Giovedì 18 Agosto 2022 | 04:17

In Puglia e Basilicata

Cittadinanzattiva denuncia caro-asilo a Foggia (+10%)

Cittadinanzattiva denuncia caro-asilo a Foggia (+10%)
Da un'indagine riferita al periodo 2006/2008, risulta che mandare i propri figli all'asilo nido comunale costa, in media, a una famiglia italiana circa 3 mila euro all'anno per 10 mesi di utilizzo. E il 23% dei bambini non riesce nemmeno a trovare posto. A destare preoccupazione è l'incremento medio delle tariffe: 26 città hanno ritoccato all'insù le rette di frequenza, e 4 capoluoghi registrano incrementi a due cifre: Udine (+23%), Como (+16%), Trieste (+11,5%) e Foggia (+10%)

09 Maggio 2009

ROMA – Circa 3 mila euro all’anno per 10 mesi di utilizzo: tanto costa in media a una famiglia italiana mandare i propri figli all’asilo nido comunale. E il 23% dei bambini non riesce nemmeno a trovare posto. Il calcolo è contenuto in un’indagine di Cittadinanzattiva riferita al periodo 2006/2008 in cui vengono anche sottolineate le forti differenze tra le varie zone del Paese. 

Ad esempio, a Lecco la spesa per la retta mensile, pari a 572 euro, è più che tripla rispetto a Roma (146 euro) e più che doppia rispetto a Milano (232 euro). E ancora: in Liguria la retta più economica, in vigore a Savona (279 euro al mese per il tempo pieno) supera la più cara in Umbria (registrata a Perugia e pari a 271 euro). L'analisi prende in considerazione una famiglia tipo di tre persone (genitori e figlio 0-3 anni) con reddito lordo annuo di 44.200 e relativo Isee di 19.900. 

A destare preoccupazione è l'incremento medio delle tariffe (+1,8% rispetto tra l’anno scolastico 2007/2008 e quello precedente) dopo un anno di sostanziale crescita zero (nel 2006-07 si era registrato un +0,7% rispetto all’anno prima), con 26 città che hanno ritoccato all’insù le rette di frequenza, e 4 capoluoghi che registrano incrementi a due cifre: Udine (+23%), Como (+16%), Trieste (+11,5%) e Foggia (+10%). Rispetto al 2007, al Nord la spesa media mensile è cresciuta del 3,5%, mentre è sostanzialmente stabile al Centro e al Sud.

Dall’analisi di dati del ministero degli Interni relativi al 2006, emerge poi che il numero degli asili nido comunali è cresciuto del 3,3% rispetto al 2005: nonostante ciò in media il 23% dei richiedenti rimane in lista d’attesa (percentuale che sale al 26% se consideriamo solo i capoluoghi di provincia). Il poco edificante record va alla Campania con il 40% di bimbi in lista di attesa, seguita da Molise (36%), Sicilia e Lazio (34% ciascuno). La Calabria è la regione più economica (118 euro), il Trentino la più costosa (406 euro). 

Nella top ten delle 10 città più care, tra quelle che offrono il servizio a tempo pieno, si confermano, rispetto al 2006-07, Lecco, Belluno, Bergamo, Mantova, Cuneo, Treviso, Sondrio e Vicenza, mentre Udine e Pordenone subentrano a Varese e Trento. Nella graduatoria delle 10 città meno care, prevalgono le realtà del Centro-Sud. In assoluto, la città più economica si conferma per il terzo anno consecutivo Roma, seguita da Chieti e Reggio Calabria. 

La differenza tra il Nord e il Sud del Paese non si limita solo ai costi (le 10 città più care sono tutte del Nord), ma riguarda anche il numero di nidi sul territorio: sempre secondo i dati del ministero dell’Interno, aggiornati al 2006, la regione che emerge per il più elevato numero di nidi è la Lombardia con 617 strutture e circa 27.000 posti disponibili, seguita da Emilia Romagna (540 nidi e 23.463 posti) e Toscana (399 nidi e 14.137 posti), ultima il Molise con soli sei asili per 219 posti disponibili. 

A livello nazionale si contano 3.110 asili nido comunali (+3,3% rispetto al 2005), il 44% dei quali è concentrato nei capoluoghi, per complessivi 130.244 posti disponibili (il 48% presso città capoluogo). Il servizio di asilo nido pubblico è presente solo nel 17% dei comuni italiani. Nel loro insieme il 59% è concentrato nelle regioni settentrionali, il 27% al Centro e solo il restante 14% al Sud.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725