Lunedì 12 Novembre 2018 | 23:33

NEWS DALLA SEZIONE

Il colpo in banca
Lecce, ripulita BNL in centro: ladri fuggiti lasciano banconote a terra, forse allarme guasto

Lecce: malviventi aprono cassette BNL in centro, forse allarme danneggiato

 
Lecce
Rock e beat ispirato ai Beatles: esce Now & Then, nuovo video dei salentini The Orange Grapefruit

Rock e beat ispirato ai Beatles: esce Now & Then, nuovo video dei salentini The Orange Grapefruit

 
L'ultimo saluto
Scoppio in fabbrica fuochi d'artificio, i funerali di Gabriele

Scoppio in fabbrica fuochi d'artificio, i funerali di Gabriele

 
Il caso
Pulmino negato al figlio autistico, comune Taurisano nega

Pulmino negato al figlio autistico, comune Taurisano nega

 
Tragedia sfiorata
Lecce, voleva farla finita sotto un treno: salvato da Polfer

Lecce, voleva farla finita sotto un treno: salvato da agente Polfer

 
Ad Aradeo
Lecce, arrestata ladra di biciclette: le caricava di nascosto in auto

Lecce, arrestata ladra di biciclette: le caricava di nascosto in auto

 
La scomparsa
Lecce, è morto l'ex eurodeputato Baldassarre (FI): stroncato da un infarto

Lecce, è morto l'ex eurodeputato Baldassarre (FI): stroncato da un infarto

 
La tragedia
Esplode la fabbrica di fuochi: «Tutti esperti e diligenti. È stata una fatalità»

Esplode la fabbrica di fuochi: «Tutti esperti e diligenti. È stata una fatalità»

 
Operazione dei Cc
Smantellata rete spaccio nel Leccese:5 arresti, sequestrati 10 chili droga

Smantellata rete spaccio nel Leccese: 5 arresti, sequestrati 10 chili droga

 
Questa mattina
Lecce, falso allarme bomba per valigia abbandonata per strada

Lecce, falso allarme bomba per valigia abbandonata per strada

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

I lavori nel Salento

Tap, partita dal porto di Brindisi nave per avvio cantiere

Si occuperà dell’analisi dei fondali al largo di San Foca

no tap

Ha lasciato il porto di Brindisi alle 14 la nave Adhemar D/Snt Venant che dovrà occuparsi dell’analisi dei fondali al largo di San Foca e che quindi è pronta ad avviare di fatto il cantiere Tap nelle acque pugliesi.
Sul posto non vi sono stati disordini o proteste: inaccessibile, del resto, perchè chiusa, la banchina a cui era attraccata la nave, che si trova al di là di un varco doganale. La partenza è stata comunicata alla Capitaneria di porto di Brindisi ed è avvenuta senza problemi di sorta.

QUESTA MATTINA DIATRIBA CON UN PROPRIETARIO TERRIERO - Il proprietario del terreno accanto a quello dove dovrà essere realizzato il terminale di ricezione del gasdotto Tap a Melendugno, si è opposto all’ingresso dei camion della multinazionale, sostenendo che sia scaduto il contratto con cui ha dato in affitto i suoli. Il proprietario del terreno è lo stesso di masseria del Capitano a Melendugno dove sono stati messi a dimora parte dei 477 ulivi espiantati da Tap per realizzare le opere del gasdotto a terra. Il terreno su cui viene impedito l’accesso ai camion è adiacente alla masseria.

I lavori per rendere la strada accessibile ai mezzi sull'area dove sorgerà il terminale non si sono mai bloccati, nemmeno per un minuto. Il proprietario del terreno ha avvertito le forze dell’Ordine che non avrebbe fatto entrare nessuno. Sul posto sono intervenuti carabinieri, vigili urbani e polizia. Non ci sono rappresentanti del comitato 'No Tap'. Alla multinazionale risulta, tuttavia, che il contratto di affitto non sia scaduto. La strada in costruzione servirà per avere un accesso diretto alla viabilità pubblica.

«Tap ha un regolare contratto di affitto e annesso diritto di utilizzo della strada privata per raggiungere i terreni di sua proprietà dove sarà realizzato il Prt», cioè il terminale di ricezione del gasdotto che dall’Azerbaijan approderà sulle coste di Melendugno. La multinazionale lo precisa dopo che è stato impedito l’accesso ai mezzi di Tap da parte del proprietario dei terreni che portano alla zona dove sarà realizzato il Prt. Il proprietario dei terreni in questione, e della adiacente masseria del Capitano, ha bloccato due camion sostenendo che sia scaduto il contratto con cui ha dato in affitto i suoli.
Tap precisa che «sono regolarmente in corso i lavori per costruire il Prt perché in queste ore si sta creando, su terreni di proprietà di Tap, una strada provvisoria di accesso, che raggiungerà una strada comunale e una provinciale, per consentire l’accesso autonomo dei mezzi che altrimenti dovrebbero passare per masseria del Capitano».
Questo secondo accesso, precisa la multinazionale, «era già previsto e non dipende da quanto sta succedendo oggi, ma riguarda una modalità di accesso più agevole ai luoghi di lavoro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400