Venerdì 06 Dicembre 2019 | 14:52

NEWS DALLA SEZIONE

Il posto fisso
Barletta, diventerà netturbino con 110 e lode in ingegneria edile: la storia

Barletta, diventerà netturbino con 110 e lode in ingegneria edile: la storia

 
Il folle gesto
Taranto, minaccia di gettarsi dal cornicione del lungomare: salvata dalla polizia

Taranto, minaccia di gettarsi dal cornicione del lungomare: salvata dalla polizia

 
Lotta alla droga
Bitonto, in giro con 200 grammi di cocaina e marijuana: due arresti

Bitonto, in giro con 200 grammi di cocaina e marijuana: due arresti

 
Maltempo
Bari, aeroporto in tilt per la nebbia: decine di voli cancellati, rabbia dei passeggeri

Bari, aeroporto in tilt per la nebbia: decine di voli cancellati e dirottati

 
Edilizia
Piano casa, ora la Puglia blinda la proroga al 2020: tornano in aula i bonus

Piano casa, ora la Puglia blinda la proroga al 2020: tornano in aula i bonus

 
il siderurgico
Arcelor Mittal, Fim Taranto e Brindisi: «Martedì a Roma contro esuberi»

Mittal, Fim: «Martedì a Roma contro esuberi». Boccia: «Non ne accetteremo nessuno»

 
Il ritrovamento
Bari, Gdf sequestra pistola e droga nascoste nell'atrio di un palazzo

Bari, Gdf sequestra pistola e droga nascoste nell'atrio di un palazzo

 
La città che cambia
Bari, chiude anche Monachino: lo storico negozio di musica della città vecchia

Bari, chiude anche Monachino: lo storico negozio di musica della città vecchia

 
L'operazione
Trafficava eroina a Bari, estradato latitante dall'Austria

Trafficava eroina a Bari, estradato latitante dall'Austria

 
A Rionero in Vulture
Compravendita illegale di loculi: indagati nel Potentino

Gettavano salme in fosse comuni per liberare loculi nel cimitero: 6 arresti nel Potentino VD

 

Il Biancorosso

L'intervista
Bari calcio, Strambelli: «La quadratura è raggiunta»

Bari calcio, Strambelli: «La quadratura è raggiunta»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatIl posto fisso
Barletta, diventerà netturbino con 110 e lode in ingegneria edile: la storia

Barletta, diventerà netturbino con 110 e lode in ingegneria edile: la storia

 
FoggiaAeroporto
Foggia, Gino Lisa: iniziati i lavori di prolungamento della pista

Foggia, Gino Lisa: iniziati i lavori di prolungamento della pista

 
LecceSanità
Lecce, al via screening gratuiti per la prevenzione del tumore del colon retto

Lecce, al via screening gratuiti per la prevenzione del tumore del colon retto

 
BariLa polemica
L'auto di Fantozzi spunta ad Acquaviva: addobbo natalizio o ironica trovata?

L'auto di Fantozzi spunta ad Acquaviva: addobbo natalizio o ironica trovata?

 
TarantoIl folle gesto
Taranto, minaccia di gettarsi dal cornicione del lungomare: salvata dalla polizia

Taranto, minaccia di gettarsi dal cornicione del lungomare: salvata dalla polizia

 
MateraIl colpo
Matera, arrestato bandito 26enne. Aveva un biglietto d'aereo pronto per partire

Matera, arrestato bandito 26enne: aveva un biglietto d'aereo pronto per partire

 
BrindisiAtto vandalico
Brindisi, l'autobus non si ferma e lui gli lancia contro una pietra: denunciato

Brindisi, l'autobus non si ferma e lui gli lancia contro una pietra: denunciato

 
PotenzaA Rionero in Vulture
Compravendita illegale di loculi: indagati nel Potentino

Gettavano salme in fosse comuni per liberare loculi nel cimitero: 6 arresti nel Potentino VD

 

i più letti

L'audizione alla Camera

Emiliano lasciato solo nella lotta alla Xylella: «Ho fatto tutto il possibile»

Ma da Pd e M5S: «ambientalista da salotto»

xylella

«La Xylella ci ha colpiti alle spalle perché le piante ornamentali da caffè non erano inserite nel meccanismo di sorveglianza dei varchi dell’Ue»; «io sono stato lasciato solo» nella lotta alla batteriosi, che «non si può fare coi tempi dei ricorsi al Tar»; «la Regione Puglia non ha mai preso posizione contro il Piano Silletti, anzi lo ha agevolato». Sono queste le tre linee di difesa che Michele Emiliano, ascoltato in Commissione Agricoltura della Camera, premette prima di scontrarsi con il relatore della indagine conoscitiva sulla diffusione della Xylella, il barese Giuseppe L’Abbate (M5S), con il leghista Marzo Liuni, che lo accusa di essere «un ambientalista da salotto», fronteggiando anche il fuoco amico del Pd.

L’Abbate, convinto del «bradipismo di Emiliano sui monitoraggi non effettuati per mesi», ieri si aspettava «un mea culpa» che non è arrivato. Così ha rinfacciato al governatore le dichiarazioni del dicembre 2015, quando definì «una liberazione» l’intervento della Procura di Lecce che, nell’ambito dell’inchiesta sulla diffusione colposa della malattia, sequestrò gli ulivi da eradicare in base al piano Silletti. «Mi scuso se quella dichiarazione ha creato equivoci, ma il M5S guidava una rivolta contro gli abbattimenti, accusandomi di essere sordo al grido della popolazione, ero appena stato eletto e c’erano problemi di ordine pubblico ed esposti alla magistratura di soggetti vicinissimi ai 5S», contrattacca il magistrato.

Ma certo dimentica di aggiungere che a quei tempi flirtava con i grillini. Tanto che, rispetto alla sua solitudine, viene attaccato anche dai deputati del Pd, che elencano gli interventi dei governi di centro-sinistra per delimitare l’epidemia. «Fino al gennaio 2016 – replica l’audito – non avevo poteri d’intervento e dopo, la Regione ha dato vita al più imponente sistema di monitoraggio al mondo, riconosciuto anche dall’Ue, con 340mila esami sulle piante». Quando poi «abbiamo proceduto con gli abbattimenti, ogni ordinanza veniva impugnata al Tar». Ecco perché chiede al parlamento di dotare la Regione «dei poteri di abbattimento senza notifica ai proprietari», che con il doppio campionamento permette «le controanalisi» e il risarcimento in caso di errore.

«La Regione ha messo centinaia di milioni»”, aggiunge Emiliano, chiedendo di fare le dovute proporzioni: «un miliardo di danni da Xylella, a fronte di 5 milioni arrivati per i monitoraggi, che erano il residui dei 10 milioni messi dal Ministro Martina». Ragione per cui il governatore rilancia la proposta di De Castro e Fitto di un cofinanziamento nazionale del Piano di Sviluppo Rurale per ristorare gli olivicoltori pugliesi e «reimpiantare le specie tolleranti o resistenti, ripristinando la capacità produttiva olivicola e il paesaggio della Puglia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie