Venerdì 19 Ottobre 2018 | 21:25

NEWS DALLA SEZIONE

Blitz della Polizia
Foggia, catturata banda di rapinatori: colpi in negozi e gioiellerie, 5 arresti

Cerignola, catturata banda di rapinatori con la «mazzuo...

 
Sanità
Foggia, stabilizzati 105 precariall'Asl dopo più di 10 anni

Foggia, stabilizzati 105 precari all'Asl dopo più di 10...

 
A Foggia
Perseguitava l'ex compagna e i suoi genitori: non potrà più avvicinarsi

Perseguitava l'ex compagna e i suoi genitori: non potrà...

 
Trasporti
Foggia, seconda stazione, per il sindaco: «Si farà»

Foggia, seconda stazione, per il sindaco: «Si farà»

 
L'inchiesta
Lucera, sequestrata sede giudice di pace: «È pericolosa per la pubblica incolumità»

Lucera, sequestrata sede giudice di pace: «È pericolosa...

 
Quadruplice omicidio nel 2017
Strage S.M. in Lamis, dopo un anno arrestato pregiudicato. Morirono i fratelli Luciani, innocenti

Strage S.M. in Lamis, un arresto. Morirono i fratelli L...

 
Etichetta obbligatoria
Il primo pomodoro made in Italy parla foggiano

Il primo pomodoro made in Italy parla foggiano

 
Nel Foggiano
Contrabbando gasolio agricolo: 2 arresti, 9 denunce e 6 distributori abusivi sequestrati

Contrabbando gasolio agricolo: 2 arresti, 9 denunce e 6...

 
A Foggia
L'ambulanza è in ritardo nei soccorsi e il medico viene aggredito dalla folla

L'ambulanza è in ritardo e la dottoressa del 118 viene ...

 
Il caso
Rapinano ufficio postale a Lucera, arrestati un 19enne e un 22enne di Cerignola

Rapinano ufficio postale a Lucera, arrestati un 19enne ...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Foggia

Borgo Mezzanone, massacra
connazionale: fermato nigeriano

La vititma ha riportato la frattura del cranio dopo un litigio avvenuto nella zona ex pista. L'aggressore, irregolare, rintracciato all'interno del Cara

Borgo Mezzanone, massacraconnazionale: fermato nigeriano

Personale della Squadra Mobile, sezione criminalità extracomunitaria, ha sottoposto a fermo il 30enne nigeriano Anthony Agholor, irregolare sul territorio nazionale, domiciliato nella zona attigua al Cara di Borgo Mezzanone, denominata “ex pista”, in quanto responsabile del tentato omicidio di un suo connazionale.

Tutto è iniziato l'altra sera quando al reparto di terapia intensiva dell'ospedale è arrivato un cittadino nigeriano lì giunto in codice rosso per gravissime fratture al cranio. Dalle indagini è emerso che la vittima aveva avuto un litigio con altri suoi connazionali nella zona “ex pista”, attigua al centro di accoglienza, nel corso della quale era stata ripetutamente colpita al capo con una bottiglia da un suo connazionale, con conseguenti gravissime condizioni.

Dopo aver acquisito anche alcune testimonianze, la Polizia è riuscita a identificare l'aggressore che è stata rintracciato all'interno del Cara dov'era entrato senza che ne avesse titolo. Il 30enne è stato rinchiuso in carcere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400