Domenica 12 Luglio 2020 | 08:33

NEWS DALLA SEZIONE

Furto e riciclaggio
Cerignola, sorpresi a smontare auto fuggono alla vista dei CC: 2 arrestati

Cerignola, sorpresi a smontare auto fuggono alla vista dei CC: 2 arrestati

 
Lavoro
Foggia, Comune torna ad assumere dopo 20 anni: concorso per 75 persone

Foggia, Comune torna ad assumere dopo 20 anni: concorso per 75 persone

 
Sanità
Manfredonia, mammografie liste interminabili al San Camillo

Manfredonia, mammografie liste interminabili al San Camillo

 
Il caso
Foggia, sgomberate altre 13 famiglie nel centro storico

Foggia, sgomberate altre 13 famiglie nel centro storico

 
controlli Polizia locale
Vieste. vendita merce contraffatta sulle spiagge: allontanati 5 venditori ambulanti con Daspo

Vieste, vendita merce contraffatta in spiaggia: allontanati 5 ambulanti con Daspo

 
Borsa Merci
Foggia, grano, nuovo agguato sul prezzo: abbassato di 2 euro a quintale, l'ira degli agricoltori

Foggia, grano, nuovo agguato sul prezzo: abbassato di 2 euro a quintale, l'ira degli agricoltori

 
la tragedia
Vieste, avverte malore in mare e annega «Nanu», braccio destro di Vallanzasca

Vieste, avverte malore in mare e annega «Nanu», braccio destro di Vallanzasca

 
fase 3
Foggia, dopo 4 mesi riapre mercato settimanale

Foggia, dopo 4 mesi riapre mercato settimanale FOTO

 
attimi di tensione
Foggia, aggredisce poliziotti e sputa ai passanti: arrestato ghanese 35enne

Foggia, aggredisce poliziotti e sputa ai passanti: arrestato ghanese 35enne

 
questa mattina
Bari, protesta braccianti agricoli davanti sede della Regione

Bari, protesta braccianti agricoli davanti sede della Regione

 

Il Biancorosso

calcio
Bari, si avvicina la sfida playoff, Simeri: «Daremo tutto»

Bari, si avvicina la sfida playoff, Simeri: «Daremo tutto»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariI controlli
Bari, pesce non tracciato e ricci: sequestrati 3 quintali da Guardia costiera

Bari, pesce non tracciato e ricci: sequestrati 3 quintali da Guardia costiera

 
BatMusica
Piero Pelù torna in Puglia per Battiti Live: immortalato ai piedi di Castel Del Monte

Piero Pelù torna in Puglia per Battiti Live: immortalato ai piedi di Castel Del Monte

 
GdM.TVL'intervista
Racale, chi rapì il piccolo Mauro? La mamma: « Dopo 43 anni chiediamo la verità e che torni a casa»

Racale, chi rapì il piccolo Mauro? La mamma: « Dopo 43 anni chiediamo la verità e che torni a casa»

 
TarantoVino
Primitivo di Manduria, stop di 3 anni a crescita dei vigneti

Primitivo di Manduria, stop di 3 anni a crescita dei vigneti

 
FoggiaFurto e riciclaggio
Cerignola, sorpresi a smontare auto fuggono alla vista dei CC: 2 arrestati

Cerignola, sorpresi a smontare auto fuggono alla vista dei CC: 2 arrestati

 
PotenzaIstruzione
Basilicata, Medicina: manca solo la firma, dal 2021 qui 60 matricole

Basilicata, Medicina: manca solo la firma, dal 2021 qui 60 matricole

 
BrindisiCriminalità
Fasano, presto le ronde contro i furti nelle abitazioni

Fasano, presto le ronde contro i furti nelle abitazioni

 
MateraIl ritrovamento
Trafugata nel 2008 la scultura del cane di San Rocco torna in chiesa a Gorgoglione

Trafugata nel 2008 la scultura del cane di San Rocco torna in chiesa a Gorgoglione

 

i più letti

Il caso

Strage di San Marco in Lamis: «Anche cognato boss sia vittima innocente»

Lo chiedono i familiari di De Palma ucciso con il boss e 2 testimoni. Si torna in aula il 3 febbraio

Mafia, intitolato ai fratelli Luciani presidio Libera San Marco in Lamis

FOGGIA - «La famiglia chiede solo che Matteo venga riconosciuto come vittima innocente della strage di San Marco in Lamis». Lo afferma l’avvocato Angelo Salvemini, legale della famiglia di Matteo De Palma, cognato del capoclan Mario Luciano Romito, uccisi entrambi il 9 agosto 2017 da sicari, che poi ammazzarono anche i due fratelli Luciani, Aurelio e Luigi, ritenendoli testimoni scomodi dell’agguato. L'avvocato è intervenuto in una nuova udienza del processo in Corte d’Assise a Foggia a carico di Giovanni Caterino, presunto basista del commando armato che quella mattina fece fuoco uccidendo i quattro uomini.

«Così come lo sono i due fratelli Luciani, noi chiediamo - ha detto il legale - che anche Matteo venga riconosciuto come vittima innocente. Era un operaio, privo di censure. Aveva preso qualche giorno di ferie per il suo 44/o compleanno e la sua unica colpa è stata accompagnare in auto il cognato a cui avevano revocato la patente in quanto sorvegliato speciale. Ha scontato una serie di conseguenze solo per la parentela con Romito».

Nell’udienza sono stati ascoltati periti e carabinieri che hanno compiuto le indagini e trascritto le intercettazioni.
Si torna in aula il 3 febbraio. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie