Lunedì 14 Ottobre 2019 | 12:20

NEWS DALLA SEZIONE

nel foggiano
Orta Nova, in 4 tentano colpo in banca: ferita una guardia giurata

Orta Nova, in 4 tentano colpo in banca: ferita una guardia giurata

 
nel Foggiano
Carapelle, incendio in centro raccolta rifiuti: bruciano 3 compattatori

Carapelle, incendio in centro raccolta rifiuti: bruciano 3 compattatori

 
L'emergenza
Cerignola, rischio caos rifiuti: «Rescisso il contratto, serve nuovo gestore»

Cerignola, rischio caos rifiuti: «Rescisso il contratto, serve nuovo gestore»

 
baby gang
Foggia, ragazzini aggrediscono passanti con calci e pugni

Foggia, ragazzini aggrediscono passanti con calci e pugni

 
L'analisi
Orta Nova: «Se la famiglia di oggi fa più morti della mafia»

Orta Nova: «Se la famiglia di oggi fa più morti della mafia»

 
Il caso
Assenteismo a Foggia, 10 dipendenti a processo: l’indagine al Consorzio di bonifica

Assenteismo a Foggia, 10 dipendenti a processo: l’indagine al Consorzio di bonifica

 
la scoperta
Comune Cerignola sciolto per mafia, bossoli vicino a sede locale Pd

Comune Cerignola sciolto per mafia, bossoli vicino a sede locale Pd.
La solidarietà di Zingaretti

 
nel foggiano
Monte S.Angelo, polizia pizzica ricercato clan Li Bergolis: ora è in sorveglianza speciale

Monte S.Angelo, polizia pizzica ricercato clan Li Bergolis: ora è in sorveglianza speciale

 
Tragedia nel foggiano
Orta Nova, uccide moglie e figlie a colpi di pistola e si toglie la vita

Orta Nova: uccide moglie e 2 figlie a colpi di pistola, avvisa i cc e si toglie la vita

 
Il giallo
Vieste, cani uccisi con esche avvelenate: scattano i controlli della Forestale

Vieste, cani uccisi con esche avvelenate: scattano i controlli della Forestale

 

Il Biancorosso

contro la ternana
Il Bari non sbaglia più: vittoria che sa di svolta

Il Bari non sbaglia più: vittoria che sa di svolta

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccenel salento
Nardò, 16enne cade facendo parkour: in coma

Nardò, 16enne cade facendo parkour: in coma

 
Brindisinel Brindisino
Erchie, tormenta l'ex moglie per convincerla a lasciare la casa coniugale: divieto di avvicinamento

Erchie, tormenta l'ex moglie per convincerla a lasciare la casa coniugale: divieto di avvicinamento

 
PotenzaI dati
Criminalità, per il Sole 24 Ore la Basilicata è «quasi tranquilla»

Criminalità, per il Sole 24 Ore la Basilicata è «quasi tranquilla»

 
Tarantol'indagine
Martina Franca, spaccio di droga, chiamata «Babà», era diventato un lavoro: 3 in carcere

Martina Franca, spaccio di droga, chiamata «Babà», era diventato un lavoro: 3 in carcere

 
Foggianel foggiano
Orta Nova, in 4 tentano colpo in banca: ferita una guardia giurata

Orta Nova, in 4 tentano colpo in banca: ferita una guardia giurata

 
Barinel Barese
Molfetta, moria di gatti a Madonna della Rosa

Molfetta, moria di gatti a Madonna della Rosa

 
MateraIl caso
Sparatoria nella notte a Policoro, due feriti: scatta un fermo

Mafia: duplice tentato omicidio a Policoro, fermato 49enne

 

i più letti

La visita

Landini nel ghetto di Borgo Mezzanone: «Non si può vivere così»

Il segretario della Cgil ha visitato prima la struttura di accoglienza e poi quella abusiva che ospita in condizioni precarie circa 1500 migranti impegnati stagionalmente nelle campagne

Landini nel ghetto di Borgo Mezzanone: «Non si può vivere così»

Foto Cgil Puglia

FOGGIA -  «La situazione qui è inaccettabile, credo che non si possa vivere in quelle condizioni». Lo ha detto il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini riferendosi alle condizioni nella baraccopoli abusiva che sorge accanto al Cara (Centro Richiedenti Asilo), di Borgo Mezzanone vicino Foggia. Landini oggi ha visitato prima la struttura di accoglienza e poi quella abusiva che ospita in condizioni precarie circa 1500 migranti impegnati stagionalmente nelle campagne. A Borgo Mezzanone Landini ha anche inaugurato la sede della Camera del Lavoro.

«Questa è gente che lavora - ha detto - che ha diritto di vivere dignitosamente come chiunque altro. Coloro che li usano per raccogliere i pomodori dovrebbero anche offrire loro una casa e il vitto come accade in un paese civile». «Non si possono solo sfruttare o pagarli in nero - aggiunge - Sarebbe necessario che tutto il territorio si assumesse la responsabilità e che ci fosse anche un lavoro di qualità. La Cgil è qui per battersi con loro e garantire i diritti di tutti».

E sul caporalato aggiunge: «Ci sono leggi che andrebbero cancellate come la Bossi Fini, sono leggi balorde fatte in questi anni. Quando una persona essendo clandestina non può denunciare la situazione proprio per la sua condizione di clandestinità, capisci che c'è qualcosa che non funziona».«Se il permesso di soggiorno è legato al lavoro e c'è qualcuno che ti ricatta - ha detto ancora - è evidente che sono leggi sbagliate che non servono a superare questo problema. Penso anche ai decreti chiamati sicurezza, ma la sicurezza per chi? Da questo punto di vista credo sia fondamentale denunciare questa situazione e farlo con forza. Bisogna anche far riflettete tutti che continuando a sfruttare le persone in questo modo non si fa decollare le potenzialità che dell’economia». «Ci sono pezzi del nostro paese - ha concluso - che andrebbero valorizzati per la qualità dei prodotti che fanno, per la qualità della vita, per il turismo. Occorre un cambio di cultura che parti, dal lavoro, dai diritti dei lavoratori».

«Non bisogna combattere i neri, bisogna combattere il lavoro nero. Il caporalato si sta estendendo. Bisogna combatterlo». Così il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini ha risposto alla domanda di un cronista in merito alla nuove forme di caporalato che stanno interessando altri settori economici oltre all’agricoltura come la ristorazione e l’edilizia.
«Lo Stato dovrebbe battersi maggiormente in questa direzione - precisa Landini - In particolare penso al Governo, perché le forze dell’ordine stanno facendo arresti, andrebbero potenziati sia gli ispettorati del lavoro sia tutti i servizi che dovrebbero operare in questo senso». «Ci sarebbero da fare molte assunzioni per combattere il caporalato - aggiunge - Anche perché chi lo sfrutta non è gente di colore ma è bianca. Questo è il punto che va combattuto, siamo qui per denunciare questa situazione». «Le istituzioni - ha concluso - devono smetterla di far finta che non vi sia questo problema».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie