Domenica 11 Aprile 2021 | 21:50

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso nel Foggiano
Apricena, sottrae 40mila euro a due fratelli disabili: indagato parroco

Apricena, sottrae 40mila euro a due fratelli disabili: indagato parroco

 
colpo fallito
Cerignola, benzinaio ferito alla testa con calcio pistola: i banditi cercavano l'incasso

Cerignola, benzinaio ferito alla testa con calcio pistola: i banditi cercavano l'incasso

 
L'emergenza
Foggia, al via le vaccinazioni  anti Covid in modalità «drive in»: da oggi operativo il drive through

Foggia, al via le vaccinazioni anti Covid in modalità «drive in»: da oggi operativo il drive through

 
Nel foggiano
S.Severo, tenta di corrompere CC dopo un controllo: arrestato automobilista rumeno

S.Severo, tenta di corrompere CC dopo un controllo: arrestato automobilista rumeno

 
Tragedia sfiorata
Foggia, ciclista investito da auto finisce in ospedale

Foggia, ciclista investito da auto finisce in ospedale

 
la decisione
Carapelle, attentati ad azienda agricola: previsti servizi di tutela nei confronti dell'imprenditore

Carapelle, attentati ad azienda agricola: previsti servizi di tutela nei confronti dell'imprenditore

 
La denuncia
Foggia, negato manifesto funebre a un testimone di giustizia

Foggia, negato manifesto funebre
a un testimone di giustizia

 
Il caso
Foggia, parrucchiera sfida il dpcm e apre il salone: «Siamo stanchi»

Foggia, parrucchiera sfida il dpcm e apre il salone: «Siamo stanchi»

 
In Piazza Giordano
Foggia, incendiano cassonetto e va a fuoco una Mercedes in pieno centro

Foggia, incendiano cassonetto in pieno centro, ma prende fuoco anche una Mercedes 

 

Il Biancorosso

Il punto
Bari, Carrera a modo suo: «Non tutto da buttare»

Bari, Carrera a modo suo: «Non tutto da buttare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaIndustria
Stellantis «minaccia» la Basilicata

Stellantis «minaccia» la Basilicata

 
BrindisiNel Brindisino
Torre Canne, la spiaggia è sempre più accessibile e alla portata di tutti

Torre Canne, la spiaggia è sempre più accessibile e alla portata di tutti

 
TarantoNel Tarantino
Palagianello, lo zio «orco» la tiene incatenata in casa e prova a darle fuoco: in carcere

Palagianello, lo zio «orco» la tiene incatenata in casa e prova a darle fuoco: in carcere

 
BariPolizia Locale
Bari, pizzeria accoglie clienti ai tavoli e comitiva organizza festino in un B&B: pioggia di multe

Bari, pizzeria accoglie clienti ai tavoli e comitiva organizza festino in un B&B: pioggia di multe

 
HomeIncidente mortale
Tragedia a Nardò, scontro tra 3 auto: due morti e 4 feriti

Tragedia a Nardò, scontro fra tre auto: morta 75enne, quattro feriti gravi FOTO

 
MateraIl caso
Policoro, paziente positivo al pronto soccorso: chiuso per sanificazione

Policoro, paziente positivo al pronto soccorso: chiuso per sanificazione

 
FoggiaIl caso nel Foggiano
Apricena, sottrae 40mila euro a due fratelli disabili: indagato parroco

Apricena, sottrae 40mila euro a due fratelli disabili: indagato parroco

 
BatNella Bat
Bisceglie, bombe danneggiarono ben 7 auto parcheggiate: 2 arresti

Bisceglie, bombe danneggiarono ben 7 auto parcheggiate: 2 arresti

 

i più letti

Il caso

S.Giovanni Rotondo: l'ospedale Casa Sollievo della Sofferenza rischia il crac

Emiliano vede Parolin e i vescovi: «Una legge per il salvataggio»

S.Giovanni Rotondo: l'ospedale Casa Sollievo della Sofferenza rischia il crac

Casa Sollievo della Sofferenza è uno dei più importanti ospedali pugliesi. Ma l’emergenza covid ha dato il colpo di grazia a una situazione compromessa da almeno un decennio: il mancato raggiungimento dei tetti di spesa ha fatto sì che il bilancio 2020 si sia chiuso con quasi 50 milioni di perdite. E i debiti hanno superato quota 100 milioni.
Dell’ospedale di San Giovanni Rotondo bisogna parlare con i verbi in forma dubitativa, perché il Vaticano non rende noti i conti. La scorsa settimana la Conferenza episcopale pugliese ha incontrato il presidente della Regione, Michele Emiliano, che si è presentato al tavolo annunciando di aver parlato in videoconferenza con il segretario di Stato della Santa Sede, monsignor Pietro Parolin. Serve un intervento per salvare Casa Sollievo, che qualcuno già paragona - per ampiezza del possibile «buco» - alla Divina Provvidenza di Bisceglie.

La situazione è tutt’altro che semplice. Tanto che la Segreteria di Stato starebbe pensando a un commissariamento dell’ospedale per sostituire l’attuale direttore generale, Michele Giuliani, subentrato due anni fa a Domenico Crupi: l’obiettivo è attivare una interlocuzione con Palazzo Chigi, per chiedere un finanziamento straordinario sulla falsariga di quello garantito ogni anno al Bambin Gesù. Al tavolo con i vescovi pugliesi, cui hanno partecipato tra gli altri Francesco Moscone (arcivescovo di Manfredonia) e Vito Angiulli (Ugento) è stato chiesto che pure la Regione faccia la propria parte.
Il piano c’è, ma le incognite sono ancora tante. San Giovanni Rotondo fino al 2018 era il primo ospedale pugliese per saldo di mobilità attiva, e il solo reparto di Oncologia fattura più dell’intero Irccs di Bari. L’ospedale è in una vecchia struttura che fino a quindici anni fa aveva stanzoni a sei letti senza bagni: le riorganizzazioni hanno fatto calare il numero dei posti, ma l’ente ecclesiastico continua ad avere 2.300 dipendenti. Una infinità.

L’idea della Regione passa per la costruzione di un nuovo ospedale, da finanziare con i fondi ex articolo 20 (solo una volta in trent’anni il ministero ha autorizzato l’utilizzo di fondi pubblici per un ospedale privato). In parallelo, la Regione erogherebbe alla Fondazione «Casa Sollievo» l’intero tetto di spesa (257 milioni) vuoto per pieno, rinviando a 5-7 anni gli eventuali conguagli: una boccata di ossigeno per costruire un piano di salvataggio. Si può fare, ma serve una legge regionale che Emiliano è disposto a far approvare: chiede in cambio di poter contare nella gestione, e soprattutto chiede una «garanzia forte» del Vaticano. Ma l’unico impegno arrivato da Oltretevere, a quanto pare, è di presentare una richiesta a Palazzo Chigi: già ai tempi di Fitto (governo Berlusconi) San Giovanni Rotondo ottenne un finanziamento straordinario di 60 milioni.
I tre enti ecclesiastici (Acquaviva, Tricase, San Giovanni Rotondo) sono un pezzo importante della sanità pugliese. In un decennio il finanziamento regionale è passato da 362 a 497 milioni l’anno (2019), mentre nello stesso periodo le aziende sanitarie sono salite da 464 a 758 milioni: il solo Policlinico di Bari ha avuto un incremento (+143 milioni) superiore a quello dei tre ecclesiastici (+134) che garantiscono il doppio delle prestazioni. Tuttavia San Giovanni Rotondo dovrebbe avere un patrimonio enorme, tra fondi e lasciti, il cui ammontare è ignoto: potrebbe essere quello la «garanzia forte» che Emiliano chiede per accompagnare il salvataggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie