Venerdì 14 Agosto 2020 | 07:30

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

serie c

Bari, la sfida di Antenucci: «Proviamo a vincerle tutte»

Bari, la sfida di Antenucci: «Proviamo a vincerle tutte»

L'attaccante parla a tutto campo

Il campionato del Bari è cominciato ed è proseguito nel suo segno. Mirco Antenucci è stato acquistato per essere il top player dei biancorossi e ha dimostrato sul campo le sue qualità. Tecniche, umane, da uomo squadra. Il girone di andata si era aperto con il suo gol su rigore alla Sicula Leonzio, è proseguito con altre dodici perle che hanno puntualmente portato punti in cascina (con la sola eccezione del gol alla Viterbese, avversario di domenica prossima), si è concluso con gli assist e le giocate determinanti sciorinate a Caserta. A 34 anni suonati, il bomber di Termoli è stato una garanzia. Scontato che il Bari riparta principalmente da lui, in attesa di scoprire che cosa possa regalare il mercato.

«Al 2020 chiedo principalmente di continuare sulla falsariga dello scorso anno: di riprendere dai 14 risultati utili di fila. Un dato che testimonia la forza della nostra squadra, la coesione di un gruppo cresciuto nel tempo, malgrado le difficoltà incontrate in avvio. La società sicuramente sa dove operare sul mercato. L’importante, però, è che chiunque dovesse venire sappia di trovarsi in uno spogliatoio sano e in una squadra ricca di qualità, nella quale c’è concorrenza ogni settimana per un posto. Perciò, servono compagni disposti ad aiutare il Bari, a metterci l’atteggiamento e la concentrazione giusta pur di aiutare questa grande piazza ad uscire da una categoria che non merita».

Il torneo riparte dopo quattro settimane di sosta. Facile intuire che le incognite non mancheranno. «Ma noi abbiamo ripreso con grande determinazione», assicura Antenucci. «Ci siamo ripresentati in sede in condizioni perfette, con il vantaggio che ora ci conosciamo meglio ed applichiamo con maggiore sicurezza quanto chiede il mister. Non ci sono alibi. Domenica ci aspetta una gara tosta: all’andata la Viterbese mi ha impressionato, anche se adesso il Bari è molto cambiato rispetto a quel match».

La sfida sarà provare ad acciuffare la Reggina capolista e avanti di dieci lunghezze. «Dobbiamo pensare a fare il nostro campionato, vincere le partite, sperare che loro perdano qualche punto», dichiara Antenucci. «Lo scontro diretto non è lontano: dobbiamo tentare di vincere le tre gare che separano dal confronto in Calabria e poi provare a dare tutto in quel match. La realtà, purtroppo, è che punti alla mano il destino sul primo posto non è nelle nostre mani. Noi possiamo soltanto provare a vincere sempre e vedere che cosa accadrà».

Sul piano personale, l’attaccante abruzzese riparte da 13 gol che, se replicati, macinerebbero una serie di record. Senza dimenticare la sfida per il titolo di capocannoniere con il reggino Corazza che lo precede di una sola marcatura. «A un attaccante si chiede di fare gol, ma siamo pur sempre la parte finale di un’organizzazione», rileva Antenucci. «Se la squadra funziona bene, abbiamo più possibilità di segnare e quindi di agevolare l’intero complesso a raggiungere risultati. Ai record, però, non ho mai pensato. Il mio primato di reti risale all’annata di Ascoli (nel 2009,10, ndc) con 24 centri, in serie B. Migliorarlo farebbe piacere, ma non un’ossessione. Così come non guardo la classifica marcatori. Io sono qui per vincere, non per traguardi individuali. Perciò, voglio arrivare prima della Reggina, non di Corazza. L’intesa con Simeri? È un particolare che rende tutti orgogliosi. Perché dietro c’è un grande lavoro: prove reiterate in allenamento, schemi mandati giù a memoria con grande applicazione. Dà soddisfazione, quindi, raccogliere risultati. Ma è un discorso generale che riguarda lo spirito del nostro gruppo, non soltanto me e Simone. Tutti vogliamo aiutare il Bari a riprendere le categorie che spettano di diritto a questa città così appassionata».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

Bari, un altro giorno di rinvii

Bari, un altro giorno di rinvii: torna in quota solo il...

 
Vivarini, Auteri e i «due» Bari

Vivarini, Auteri e i «due» Bari: grandi cambi o tanta f...

 
Fatti il Napoli, tocca al Bari. Vivarini più fuori che dentro

Fatto il Napoli, tocca al Bari. Vivarini più fuori che ...

 
Vivarini attende, Scala in bilico. Avanza Auteri: altre novità in vista

Vivarini attende, Scala in bilico. Avanza Auteri: altre...

 
Troppi over, il Bari col bisturi  taglio chirurgico a ogni arrivo

Troppi over: il Bari col bisturi, taglio chirurgico a o...

 
Bari, scattato il conto alla rovescia presto un summit fra i De Laurentiis

Bari, scattato il conto alla rovescia: presto un summit...

 
La C del Bari sarà da brividi grandi firme nel girone Sud

La C del Bari sarà da brividi: grandi firme nel girone ...

 
Bari, Vivarini in stand by e ora vacilla anche Scala

Bari, Vivarini in stand by e ora vacilla anche Scala