprende diversi comuni, si registrano picchi di ammalati di tumore tra i più alti della provincia.
Nel novembre dello scorso anno, alcuni residenti denunciarono il fatto che dal cielo pioveva terra rossa. Anche all'epoca furono avviate le indagini, da parte sia dei carabinieri della locale stazione che dai tecnici dell'Arpa. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

EDITORIALI

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725