Martedì 23 Luglio 2019 | 16:15

NEWS DALLA SEZIONE

L?interrogatorio
Furbetti in ospedale Monopoli: 2 medici su 17 rispondono al gip

Furbetti in ospedale Monopoli: 2 medici su 17 rispondono al gip

 
La ricerca
Spiagge in Puglia sempre più erose, un progetto del Politecnico per salvarle

Spiagge in Puglia sempre più erose, un progetto del Politecnico di Bari per salvarle

 
La riunione
Consiglio regionale Puglia: approvate mozioni su prevenzione cancro al seno e dispositivi medici vitali

Consiglio regionale Puglia: approvate mozioni su prevenzione cancro al seno e dispositivi medici vitali

 
Nel Brindisino
Latiano, paziente clinica psichiatrica tenta suicidio: denunciati 4 operatori

Latiano, paziente clinica psichiatrica tenta suicidio: denunciati 4 operatori

 
Il gasdotto
Ex grillini all'attacco: «Sequestrate cantiere Tap», esposto in Procura

Ex grillini all'attacco: «Sequestrate cantiere Tap», esposto in Procura

 
Notizie dal ritiro
Lecce, parla Tachtsidis: «Anche in A importante il gruppo»

Lecce, parla Tachtsidis: «Anche in A importante il gruppo»

 
Secondo episodio
Lancio di pietre contro braccianti da un'auto in corsa: 3 feriti nel Foggiano

Lancio di pietre contro braccianti da un'auto in corsa: 3 feriti nel Foggiano

 
a Taranto
ArcelorMittal, sindacati: il 2 agosto sciopero in area portuale

Mittal, sindacati: 2 agosto sciopero in area portuale. Esplosione in mattinata, nessun ferito

 
Nel Barese
Monopoli. usuraio «di professione» arrestato dai cc: minacce e botte a chi non restituiva soldi

Monopoli, usuraio arrestato dai cc: minacce e botte a chi non restituiva soldi

 
Nella zona del santuario
S.Giovanni Rotondo, parcheggiatore abusivo in cella per tentata estorsione

S.Giovanni Rotondo, parcheggiatore abusivo in cella per tentata estorsione

 
Nel Brindisino
Società di fotovoltaico evade 1mln di euro di IVA: confiscati 500mila euro di beni, anche una villa

Società di fotovoltaico evade 1mln di euro di IVA: confiscati beni, anche una villa

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
"Bari, campionato complicatoI tifosi faranno la differenza"

«Bari, campionato complicato. I tifosi faranno la differenza»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL?interrogatorio
Furbetti in ospedale Monopoli: 2 medici su 17 rispondono al gip

Furbetti in ospedale Monopoli: 2 medici su 17 rispondono al gip

 
BrindisiNel Brindisino
Latiano, paziente clinica psichiatrica tenta suicidio: denunciati 4 operatori

Latiano, paziente clinica psichiatrica tenta suicidio: denunciati 4 operatori

 
FoggiaLa manifestazione
Cerignola in Sound: il contest per emergenti e il gran finale con i Gemelli Diversi

Cerignola in Sound: il contest per emergenti e il gran finale con i Gemelli Diversi

 
TarantoDa venditori ambulanti
Taranto, polizia sequestra 70kg di cozze senza certificato: 2 denunce

Taranto, sequestrati 70kg di cozze senza certificato: 2 denunce

 
PotenzaIn frazione Ciccolecchia
Avigliano, si stacca pala eolica: paura nel centro abitato

Avigliano, si stacca pala eolica: paura nel centro abitato

 
MateraLa decisione
Scanzano Jonico, sindaco bandisce il 5G: «Aspettiamo studi certi»

Scanzano Jonico, sindaco bandisce il 5G: «Aspettiamo studi certi»

 
LecceRifiuti
Gallipoli, a Baia Verde spazzatura non ritirata: residenti inferociti

Gallipoli, a Baia Verde spazzatura non ritirata: residenti inferociti

 
BatL'impianto
Trani, le acque reflue presto utilizzate in agricoltura

Trani, le acque reflue presto utilizzate in agricoltura

 

i più letti

Si cerca un sito

Emergenza rifiuti, il Veneto blocca l'organico della Puglia: stop a 800 tonnellate

L'impianto di Padova ha ridotto a 200 tonnellate i trasferimento mentre quello di Pordenone ha detto di essere pieno

rifiuti

BARI - AAA cercasi impianto per smaltire una parte della frazione organica dei rifiuti del Brindisino. Se emergenza vera e propria ancora non è, poco ci manca.  I due impianti di Veneto e Friuli dove fino a poco tempo venivano trasferite circa 1000 tonnellate di «umido» eccedente - dopo la chiusura dei siti di Ginosa e Lucera - hanno detto stop mettendo un vero e proprio sbarramento ai viaggi della speranza.

Una vera e propria doccia fredda, o meglio, un grattacapo per l'Ager, l'Agenzia di gestione dei rifiuti della Regione Puglia, che è alle prese in queste ore con una vera e propria lotteria per individuare un sito dove smaltire l'organico. Ufficialmente, la decisione di chiudere ai trasferimenti dei rifiuti avrebbe due spiegazioni: per quanto riguarda la Sesa di Este (Padova), il grado di impurità dell'organico avrebbe superato la soglia del 5% (senza alcuna verifica in contraddittorio, fanno sapere dalla Regione), sì da ridurre a poco meno di 200 tonnellate settimanali la capacità di accoglienza rispetto alle mille di pochi giorni fa; l'altro impianto, Bioman di Maiago (Pordenone) avrebbe fatto sapere di essere pieno e di non poter più soddisfare le esigenze. Ma i bene informati attribuirebbero tale scelta a motivazioni «prudenziali» alla luce dei recenti scandali: non a caso analogo provvedimento di stop ha riguardato anche i rifiuti del Napoletano.

In ballo l'organico del Brindisino

A questo punto, quindi, ballerebbero poco più di 800 tonnellate di organico per cui si sta cercando di trovare una sistemazione: un compito non facile visto che da una prima ricognizione da parte del direttore dell'Ager, Gianfranco Grandaliano, non vi sarebbero disponibilità da nessuna parte. Dall'Ager fanno sapere che è una situazione in costante aggiornamento.

Nel frattempo, quindi, l'organico in eccedenza - che rappresenta circa il 30% del totale prodotto in Puglia e proviene dal Brindisino - sarà distribuito negli impianti di «Tmb», trattamento meccanico biologico. Una toppa che rischia di essere peggio del buco se non si trova una soluzione alternativa in tempi rapidi.

A tutto ciò si aggiunga come il termometro politico sul tema comincia a surriscaldarsi visto che sarebbe in dirittura d'arrivo il nuovo Piano dei rifiuti, adottato a settembre dello scorso anno e in attesa di approvazione dal consiglio regionale. A Pulsano, ad esempio, cominciano a registrarsi proteste da parte di alcune associazioni di cittadini, per dire no all'impianto di compostaggio (per intenderci quello che dovrebbe trattare i rifiuti organici, senza alcuna discarica) per il quale lo stesso comune avrebbe dato il via libera alla localizzazione.

Le proteste a Pulsano e gli impianti mancano

Una vicenda sulla quale nell'esecutivo regionale - pur avendo votato in maniera compatta la delibera sulla localizzazione - si registra qualche timida riserva da parte dell'assessore Mino Borraccino il quale avrebbe richiesta una nuova valutazione invitando a un ripensamento lo stesso comune tarantino al centro di proteste locale.

Il problema, però, è il tempo visto che per realizzare un impianto servono almeno tre anni e, se l'attuale sistema continuasse a registrare falle (tra sequestri e operazioni di «manutenzione») accumulando anche ritardi sulla realizzazione di nuovi impianti, la situazione rischierebbe di diventare insostenibile.

Oltre a Pulsano sono previsti altri tre impianti di compostaggio, tutti di natura pubblica (Bari, Foggia e Brindisi). In particolare, l’impianto di Bari - secondo la Regione - dovrebbe andare in esercizio già nei primi mesi del 2020 e sarà gestito dalla società pubblica Amiu Puglia, con un capacità di trattamento di 48.000 tonnellate all’anno, mentre entro il 2022 è prevista l'entrata in funzione degli altri impianti  per i quali Ager sta completando tutti gli  atti tecnici per la loro realizzazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie