Mercoledì 28 Settembre 2022 | 17:08

In Puglia e Basilicata

ELEZIONI POLITICHE 2022

Centrodestra

43,79%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

26,13%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,79%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,43%

Movimento 5 Stelle

Centrodestra

44,02%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

25,99%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,74%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,55%

Movimento 5 Stelle

 

L'annuncio

Domani via alla maturità, polizia postale Bari: «Non credere alle fake news»

maturità

Ancora oggi uno studente su 6 pensa di poter trovare su internet le tracce della prima prova

18 Giugno 2019

Redazione online

Uno studente su 6 crede di trovare su internet le tracce per l’esame di maturità, uno su 5 è convinto che la Polizia controlli i telefonini per scoprire chi sta copiando. L’opinione è naturalmente falsa, sottolinea la Polizia Postale e delle Comunicazioni di Bari, che ha diffuso un comunicato - evidenziando alcuni dati dell’annuale monitoraggio realizzato su un campione di circa tremila ragazzi, dal portale studentesco Skuola.net per la Polizia di Stato - in vista dell’11/a campagna «Maturità al sicuro», con l’obiettivo di debellare «fake news, bufale e leggende metropolitane» ed evitare che gli studenti possano rimetterci anche denaro alla ricerca della 'soffiata giusta'.

E dal 2014 si nota «una riduzione del fenomeno: prima, infatti 1 su 3 era convinto di poter conoscere le tracce d’esame in anticipo su internet», oggi è uno su 6. Ancora oggi, comunque, «il 42% teme di essere 'perquisito' dai professori di commissione e circa il 19% crede che la scuola sarà 'schermata' per impedire ai cellulari di connettersi"; l’8% si aspetta «commissari d’esame dotati di strani dispositivi di rilevamento magnetico per i cellulari».


«Gran parte dei ragazzi - prosegue la nota - è cosciente che utilizzare il telefonino equivale all’espulsione dalle prove d’esame (92%), rimangono incertezze per ciò che è ammesso o vietato durante la maturità. Per il 31% dei ragazzi, infatti, non costituisce reato ricevere le soluzioni delle tracce dall’esterno, mentre la prova è in pieno svolgimento».


Ida Tammaccaro, dirigente del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni di Bari, invita gli studenti a mantenere «la serenità necessaria per affrontare gli esami confidando nei propri mezzi e nella preparazione che hanno ricevuto a scuola, senza cercare scorciatoie truffaldine che comporterebbero solo l'esclusione dalla prova d’esame. Le false notizie relative alla diffusione anticipata delle tracce d’esame in rete possono portare sterili distrazioni e il rischio di perdere la concentrazione necessaria e tempo prezioso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725