Venerdì 18 Gennaio 2019 | 18:43

NEWS DALLA SEZIONE

L'inchiesta
Cloro sporco in Puglia, interdetti due funzionari di Aqp

«Cloro sporco» in Puglia, interdetti due funzionari di Aqp

 
Ferrovie
Treni in Puglia, in arrivo una task force per garantire la puntualità

Treni in Puglia, in arrivo una task force per garantire la puntualità

 
SERIE D
Cittanova - Bari: il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Cittanova - Bari: il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

 
Morirono 10 persone
Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

 
La visita
Criminalità, capo polizia Gabrielli: «Foggiano area difficile, sottovalutata criminalità»

Criminalità, capo polizia Gabrielli: «Foggiano area difficile, sottovalutata criminalità»

 
Il movimento nel Salento
Melendugno: No Tap protestano in tute anticontaminazione

Melendugno: No Tap protestano in tute anticontaminazione

 
Nel Brindisino
Fasano, fatturato in tempo record, l'azienda manda i dipendenti in crociera

Fasano, fatturato in tempo record, l'azienda manda i dipendenti in crociera

 
Nel Leccese
Copertino, incendio in capannone Fse: danneggiato treno merci

Copertino, incendio in capannone Fse: danneggiato treno merci

 
Il furto nel Foggiano
Mezzi per la raccolta dei rifiuti rubati e ritrovati a Cerignola: è caccia ai responsabili

Mezzi per la raccolta dei rifiuti rubati e ritrovati a Cerignola: è caccia ai responsabili

 
Serie B1 pallavolo
La Pvg Bari cerca la quarta vittoria consecutiva

La Pvg Bari cerca la quarta vittoria consecutiva

 

Il meeting

Regionali, Martina (Pd) in Puglia: «Sui candidati decidono i territori»

Così commenta il candidato alla segreteria nazionale del Pd, ad un incontro all’AncheCinema di Bari

Regionali, Martina (Pd): «In Puglia voterei Emiliano»

BARI - «In Puglia come in tutte le regioni, decide il Partito Democratico del territorio, con la sua coalizione, con quali candidati presentarsi al voto. Noi abbiamo strumenti come le primarie e percorsi di confronto che ci possono aiutare a fare la scelta giusta. L’importante è usare la testa, unire e aprire la nostra proposta di centrosinistra». Risponde così a Bari Maurizio Martina, chiarendo la sua posizione rispetto alle prossime sfide regionali. Ma se fosse pugliese Maurizio Martina nel 2020 voterebbe Michele Emiliano presidente della Regione: «per me c'è futuro solo con un centrosinistra che accoglie anche esperienze civiche». Ha risposto così il candidato alla segreteria nazionale del Pd, a margine dell’incontro nell’AncheCinema di Bari, alle domande sulle future elezioni regionali in Puglia del 2020 e, in particolare, se da pugliese voterebbe Michele Emiliano e come vede l’allargamento del governatore pugliese ad alcuni esponenti del centrodestra. Martina è a Bari per presentare la sua candidatura con Debora Serracchiani e il segretario pugliese Pd Marco Lacarra. Presenti in platea, tra gli altri, il sindaco di Bari, Antonio Decaro, l’europarlamentare Elena Gentile e il senatore Dario Stefano. 
«Il mio modello di riferimento è Milano», ha detto Martina. «Ho lavorato per la vittoria di Milano e so che cosa vuol dire fare un lavoro aperto dal centrosinistra che possa essere vincente e alternativo tanto alla destra quanto ai cinquestelle». 

«Faccio un grandissimo in bocca al lupo a Decaro per la sfida che lo aspetta per Bari, che è una sfida nazionale a tutti gli effetti», ha aggiunto Martina rivolgendosi al sindaco di Bari, Antonio Decaro, che a maggio dovrà affrontare le elezioni amministrative per il rinnovo del Consiglio comunale.
«Hai fatto un lavoro straordinario in questi anni - ha detto Martina rivolgendosi a Decaro - diventando un riferimento per tanti, anche fuori da questa città. Qualsiasi cosa possiamo fare con te per questa battaglia ci saremo con lo spirito del fianco a fianco, che non è lo spirito del 'prima gli italiani', perché il 'fianco a fianco' esprime dal punto di vista valoriale un’idea diversa del rapporto tra le persone».

E alla domanda se l'attuale Governo dovesse cadere, Martina replica: «Dobbiamo assolutamente essere pronti. Questo Governo sta facendo dei danni incalcolabili agli italiani concretamente». Martina elenca poi i «danni» che secondo lui sta facendo il Governo gialloverde, «7 miliardi di euro di tasse in più, una recessione come quella che purtroppo è alle porte, altro che boom economico come dice Di Maio, propaganda gratuita spesa al vento ogni giorno, salvo poi vedere gli effetti di quello che stanno facendo nella scuola, nella sanità, sulle infrastrutture». «Sinceramente - ha detto - un danno clamoroso per l’Italia e noi dobbiamo prepararci bene ad essere una alternativa forte a questo disastro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400