Lunedì 26 Agosto 2019 | 02:07

NEWS DALLA SEZIONE

Tragedia nel Foggiano
Cade in mare da barca condotta dal marito: donna muore al largo di Foce Varano

Cade da barca condotta dal marito: donna muore al largo di Foce Varano

 
La band canta in via Zara
I «Kolors» oggi a Foggia per un concerto gratuito

I «Kolors» oggi a Foggia per un concerto gratuito

 
Arrestato 22 enne
Foggia, picchia la compagna incinta e le dice: Muori tu e il bambino

Foggia, picchia la compagna incinta e le dice: Muori tu e il bambino

 
Lotta alla droga
Trinitapoli, beccati 92 pacchi di cannabis light, ma in realtà era marijuana illegale

Trinitapoli, beccati con 92 pacchi di finta-cannabis light: arrestati in 2

 
Il caso
Foggia senza un canile: cuccioli salvati da volontari

Foggia senza un canile: cuccioli salvati da volontari

 
La condanna
Foggia, 8 chili marijuana in frigo: patteggia due anni

Foggia, 8 chili marijuana in frigo: patteggia due anni

 
Dai Cc
San Ferdinando, aveva una pistola con cartucce: arrestato 49enne

San Ferdinando, aveva una pistola con cartucce: arrestato 49enne

 
Aggressione verbale
Cerignola, vuole la precedenza al pronto soccorso e infierisce sul medico

Cerignola, vuole la precedenza al pronto soccorso e infierisce sul medico

 
L'inchiesta
Cerignolano ucciso a Lodi, dubbi del pm sul movente della gelosia

Cerignolano ucciso a Lodi, dubbi del pm sul movente della gelosia

 
L'idea di due gelatai
Zapponeta, per preparare gelati usano la bava di lumaca invece dell’acqua

Zapponeta, per preparare gelati bava di lumaca al posto dell’acqua

 

Il Biancorosso

IL PUNTO
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone
ci sarà più qualità a centrocampo

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceTragedia nel Salento
Si sente male mentre fa pesca subacquea: muore 56enne a Casalabate

Malore mentre fa pesca subacquea: muore 56enne a Casalabate

 
FoggiaTragedia nel Foggiano
Cade in mare da barca condotta dal marito: donna muore al largo di Foce Varano

Cade da barca condotta dal marito: donna muore al largo di Foce Varano

 
BariL'appuntamento
Distorsioni sonore: creatività e fantasia si incontrano ad Acquaviva

Distorsioni sonore: creatività e fantasia si incontrano ad Acquaviva

 
BatL'idea
Barletta, un mosaico a Canne per non dimenticare la storia

Barletta, un mosaico a Canne per non dimenticare la storia

 
MateraIncidente stradale
Tricarico, auto finisce contro il guard rail: 4 feriti, 3 sono gravi

Tricarico, auto finisce contro il guard rail: 4 feriti, 3 sono in gravi

 
BrindisiLa furia di un 53enne
Brindisi, la moglie lo lascia e lui distrugge i mobili: allontanato da casa

Brindisi, la moglie lo lascia e lui distrugge i mobili: allontanato da casa

 
PotenzaSanità
Potenza, al S. Carlo carenza di medici: colpa delle «porte girevoli»

Potenza, al S. Carlo carenza di medici: colpa delle «porte girevoli»

 
TarantoSanità
Castellaneta, chiuso il punto nascite in ospedale: bimbi trasferiti

Castellaneta, chiuso il punto nascite in ospedale: bimbi trasferiti

 

i più letti

Occupazione

Foggia, 30 portalettere licenziati per il decreto Dignità

Impossibile il rinnovo, la Slc Cisl: «Ora tante zone scoperte in città»

consegna posta, postino

FOGGIA - Il decreto Dignità manda a casa trenta portalettere foggiani, tutti in servizio da trentasei mesi e ormai divenuti quasi organici al ritmo e ai turni di lavoro con gli altri colleghi. Il tempo trascorso in azienda è risultato infatti fatale per questi ragazzi che hanno dovuto fare i conti con il nuovo decreto del governo che per combattere la precarietà dei contratti a tempo determinato, accorcia i limiti a dodici o al massimo a ventiquattro mesi costringendo i datori di lavoro a prendere atto di un quadro mutato. Già ma nel frattempo a rimetterci sono i lavoratori. Così le Poste, non potendo assumere i giovani che aveva nel frattempo provveduto a formare, ha mandato a casa tutto il contingente dei contrattisti precari. In attesa di tempi migliori, allo stato impossibili da prevedere. Nel frattempo niente più rinnovi, situazione congelata, consegne che potrebbero cominciare a ritardare a sentire i sindacati che hanno lanciato l’allarme.

A rimetterci però sarà anche l’utenza. «Le ripercussioni negative ricadranno anche sulla collettività - denuncia il segretario della Slc Cisl, Antonio Lepore - prima dell’entrata in vigore del decreto i lavoratori con contratto a tempo determinato avevano infatti l’opportunità di un lavoro sino a 36 mesi con 5 proroghe, cosa che permetteva un minimo di stabilità lavorativa e, nel contempo garantiva, una buona qualità della prestazione lavorativa resa a beneficio dei clienti. Il dipendente - aggiunge il sindacalista - nell’arco di questo periodo acquisiva professionalità e competenza che metteva a disposizione dell’utenza e della cittadinanza». Ora bisognerà sostituire le zone con altri portalettere, il turnover potrebbe non essere immediato poichè la principale prerogativa del portalettere è quella di conoscere a menadito i recapiti. Il sindacato teme contraccolpi nel servizio: «Adesso lo scenario cambia del tutto - puntualizza Lepore - l’introduzione delle nuove direttive sul lavoro a tempo determinato, non permetteranno più di poter effettuare rinnovi lunghi e pertanto.

Qualora Poste Italiane decidesse di assumere nuovi lavoratori con contratto a tempo determinato lo potrà fare solo con contratti a termine, senza causale con una durata massima di 12 mesi, indicando invece le causali per i contratti di durata superiore e che comunque non potranno superare i 24 mesi. Ciò significa che, nei fatti, vedremo cambiare sempre più frequentemente il portalettere della nostra zona, con tutti i disservizi che questo comporterà per l’apprendimento di un nuovo lavoro e con ‘sacrifici offerti in strada’ destinati a chiudersi dopo pochi mesi». Una novità non da poco se si considera che Poste Italiane ha di recente firmato un accordo per la consegna dei pacchi di Amazon: «L’accordo commerciale con Amazon - precisa il segretario della Slc Cisl - che permetterà il recapito dei pacchi anche nelle ore serali e nei festivi». Servirà più personale già formato, il sindacato prova a sostituirsi all’azienda: «L’unica strada percorribile resta quello del dialogo – rimarca il Lepore - bisogna coinvolgere tutti i soggetti attivi nello specifico per arrivare a correttivi equi che non penalizzino nessuno, perché chi ha la presunzione di voler risolvere tutto da solo corre proprio il rischio di rimanere solo alla fine».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie