Domenica 27 Settembre 2020 | 08:22

NEWS DALLA SEZIONE

Tragedia sfiorata
Foggia, auto contro carro-attrezzi sulla SS16: ferita donna, trasportata in elisoccorso

Foggia, auto contro carro-attrezzi sulla SS16: ferita donna, trasportata in elisoccorso

 
emergenza contagio
Lucera, studente positivo al Covid: convitto chiuso fino al 28

Lucera, studente positivo al Covid: convitto chiuso fino al 28

 
sanità
Foggia, concorso Oss procedono assunzioni dei vincitori: 70 ricorsi respinti dal Tar

Foggia, concorso Oss procedono assunzioni dei vincitori: 70 ricorsi respinti dal Tar

 
controlli della Polizia locale
Foggia, obbligo mascherina all'aperto: fioccano le prime multe

Foggia, obbligo mascherina all'aperto: fioccano le prime multe

 
«In vino veritas»
Torremaggiore, imprenditori agricoli vessati da richieste estorsive: due in manette

Torremaggiore, imprenditori agricoli vessati da richieste estorsive: due in manette

 
Emergenza contagi
Foggia, 64 i positivi Covid ricoverati nel policlinico Riuniti

Foggia, 64 i contagiati da Covid ricoverati nel policlinico Riuniti
Positivo anche dipendente Amgas

 
Criminalità
Foggia, rubano nel ristornate mentre è in corso blitz interforze

Foggia, rubano nel ristornate mentre è in corso blitz interforze

 
l'operazione
Foggia, escalation rapine: blitz interforze all'alba e controlli a tappeto

Foggia, escalation rapine: blitz interforze all'alba e controlli a tappeto

 
Operazione Ps e Gdf
San Severo, sigilli al «tesoro» del malaffare: sequestrati beni a plupregidicato

San Severo, sigilli al «tesoro» del malaffare: sequestrati beni a noto pregiudicato

 
Ordinanza
Covid Foggia, obbligo mascherina e chiusi domenica i centri commerciali

Covid Foggia, obbligo mascherina e chiusi domenica i centri commerciali

 

Il Biancorosso

Serie C
bari calcio, mister Auteri: « A Francavilla imporremo nostro gioco»

Bari calcio, mister Auteri: « A Francavilla imporremo nostro gioco»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Materaturiste minorenni violentate
Stupro a Marconia, al via incidente probatorio: una delle vittime ha riconosciuto i 4 indagati

Stupro a Marconia, al via incidente probatorio: una delle vittime ha riconosciuto i 4 indagati

 
BariIl caso
Bari, il lungomare di Santo Spirito è al buio da 2 giorni: l'allarme dei cittadini

Bari, il lungomare di Santo Spirito è al buio da 2 giorni: l'allarme dei cittadini

 
PotenzaIl virus
Coronavirus in Basilicata, 4 nuovi positivi a Potenza: tutti della stessa famiglia

Coronavirus in Basilicata, 4 nuovi positivi a Potenza: tutti della stessa famiglia

 
TarantoA Torre Ovo
Taranto, marito e moglie entrambi poliziotti salvano anziano dalla furia del mare

Taranto, marito e moglie entrambi poliziotti salvano anziano dalla furia del mare

 
BrindisiA Punta della Contessa
Brindisi, allarme morìa di pesci, l’Arpa: «Cause naturali»

Brindisi, allarme morìa di pesci, l’Arpa: «Cause naturali»

 
LecceControlli dei CC
Poggiadro, coppia di pusher nascondevano in casa cocaina e marijuana: due in manette

Poggiardo, coppia di pusher nascondeva in casa cocaina e marijuana: arrestati

 
GdM.TVTragedia sfiorata
Foggia, auto contro carro-attrezzi sulla SS16: ferita donna, trasportata in elisoccorso

Foggia, auto contro carro-attrezzi sulla SS16: ferita donna, trasportata in elisoccorso

 

i più letti

RIQUALIFICAZIONE

San Severo, immobili confiscati alle cosche mafiose destinati al Comune

Stanziati 57mila euro destinati alla manutenzione. L’obiettivo: «Recuperare immobili sequestrati e dar vita alla rivitalizzazione di quartieri periferici»

San Severo, immobili confiscati alle cosche mafiose destinati al Comune

San Severo - Saranno ristrutturati a San Severo per essere utilizzati nelle attività dei cantieri di antimafia sociale due immobili sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata: uno si trova al piano terra in una palazzina in via Ascoli Satriano, il secondo è ancora un locale a piano terra in via Accadia. Lo ha deciso la giunta comunale sanseverese, che dato mandato al dirigente dell’area opere pubbliche, Benedetto di Lullo, di avviare gli atti necessari alla riqualificazione del bene, al fine di consentire la fruizione quale struttura ricreativa e ricettiva che ospiterà parte delle attività dei cantieri che diventeranno fulcro catalizzatore delle attività di animazione socio urbana. Mentre al dirigente dell’aria patrimonio Francesco Rizzitelli è stato dato mandato di procedere all’acquisto degli arredi necessari alla realizzazione delle attività previste.

«La riqualificazione dei bene confiscati» dicono dal municipio «consentirà di rimarcarne l’azione educativa e rieducativa in materia di legalità. All’interno dei luoghi sottratti alla criminalità organizzata nasceranno i laboratori innovativi di antimafia sociale, che saranno spazi rigenerati da condividere per sostenere progetti socio-culturali innovativi che diano nuova vita recuperando edifici confiscati e dando vita a percorsi di rivitalizzazione di quartieri periferici».

Da anni l’amministrazione comunale del centro dell’alto Tavoliere è in prima fila nella realizzazione di progetti di antimafia sociale, volti alla educazione alla cittadinanza attiva. Tra questi, vi è «Made in San Severo: la ricetta della legalità», un progetto che prevede la riqualificazione, materiale e funzionale, di beni confiscati alla criminalità per creare luoghi che offrano ai giovani opportunità concrete di aggregazione, socializzazione e formazione, prevenendo situazione di disagio e di esclusione sociale.  Nei giorni scorsi su proposta e relazione dell’assessore comunale alle politiche sociali, Simona Venditti, la giunta comunale ha deliberato di procedere alla riqualificazione di due beni immobili. Si tratta di locali che furono confiscati nel 2015, dalla Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata. Con questa iniziativa il Comune intende dare impulso ad una fase che prevede l’utilizzo e ri-funzionalizzazione dei beni confiscati alla criminalità per finalità di prevenzione.

La decisione adottata dalla giunta comunale rappresenta l’ultima tappa di un lungo percorso iniziato nel 2017 e che vede l’ente locale capofila nei cantieri innovativi di antimafia sociale finanziati dalla Regione. Intanto per i lavori di ristrutturazione ed adeguamento dei locali dei beni confiscati nel progetto l’esecutivo ha previsto lo stanziamento di 42mila euro per la manutenzione e di 15mila euro per l’utilizzo dei locali e le attrezzature da utilizzare per le attività.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie