Martedì 23 Luglio 2019 | 05:01

NEWS DALLA SEZIONE

Sanità
Foggia sanità service, Emiliano: «firmati 150 contratti di lavoro a tempo indeterminato»

Foggia, Sanità Service: firmati 150 contratti di lavoro a tempo indeterminato

 
Nel Foggiano
Auto in fiamme sulla A14 dopo tamponamento: una 34enne estratta viva dalle lamiere

Auto in fiamme sulla A14 dopo tamponamento: una 34enne estratta viva dalle lamiere

 
In via La Piccirella
Foggia, furto in casa di una professionista, ladri via con 40mila euro di gioielli e orologi

Foggia, furto in casa di una professionista, ladri via con 40mila euro di gioielli e orologi

 
La decisione
S.Giovanni Rotondo: Tar boccia la «tassa» sugli autobus dei pellegrini

S.Giovanni Rotondo: Tar boccia la «tassa» sugli autobus dei pellegrini

 
Tra Mattinata e Vieste
Resort senza autorizzazioni: sequestro nel Foggiano

Resort senza autorizzazioni: sequestro nel Foggiano

 
Autoriciclaggio
Inchiesta Foggia calcio: indagati anche ex vicepresidente Curci e il fratello

Inchiesta Foggia calcio: indagati anche ex vicepresidente Curci e il fratello

 
Policlinico
Foggia, via Pinto chiusa dal 29 luglio: nuova mobilità per l'ospedale

Foggia, via Pinto chiusa dal 29 luglio: nuova mobilità per l'ospedale

 
Il premio
Vieste Archeofilm: vince Nicolò Bongiorno, figlio di Mike

Vieste Archeofilm: vince Nicolò Bongiorno, figlio di Mike

 
La tragedia
Foggia, scontro tra auto della Finanza e scooter: muore 15enne

Foggia, auto della Finanza contro scooter: muore 15enne, non aveva il casco

 
nel Foggiano
Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

 

Il Biancorosso

IL CALENDARIO
Bari, ecco i prossimi impegnidal Pisa alla coppa Italia

Bari, ecco i prossimi impegni: dal Pisa alla coppa Italia

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceL'operazione
Lecce, lido abusivo a Torre Castiglione: sequestrato dalla Guardia Costiera

Lecce, lido abusivo a Torre Castiglione: sequestrato dalla Guardia Costiera

 
TarantoL'incidente
Taranto, investe donna e fugge via: rintracciato pirata della strada

Taranto, investe donna e fugge via in auto: rintracciato pirata della strada

 
Brindisi«Felicità è donare»
Brindisi, emergenza sangue: Al Bano in prima fila a sostegno delle donazioni

Brindisi, emergenza sangue: Al Bano in prima fila a sostegno delle donazioni

 
MateraIl caso
Ambiente, sopralluogo assessore Basilicata su spiagge del Metapontino

Ambiente, sopralluogo assessore Basilicata su spiagge del Metapontino

 
FoggiaSanità
Foggia sanità service, Emiliano: «firmati 150 contratti di lavoro a tempo indeterminato»

Foggia, Sanità Service: firmati 150 contratti di lavoro a tempo indeterminato

 
PotenzaDalla Polizia Locale
Basilicata, spiagge sicure: più di duemila beni sequestrati

Basilicata, spiagge sicure: più di duemila beni sequestrati

 

i più letti

Vittima 12enne a Mattinata

Presi bulli e baby rapinatori
nel Foggiano: uno ha 11 anni

IL piccolo è stato derubato del cellulare: è vittima di uno dei fermati da oltre 6 anni

Presi bulli e  baby rapinatori nel Foggiano: uno ha 11 anni

Due baby rapinatori, di 11 e 15 anni sono stati bloccati dai Carabinieri dopo aver aggredito e rapinato due ragazzini: in manette (con il collocamento in una comunità) è finito solo il più grande dei due in quanto il suo complice è un minore c.d. non imputabile.

I due, secondo quanto accertato dai Carabinieri, avrebbero preso di mura due ragazzi di 11 e 12 anni che erano usciti di casa per fare un giro in bicicletta. Uno die due aveva chiesto all'amichetto di tenergli il cellulare in quanto le sue tasche erano già occupate. Improvvisamente, i due hanno sentito la voce di due ragazzi, conosciuti come bulli, motivo per cui si è subito allontanato - impaurito - lasciando l'amico in balia dei due minorenni terribili.

I due hanno subito chiesto alla vittima se avesse il cellulare e, alla risposta negativa, lo hanno afferrato con forza costringendolo ad aprire la tasca della felpa per portargli via il telefonino. Poco dopo, una pattuglia dell'Arma, ha fermato uno dei due rapinatori per controllo e, quando i militari gli hanno chiesto il motivo per cui avesse due cellulari, ha risposto che uno degli apparati era di un amico. Ai militari è bastata poco accertare la verità.

Nell'occasione si è tra l’altro scoperto che il minore derubato era da tempo vittima di atti di bullismo, almeno da sei anni, cioè quando era proprio un bambino, con episodi che nel tempo sono divenuti sempre più gravi, passando da semplici minacce a percosse e infine a lesioni. Il bullo, qualche giorno fa lo stesso era stato trovato in possesso di un coltello a serramanico all’interno del cortile della scuola media di Mattinata, scuola frequentata tra l’altro anche dalla vittima.

Il Tribunale per i minorenni ha disposto che il 15enne venisse condotto presso la propria abitazione familiare rimanendovi sottoposto alla misura della “Permanenza in casa”, in attesa dell’interrogatorio di garanzia e della convalida dell’arresto, avvenuto stamattina, cui è seguito dall'applicazione della misura cautelare del collocamento in una comunità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie