Domenica 26 Giugno 2022 | 09:41

In Puglia e Basilicata

Dal 'Gino Lisa'

Voli, Foggia torna in pista con la greca Lumiwings: aerei per Milano, Catania, Verona, Torino

Voli, Foggia torna in pista con la greca Lumiwings: voli per Milano, Catania, Verona, Torino

foto Maizzi

La compagnia assicurerà i 4 collegamenti nazionali

27 Maggio 2022

Massimo Levantaci / Redazione online

FOGGIA - «Foggia è in pista», Aeroporti di Puglia sceglie lo slogan più facile per la ripresa dei voli dal Gino Lisa. Appuntamento stamane (ore 10) per l'annuncio della compagnia che è la greca Lumiwings e che collegherà il capoluogo pugliese con Milano, Verona, Catania e Torino. Verona, Catania e Torino con due voli settimanali; e Milano Malpensa con cinque voli settimanali. La Lumiwings opererà con un Boeing 737 da 139 posti con base operativa a Foggia.

Il nome della compagnia era già stato segnalato dalla Gazzetta qualche tempo fa. Si è lavorato per esclusione: è l’unica delle cinque (o quattro) compagnie partecipanti al bando di Aeroporti di Puglia ad avere nella flotta l’aereo che può fare al caso del nuovo Gino Lisa con la sua pista lunga 2mila metri. Il Boeing 737-300 della piccola compagnia (139 passeggeri) viene considerato la «macchina» più indicata per uno scalo che d’ora in avanti non avrà più l’alibi della pista corta (ragion per cui è rimasto a terra per quarant’anni), consentirà ai tour operator di pianificare pacchetti volo-albergo più sostenibili. E infatti gli operatori turistici garganici si dicono entusiasti della svolta: «Siamo pronti a contattare i nostri tour operator, possiamo studiare fin da ora con loro pacchetti per la prossima stagione».

Per la verità la provincia di Foggia non avrebbe nemmeno bisogno di più turisti, la sola Vieste ne conta 3,5 milioni l’anno (senza voli) e tutti concentrati nel periodo estivo. Ma un aeroporto allarga gli orizzonti, renderebbe il Gargano e la provincia di Foggia più facilmente raggiungibile. Un territorio, oltretutto, da scoprire per buona parte: anche i Monti dauni rivendicano una visibilità mai avuta e il turismo religioso composto da pellegrini in pullman oltre le mete di Padre Pio e San Michele Arcangelo ha margini di crescita notevoli. Oltretutto l’aereo permetterebbe ai flussi di arrivare tutto l’anno e non soltanto durante i mesi estivi, approfittando del clima più mite, come i viandanti di una volta. Anche il Gargano ha un problema di destagionalizzazione: «Possiamo aprire anche a dicembre, lo fanno regolarmente in Valle d’Itria perchè noi no?», si domanda il presidente foggiano di Federalberghi Gino Notarangelo.

E poi ci sono i collegamenti con le altre province che gravitano su Foggia. Il sindaco di Campobasso, a un recente incontro promosso dall’associazione Vola Gino Lisa, ha detto di seguire «molto attentamente» l’evoluzione del mercato aeroportuale che sta per nascere in provincia di Foggia. Analoghi interessi manifestati da Potenza e, si dice, anche Benevento punterebbe più sul Gino Lisa che non sugli scali della costa tirrenica.

(foto e video Maizzi)

Il plauso di Emiliano

«Avevamo preso un impegno - spiega il governatore Emiliano - e lo abbiamo mantenuto: l’aeroporto Gino Lisa riparte con 4 nuovi collegamenti operati dalla compagnia Lumiwings con Milano, Torino, Verona e Catania, a partire da fine settembre. C'è un enorme lavoro dietro questo risultato, un lavoro di squadra che punta alla crescita economica e turistica di questa meravigliosa provincia tutto l'anno. Dopo due anni di pandemia, il traffico aereo in Puglia ha segnato, nel mese di maggio, più 20% di passeggeri rispetto all’epoca pre-covid. Segnali importantissimi per la nostra regione e per la nostra economia che intendiamo cogliere pienamente».

«Foggia è il centro della regione Puglia, è il giocatore forse con maggiori possibilità di miglioramento che abbiamo per diverse ragioni, innanzitutto per la sua posizione geografica e la disponibilità di acqua, per l'intraprendenza e l’onestà dei suoi cittadini, per la rabbia che Foggia ha accumulato negli anni che, se viene impiegata in modo razionale, può essere un’energia molto forte». Lo sostiene il presidente della regione Puglia Michele Emiliano che questa mattina ha presentato i quattro voli che da settembre partiranno dall’aeroporto Gino Lisa di Foggia che tornerà operativo dopo 11 anni. «Quello che abbiamo fatto oggi - aggiunge - è di allungare finalmente la pista dell’aeroporto e trovare il partner che ci consenta voli per le principali città italiane». Secondo il presidente questo «è un gesto di grande attenzione da parte di Aeroporti di Puglia che rimette Foggia al centro dell’attività economica turistica della regione».

«Il turismo è solo uno degli aspetti dell’attrattività di un territorio. Se il territorio è attrattivo si fa economia e si fa turismo». Lo ha detto il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano a Foggia nel corso di un convegno sulla destagionalizzazione del turismo. «A Foggia non manca nulla per essere attrattivo - ha sottolineato Emiliano - dobbiamo cominciare a giocare smettendo di litigare, di fare i conflitti. A me non interessa nulla della provenienza politica di una persona ma valutiamo solo che sia utile al territorio. Abbiamo chiesto per esempio a tutti le organizzazioni turistiche della regione e della provincia di consentire al turismo di funzionare». «Noi - ha proseguito - dobbiamo trovare il modo per aiutarli tutto l’anno, anche durante la stagione invernale». Secondo Emiliano «i voli all’aeroporto Gino Lisa saranno molto collegati al traffico turistico che avremo, quindi bisogna assicurarlo tutto l’anno. Molte attività rischiano durante l’inverno di non avere fatturato sufficiente ed è lì che dobbiamo promuovere specificatamente il turismo a 365 giorni l’anno in provincia di Foggia». «Perché - ha concluso - nel momento in cui abbiamo i voli, dobbiamo avere anche le attività che con quei voli devono fare avanti e indietro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -

BAT

 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725