Venerdì 23 Agosto 2019 | 07:48

NEWS DALLA SEZIONE

La condanna
Foggia, 8 chili marijuana in frigo: patteggia due anni

Foggia, 8 chili marijuana in frigo: patteggia due anni

 
Dai Cc
San Ferdinando, aveva una pistola con cartucce: arrestato 49enne

San Ferdinando, aveva una pistola con cartucce: arrestato 49enne

 
Aggressione verbale
Cerignola, vuole la precedenza al pronto soccorso e infierisce sul medico

Cerignola, vuole la precedenza al pronto soccorso e infierisce sul medico

 
L'inchiesta
Cerignolano ucciso a Lodi, dubbi del pm sul movente della gelosia

Cerignolano ucciso a Lodi, dubbi del pm sul movente della gelosia

 
L'idea di due gelatai
Zapponeta, per preparare gelati usano la bava di lumaca invece dell’acqua

Zapponeta, per preparare gelati bava di lumaca al posto dell’acqua

 
Il ritrovamento
Ex macello di Cerignola nascondiglio per bombe e per droga

Ex macello di Cerignola nascondiglio per bombe e per droga

 
Il caso
Foggia, fiamme lungo i binari: traffico ferroviario sospeso e ritardi

Foggia, fiamme lungo i binari: traffico treni a singhiozzo. 
Uomo travolto da Lecce-Milano

 
L'INGV
Manfredonia, piccola scossa di terremoto sul Gargano

Manfredonia, piccola scossa di terremoto sul Gargano

 
Politica
Foggia, centrodestra a rischio: Landella si fa i conti

Foggia, centrodestra a rischio: Landella si fa i conti

 
Giovani e la musica
La leggenda del pianista di Apricena: dalla Puglia a Morricone e alla Tv

La leggenda del pianista di Apricena: dalla Puglia a Morricone e alla Tv

 
Nel paesino Foggiano
Roseto Valfortore, il sindaco: «Cercasi disperatamente segretario comunale»

«AAA cercasi segretario comunale a Roseto Valfortore»

 

Il Biancorosso

IL PUNTO
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone
ci sarà più qualità a centrocampo

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoInquinamento
Emissioni a Taranto, forse riaperte scuole ai Tamburi. Cisl: camino «fuma» ancora

Emissioni a Taranto, forse riaperte scuole ai Tamburi. Cisl: camino «fuma» ancora

 
PotenzaInquinamento
Maratea, allarme liquami: nuovo stop bagni a Fiumicello

Maratea, allarme liquami: nuovo stop bagni a Fiumicello

 
FoggiaLa condanna
Foggia, 8 chili marijuana in frigo: patteggia due anni

Foggia, 8 chili marijuana in frigo: patteggia due anni

 
BrindisiIl provvedimento
Ostuni, minacciava e picchiava ex: divieto di avvicinamento a stalker

Ostuni, minacciava e picchiava ex: divieto di avvicinamento a stalker
A Massafra in cella 46enne

 
LecceSalento e movida
Lecce, l'amarezza dei gestori delle discoteche dopo il blitz: noi estranei

Lecce, l'amarezza dei gestori delle discoteche dopo il blitz: noi estranei

 
MateraDalla Gdf
Matera, arrestato un uomo sulla 106: aveva 142 gramm di hashish

Matera, arrestato un uomo sulla 106: aveva 142 gramm di hashish

 

i più letti

Nel foggiano

La droga al telefono era «Latte e cornetti», sgominata banda a San Severo: 7 arresti VIDEO

All’operazione hanno preso parte oltre cento agenti

Blitz antidroga a San Severo: polizia arresta 7 persone

Avevano creato a San Severo - secondo l’accusa - un mercato di spaccio della droga, le sette persone arrestate all’alba dalla Polizia. Sei sono finite in carcere, una ai domiciliari, per tutti gli indagati le accuse sono di detenzione e cessioni di sostanze stupefacenti. Si tratta di Nicola Forte, di 37 anni, di sua moglie Raffaella Florio, di 26, Giuseppe Santarelli, 39, Matteo La Pietra, 36, Juri Bocola, 22, Matteo Russo, 33, e Leonardo Florio, quest’ultimo posto ai domiciliari, di 25 anni.

Le indagini sono partite nel gennaio dello scorso anno quando, durante un controllo, venne fermato Daniele Gemma, 30enne trovato in possesso di mezzo chilo di eroina. L’attività investigativa si è basata soprattutto sulle intercettazioni telefoniche che hanno permesso di sequestrare 50 grammi di cocaina, 18 chili di hashish, 500 grammi di eroina e 14 chili di marijuana. Il sequestro più importate di droga è stato eseguito il 4 maggio scorso ai danni di Vincenzo Bevilacqua, trovato in possesso di 30 chili tra marijuana e hashish, nascosti in un locale che, secondo gli inquirenti, veniva utilizzato come deposito di droga dai sette indagati.

Criptico il linguaggio utilizzato al telefono dagli spacciatori. Per far riferimenti alla droga parlano di 'cornettì, 'mezzo litro di latte', ma anche 'documentì e 'catalogò. Una quarantina gli episodi di spaccio contestati. In quattro mesi di indagine, gennaio-aprile 2018, gli investigatori hanno accertato l’esistenza di quattro gruppi dediti allo spaccio. Il primo era quello con a capo Nicola Forte e composto dai suoi stretti collaboratori, la moglie e Santarelli. La Pietra, invece, faceva parte di un secondo gruppo di pusher. Al terzo gruppo appartenevano invece i pusher Bocola e Russo. Infine vi era Leonardo Florio, posto ai domiciliari, che svolgeva autonomamente l’attività di spaccio. Nel corso delle indagini è emersa la figura di una donna che, oltre a prostituirsi presso la sua abitazione, offriva droga ai clienti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie