Venerdì 24 Settembre 2021 | 16:57

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

La protesta

Mattinata, sciopero della fame
operatori 118: «Assumeteci all'Asl»

Una ventina di persone chiedono l'internalizzazione a Sanitaservice

Una ventina di operatori del 118 di Mattinata hanno iniziato oggi lo sciopero della fame come forma di protesta pacifica contro la mancata internalizzazione presso la Sanitaservice. «Siamo ancora alle dipendenze di associazioni di volontariato - ha detto uno dei manifestanti che ha voluto mantenere l’anonimato - che gestiscono 19 postazioni in provincia di Foggia». Quello che chiedono i lavoratori, uno dei quali si è incatenato al pilone d’ingresso della Asl di Mattinata e rifiuta il cibo da ieri, è l'internalizzazione di tutte le postazioni «per avere pari dignità e pari stipendio rispetto ai loro colleghi che, invece, l'hanno ottenuta».

A Mattinata sono circa una ventina e in totale sono circa 200 che aspirano a questa sistemazione. "Abbiamo avuto degli incontri, tempo fa, con il Direttore della Asl Foggia, Vito Piazzolla che non si è detto affatto contrario e anzi ha promesso di darci una mano», hanno detto. Così come è sceso in campo, in loro aiuto, anche il vice presidente del Consiglio regionale, Giandiego Gatta che si rivolge direttamente al presidente della regione Puglia, Michele Emiliano «perché quello che sta accadendo agli operatori del 118 della provincia di Foggia, - afferma - rischia di creare una frattura sociale profondissima, con una gestione che crea 'figli e figliastrì». "L'internalizzazione presso la Sanità Service - sostiene Gatta - deve essere realizzata per tutti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie