Venerdì 19 Luglio 2019 | 22:34

NEWS DALLA SEZIONE

Il rapporto
Relazione semestrale Dia: «Mafia foggiana più efferata della 'ndrangheta»

Relazione semestrale Dia: «Mafia foggiana più efferata della 'ndrangheta»

 
Lo stabilimento
Con la Princes Foggia diventa capitale del pomodoro: in arrivo 1500 posti di lavoro

Con la Princes Foggia diventa capitale del pomodoro: ogni stagione offerti fino a 1500 posti di lavoro

 
Sfruttamento del lavoro
Caporalato, conferenza permanente in Prefettura a Foggia

Caporalato, conferenza permanente in Prefettura a Foggia

 
Corsa alle polizze
Foggia, clima pazzo: agricoltori «costretti» ad assicurarsi

Foggia, clima pazzo: agricoltori «costretti» ad assicurarsi

 
Emergenza abitativa
Foggia, da 14 anni vivono in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

Foggia, da 14 anni in container invasi da topi e blatte: secondo giorno di protesta delle mamme

 
Femminicidio
San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata

San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata. Domani i funerali

 
Nel Foggiano
Orta Nova, commando sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

Orta Nova, banda sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

 
Bullismo
Candela, 15enne disabile picchiato e insultato nella villa comunale da coetanei

Candela, 15enne disabile picchiato e insultato in villa comunale da coetanei

 
Operazione Rodolfo
Mafia e estorsione a imprenditori agricoli: in carcere 3 esponenti clan foggiani

Foggia, mafia e estorsione a imprenditori agricoli: in carcere 3 esponenti clan

 
Il video
San Severo, la festa del Soccorso con la corsa dei «fujenti» tra i petardi

San Severo, la festa del Carmelo con la corsa dei «fujenti» tra i petardi

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Cornacchini aspetta altri rinforziIl Bari va a caccia di difensori

Cornacchini aspetta altri rinforzi
Il Bari va a caccia di difensori

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoAl rione Salinella
Taranto, uccisero pregiudicato sparando tra la gente: 20 anni a 2 fratelli

Taranto, uccisero pregiudicato sparando tra la gente: 20 anni a 2 fratelli

 
BariSocietà fallì nel 2011
Bancarotta, Riesame restituisce 1mln di euro a imprenditore barese Degennaro

Bancarotta, Riesame restituisce 1mln di euro a imprenditore barese Degennaro

 
PotenzaL'incidente
Teana, travolto da trattore mentre lavorava i campi: morto 77enne

Teana, travolto da trattore mentre lavorava i campi: morto 77enne

 
LecceL'evento
Otranto, il Faro di Punta Palascìa apre al pubblico

Otranto, il Faro di Punta Palascìa apre al pubblico

 
MateraIl progetto
Huwaei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

Huawei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

 
BrindisiPer un valore di 1000 euro
Da Brindisi al Coin di Lecce per rubare profumi: arrestati tre giovani

Da Brindisi al Coin di Lecce per rubare profumi: arrestati tre giovani

 
BatL'istanza
Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

 

i più letti

La visita

Landini nel ghetto di Borgo Mezzanone: «Non si può vivere così»

Il segretario della Cgil ha visitato prima la struttura di accoglienza e poi quella abusiva che ospita in condizioni precarie circa 1500 migranti impegnati stagionalmente nelle campagne

Landini nel ghetto di Borgo Mezzanone: «Non si può vivere così»

Foto Cgil Puglia

FOGGIA -  «La situazione qui è inaccettabile, credo che non si possa vivere in quelle condizioni». Lo ha detto il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini riferendosi alle condizioni nella baraccopoli abusiva che sorge accanto al Cara (Centro Richiedenti Asilo), di Borgo Mezzanone vicino Foggia. Landini oggi ha visitato prima la struttura di accoglienza e poi quella abusiva che ospita in condizioni precarie circa 1500 migranti impegnati stagionalmente nelle campagne. A Borgo Mezzanone Landini ha anche inaugurato la sede della Camera del Lavoro.

«Questa è gente che lavora - ha detto - che ha diritto di vivere dignitosamente come chiunque altro. Coloro che li usano per raccogliere i pomodori dovrebbero anche offrire loro una casa e il vitto come accade in un paese civile». «Non si possono solo sfruttare o pagarli in nero - aggiunge - Sarebbe necessario che tutto il territorio si assumesse la responsabilità e che ci fosse anche un lavoro di qualità. La Cgil è qui per battersi con loro e garantire i diritti di tutti».

E sul caporalato aggiunge: «Ci sono leggi che andrebbero cancellate come la Bossi Fini, sono leggi balorde fatte in questi anni. Quando una persona essendo clandestina non può denunciare la situazione proprio per la sua condizione di clandestinità, capisci che c'è qualcosa che non funziona».«Se il permesso di soggiorno è legato al lavoro e c'è qualcuno che ti ricatta - ha detto ancora - è evidente che sono leggi sbagliate che non servono a superare questo problema. Penso anche ai decreti chiamati sicurezza, ma la sicurezza per chi? Da questo punto di vista credo sia fondamentale denunciare questa situazione e farlo con forza. Bisogna anche far riflettete tutti che continuando a sfruttare le persone in questo modo non si fa decollare le potenzialità che dell’economia». «Ci sono pezzi del nostro paese - ha concluso - che andrebbero valorizzati per la qualità dei prodotti che fanno, per la qualità della vita, per il turismo. Occorre un cambio di cultura che parti, dal lavoro, dai diritti dei lavoratori».

«Non bisogna combattere i neri, bisogna combattere il lavoro nero. Il caporalato si sta estendendo. Bisogna combatterlo». Così il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini ha risposto alla domanda di un cronista in merito alla nuove forme di caporalato che stanno interessando altri settori economici oltre all’agricoltura come la ristorazione e l’edilizia.
«Lo Stato dovrebbe battersi maggiormente in questa direzione - precisa Landini - In particolare penso al Governo, perché le forze dell’ordine stanno facendo arresti, andrebbero potenziati sia gli ispettorati del lavoro sia tutti i servizi che dovrebbero operare in questo senso». «Ci sarebbero da fare molte assunzioni per combattere il caporalato - aggiunge - Anche perché chi lo sfrutta non è gente di colore ma è bianca. Questo è il punto che va combattuto, siamo qui per denunciare questa situazione». «Le istituzioni - ha concluso - devono smetterla di far finta che non vi sia questo problema».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie