Domenica 15 Dicembre 2019 | 09:27

NEWS DALLA SEZIONE

Via 53mila persone
Bomba day

Brindisi, evacuazione all'alba per bomba-day: città deserta, artificieri Esercito al lavoro

 
sindacato giornalisti
Congresso Assostampa Puglia: Martellotta rieletto presidente fino al 2023

Congresso Assostampa Puglia: Martellotta rieletto presidente fino al 2023

 
serie a
Tonfo del Lecce: a Brescia finisce 3-0 FOTO

Tonfo del Lecce in trasferta: a Brescia finisce 3-0 FOTO

 
La vicenda
Popolare Bari, sindacati e consumatori: tutelare 3mila lavoratori e 70mila azionisti

Popolare Bari, sindacati e consumatori: tutelare 3mila lavoratori e 70mila azionisti
Dalle aziende al Bari calcio: 7 indagini

 
criminalità
Bari, comandante provinciale cc: «Reati in flessione, città più sicura»

Bari, comandante provinciale cc: «Reati in flessione, città più sicura»

 
nel Foggiano
Manfredonia, barche «in regola», ma senza controlli: arrestati 4 militari Capitaneria

Manfredonia, barche risultavano «in regola»: arrestati 2 militari Capitaneria, 27 indagati

 
il siderurgico
Mittal, da oggi stop ad Altoforno 2, un mese per smaltire il residuo

Mittal, da oggi stop ad Altoforno 2, un mese per smaltire il residuo

 
la denuncia
Lecce, ex poliziotto su Facebook: «Accoltellato dalla mia ex moglie»

Lecce, ex poliziotto su Facebook: «Accoltellato dalla mia ex moglie»

 
assoluti
Nuoto, Pilato e Di Liddo reginette dei 100 rana e farfalla

Nuoto, Pilato e Di Liddo reginette dei 100 rana e farfalla

 
nel Foggiano
Lucera, spararono a 18enne in centro davanti ai passanti indifferenti: 3 arresti

Lucera, spararono a 18enne in centro davanti ai passanti indifferenti: 3 arresti

 
L'inchiesta
Venduti migliaia di quadri falsi di Nino Caffè in tutta Italia: indagini a Bari, 23 rinviati a giudizio

Bari, falsi quadri Nino Caffè venduti in tutta Italia: 23 a processo

 

Il Biancorosso

serie c
Bari: senza Di Cesare e Scavone, a Caserta per chiudere l'andata in bellezza

Bari: senza Di Cesare e Scavone, a Caserta per chiudere l'andata in bellezza

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiVia 53mila persone
Bomba day

Brindisi, evacuazione all'alba per bomba-day: città deserta, artificieri Esercito al lavoro

 
GdM.TVAllarme bomba
Bari, borsone sospetto su  panchina davanti alla stazione: traffico bloccato, zona transennata

Bari, borsone sospetto su panchina davanti alla stazione: traffico bloccato, zona transennata

 
Leccenel Leccese
Lizzanello, colpi di pistola contro vetrina parrucchiere: indagano i cc

Lizzanello, colpi di pistola contro vetrina parrucchiere: indagano i cc

 
Tarantosulla SS 106
Taranto, guida ubriaco con 200 stecche di sigarette nel portabagagli: denunciato

Taranto, guida ubriaco con 200 stecche di sigarette nel portabagagli: denunciato

 
Foggianel Foggiano
Manfredonia, barche «in regola», ma senza controlli: arrestati 4 militari Capitaneria

Manfredonia, barche risultavano «in regola»: arrestati 2 militari Capitaneria, 27 indagati

 
Materanel Materano
Base logistica mafia lucana a Bernalda: un altro fermo

Base logistica mafia lucana a Bernalda: un altro fermo

 
Batil caso
Bat, concorso funzionari ex Provincia: c'è l'ombra di una parentopoli

Bat, concorso funzionari ex Provincia: c'è l'ombra di una parentopoli

 
HomeMaltempo in Basilicata
Lauria, vento spazza via tetto di una palestra: ci sono feriti

Lauria, tromba d'aria spazza via tetto del PalaAlberti: 8 feriti, grave 28enne VD/FT

 

i più letti

L'atto vandalico

Bitetto, scrive con lo spray «W duce» sulla facciata del Comune

Si tratta di un militante di destra: l'atto vandalico dopo che l'amministrazione ha conferito la cittadinanza onoraria alla senatrice Segre

Bitetto, scrive con lo spray «W duce» sulla facciata del Comune

BARI - L’amministrazione comunale conferisce la cittadinanza alla senatrice Liliana Segre e un militante di estrema destra imbratta la facciata del palazzo comunale con la scritta «W duce». Individuato ed identificato l’uomo, un incensurato di 45 anni, è stato denunciato per apologia di fascismo e danneggiamento aggravato di edificio pubblico. Duro il commento del sindaco Fiorenza Pascazio: «La città ha un passato sano di resistenza attiva, medaglia d’oro al merito civile, abbiamo gli anticorpi giusti per resistere a misere vigliaccate».

Forse si tratta solo di una coincidenza al vaglio delle forze dell’ordine. Fatto sta che, il deplorevole episodio di stampo fascista segue di qualche giorno l’approvazione di una delibera con la quale il consiglio comunale, alla unanimità dei presenti, recepiva la proposta avanzata dalla rete Borghi Autentici d’Italia di conferire la cittadinanza onoraria alla senatrice. «Anche Bitetto è accanto alla senatrice Segre - spiegava la sindaca - conferendole la cittadinanza onoraria, vorremmo esprimerle la nostra solidarietà, stringerci attorno a lei e dire, senza se e senza ma, che ripudiamo ogni forma di odio, di intolleranza e di negazione della storia». La cittadinanza alla Segre e la totale adesione del Comune agli ideali antifascisti potrebbe però non essere stata gradita da qualche nostalgico del ventennio. L’altra sera, infatti, poco dopo le 21,30, l'uomo dopo aver parcheggiato la sua auto nei pressi di piazza Moro, ha preso una bomboletta spray e, noncurante delle numerose persone che a quell’ora frequentavano la centralissima piazza cittadina, si è avvicinato alla parete del Municipio e nell’incredulità generale ha scritto un provocatorio «W duce». Poi si è allontanato velocemente dileguandosi con la sua auto tra le vie del centro. Nelle ore successive, altre scritte del medesimo calibro sono state rinvenute in altre zone del paese. La notizia ha fatto immediatamente il giro, raccogliendo ovunque sentimenti unanimi di sdegno e di condanna. Uno «sfregio» che segna una città come Bitetto, che nel maggio 1999, fu insignita dal presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro della medaglia d’oro al valor civile per l’eroica resistenza bitettese del 9 settembre 1943.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rossini

    02 Dicembre 2019 - 08:05

    Per come la raccontate voi, sembra quasi che, se l'imbecille avesse scritto W STALIN, la cosa sarebbe stata meno grave. E invece no, imbrattare gli edifici pubblici è comunque una cosa che deve essere condannata sempre, a prescindere dal contenuto delle scritte.

    Rispondi

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie