Giovedì 12 Dicembre 2019 | 16:53

NEWS DALLA SEZIONE

SS Annunziata
Taranto, il 20 dicembre reparto intitolato a Nadia Toffa

Taranto, il 20 dicembre reparto intitolato a Nadia Toffa

 
la sentenza
Bari, violenza di gruppo su una 25enne al Cara: condannati 6 nigeriani

Bari, violenza di gruppo su una 25enne al Cara: condannati 6 nigeriani

 
a Bari
Processo contro mafia foggiana: solo un imprenditore si costituisce parte civile

Processo contro mafia foggiana: solo un imprenditore si costituisce parte civile

 
l'episodio la notte scorsa
Lecce, vandali nel presepe di Piazza Duomo: pupi mutilati e imbrattati

Lecce, vandali nel presepe di Piazza Duomo: pupi mutilati e imbrattati

 
L'intervista
Ex ministro De Vincenti domani a Bari: «Il Mezzogiorno non si rassegni alla decrescita»

Ex ministro De Vincenti domani a Bari: «Il Mezzogiorno non si rassegni alla decrescita»

 
il siderurgico
Ex Ilva, Emiliano: «Non si dia a Mittal una scusa definitiva per scappare»

Ex Ilva, Emiliano: «Non si dia a Mittal una scusa definitiva per scappare»

 
«chiavi della città»
Trani, soldi alla squadra in cambio di appalti: chiusa inchiesta, Giancaspro tra i 10 indagati

Trani, soldi alla squadra in cambio di appalti: chiusa inchiesta, Giancaspro tra i 10 indagati

 
operazione della Gdf
Brindisi, timbravano il cartellino e andavano a fare la spesa: sospesi 31 dipendenti pubblici

Brindisi, timbravano il cartellino e andavano a fare la spesa: sospesi 28 dipendenti Regione Puglia

 
i funerali
Cellino, tutta la città stretta intorno alla famiglia Carrisi dopo la scomparsa di «donna Iolanda»

Cellino, tutta la città stretta intorno alla famiglia Carrisi dopo la scomparsa di «donna Iolanda»

 
operazione gdf a lecce
Traffico di migranti: 13 arresti tra Italia e Grecia per sbarchi fantasma

Traffico di migranti: 13 arresti tra Italia e Grecia per sbarchi fantasma

 
Operazione della Gdf
Armi e droga dall’Albania: arresti e sequestri di beni a Bari

Armi e droga dall’Albania: 15 arresti e sequestri di beni per oltre 1mln di euro a Bari VD

 

Il Biancorosso

serie c
Il Bari senza Di Cesare è una prova di maturità

Il Bari senza Di Cesare è una prova di maturità

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaTecnologia
Potenza, VV.FF., sperimentato sistema di trasmissione dati in tempo reale

Potenza, VV.FF., sperimentato sistema di trasmissione dati in tempo reale

 
TarantoSS Annunziata
Taranto, il 20 dicembre reparto intitolato a Nadia Toffa

Taranto, il 20 dicembre reparto intitolato a Nadia Toffa

 
Barila sentenza
Bari, violenza di gruppo su una 25enne al Cara: condannati 6 nigeriani

Bari, violenza di gruppo su una 25enne al Cara: condannati 6 nigeriani

 
FoggiaNel Foggiano
San Severo, sorpresi a rubare ne cimitero: ladri messi in fuga

San Severo, sorpresi a rubare nel cimitero: ladri messi in fuga

 
Leccel'episodio la notte scorsa
Lecce, vandali nel presepe di Piazza Duomo: pupi mutilati e imbrattati

Lecce, vandali nel presepe di Piazza Duomo: pupi mutilati e imbrattati

 
Brindisidai carabinieri
Ceglie Messapica, in cantina ha 18 kg di sigarette di contrabbando: arrestato

Ceglie Messapica, in cantina ha 18 kg di sigarette di contrabbando: arrestato

 
Bat«chiavi della città»
Trani, soldi alla squadra in cambio di appalti: chiusa inchiesta, Giancaspro tra i 10 indagati

Trani, soldi alla squadra in cambio di appalti: chiusa inchiesta, Giancaspro tra i 10 indagati

 
Materanel Materano
Stop mezzi pesanti sulla Cavonica, autotrasportatore si sfoga: «Costretto a fare 300km in più»

Stop mezzi pesanti sulla Cavonica, autotrasportatore si sfoga: «Costretto a fare 300km in più»

 

i più letti

I rilievi

Piano di sviluppo rurale, la Puglia bacchettata da Bruxelles: «Che pasticci»

I controlli a campione dei magistrati contabili sui fondi erogati per l’alluvione del 2013

agricoltura

BARI - I soldi del Psr 2007-2013 sono stati usati in maniera impropria, in particolare per rimborsare i danni causati dall’alluvione del 7 e 8 ottobre 2013. È quanto la Corte dei conti europea ha contestato nelle scorse settimane ai magistrati contabili italiani, dopo l’audit svolto in Puglia a febbraio che ha rilevato problemi su 142 milioni di euro di pagamenti, relativi all’ultimo trimestre 2015, soldi che Bruxelles ha trasferito alla Regione a ottobre 2018.

Le contestazioni contabili sono di norma oggetto di contraddittorio. Ma se, come quasi sempre accade in questi casi, i rilievi verranno confermati, i pagamenti non corretti vengono de-certificati: il risultato è che la Regione (che ha già pagato il beneficiario) dovrà assorbirli con il bilancio autonomo. Nel caso oggetto della segnalazione, gli ispettori di Bruxelles hanno verificato a campione un pagamento di 1,4 milioni effettuato sulla misura 125 a favore del Comune di Ginosa. Dopo i nubifragi di ottobre 2013, la Regione (il presidente era Nichi Vendola) dichiarò lo stato di crisi per alcuni Comuni del Tarantino e decise di utilizzare il Psr per il ripristino delle strade danneggiate: dopo una lunga interlocuzione con Bruxelles venne approvata una variante al Programma di sviluppo rurale da circa 10 milioni di euro.

Il bando prevedeva un limite di 500mila euro di contributo per singola strada da ripristinare. A febbraio, verificando il progetto sul campo, gli ispettori hanno però scoperto che il Comune di Ginosa ha ottenuto un finanziamento da 1,4 milioni, eludendo il tetto dei 500mila euro con lo spacchettamento «in due o più lotti» delle strade. «Si ritiene - hanno scritto i magistrati contabili europei - che tale divisione in lotti non sia giustificata». Sullo stesso bando, la verifica ha fatto emergere altre criticità nella procedura di selezione dei progetti ritenuta troppo discrezionale.

Nel mirino è poi finito, in una diversa misura del Psr, anche un anticipo di 800mila euro erogato all’Università di Bari. Nel 2013 la Rete per la biodiversità delle specie orticole aveva ricevuto un finanziamento 2 milioni, ed ha poi ottenuto ulteriori 1,6 milioni per quella che viene definita una «sovvenzione aggiuntiva» non prevista dal bando originario. Insomma, soldi senza selezione pubblica, erogati in chiusura del periodo di programmazione quasi certamente per fare spesa ed evitare di perdere i fondi. Si tratta, scrivono gli ispettori, di «una notevole deviazione» dagli standard previsti per l’utilizzo delle risorse pubblica.

La lettera della Corte dei conti europea è stata resa nota ieri da fonti ministeriali. Il Psr 2007-2013 valeva complessivamente 1,48 miliardi di euro e si è chiuso nel 2016. A dicembre 2015 è stato invece approvato il Psr 2014-2020, attualmente in corso, è nel mirino delle polemiche per via del rischio concreto di non centrare gli obiettivi di spesa previsti per il 2019 (relativi all’annualità 2016): entro fine anno la Puglia è tenuta a spendere altri 180 milioni di euro, ed ha deciso una revisione postuma dei requisiti richiesti per uno dei bandi più importanti nel tentativo di accelerare l’erogazione delle risorse. Ma per il momento resta tutto bloccato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie