Sabato 06 Giugno 2020 | 02:48

NEWS DALLA SEZIONE

Edilizia
San Giovanni Rotondo, l'Arca consegna 18 alloggi. Emiliano: «Casa è sinonimo di dignità»

San Giovanni Rotondo, l'Arca consegna 18 alloggi. Emiliano: «Casa è sinonimo di dignità»

 
La denuncia
Foggia, in fumo decine di ettari di grano, Coldiretti Puglia: «Colpa della criminalità»

Foggia, in fumo decine di ettari di grano, Coldiretti Puglia: «Colpa della criminalità»

 
L'iniziativa
Foggia, oltre 22mila litri di alcol sequestrati e devoluti dalla Gdf al Riuniti (e non solo)

Foggia, oltre 22mila litri di alcol sequestrati e devoluti dalla Gdf al Riuniti (e non solo)

 
Infrastrutture e servizi
Il tratto di pista già realizzato

Gino Lisa a Foggia, l'Enac chiede interventi radicali sulla pista

 
Viale Candelaro
Foggia, auto travolge donna in bicicletta: nell'impatto sfondato il parabrezza

Foggia, auto travolge donna in bicicletta: nell'impatto sfondato il parabrezza

 
I provvedimenti
Tre casi di stalking nel Foggiano: tra questi una 26enne che molestava una sua ex amica

Tre casi di stalking nel Foggiano: tra questi una 26enne che molestava una sua ex amica

 
Post coronavirus
Vieste, la costa del Gargano è «Covid free»: niente più contagiati o non ci sono mai stati

Vieste, la costa del Gargano è «Covid free»: niente più contagiati o non ci sono mai stati

 
nel foggiano
San Severo, in casa eroina e cocaina: giovane pusher ai domiciliari

San Severo, in casa eroina e cocaina: giovane pusher ai domiciliari

 
operazione della gdf
Eroina e cocaina da Lucera al Molise: 6 arresti, smantellato gruppo criminale

Droga da Lucera al Molise: 6 arresti, smantellato gruppo criminale VD

 
luoghi di culto
San Giovanni Rotondo, ripresa celebrazioni liturgiche: fedeli prenotano posto per funzione religiose

San Giovanni Rotondo, ripresa celebrazioni liturgiche: fedeli prenotano posto per funzioni religiose

 
Nel Tavoliere
Foggia, si riparte con la mietitura: dai campi spallata al Covid

Foggia, si riparte con la mietitura: dai campi la spallata al Covid

 

Il Biancorosso

serie C
C’è aria di fronda tra i club: il Bari vuole palla al centro

C’è aria di fronda tra i club: il Bari vuole palla al centro

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariAmbiente
Polignano, Parco Costa Ripagnola, ricorso proprietari a Mattarella per annullamento legge istitutiva

Polignano, Parco Costa Ripagnola, ricorso proprietari a Mattarella per annullamento legge istitutiva

 
FoggiaEdilizia
San Giovanni Rotondo, l'Arca consegna 18 alloggi. Emiliano: «Casa è sinonimo di dignità»

San Giovanni Rotondo, l'Arca consegna 18 alloggi. Emiliano: «Casa è sinonimo di dignità»

 
Brindisiterapia Covid
Brindisi, al «Perrino» prime 2 donazioni di plasma iperimmune

Brindisi, al «Perrino» prime 2 donazioni di plasma iperimmune

 
LecceCoronavirus
Soleto, anziana di nuovo malata di Covid dopo 4 tamponi negativi

Soleto, anziana di nuovo malata di Covid dopo 4 tamponi negativi

 
Potenzafase 3
Basilicata, piattaforma online per autosegnalazioni di lucani che tonano in regione

Basilicata, piattaforma online per autosegnalazioni di lucani che tornano in regione

 
BariI dati
Effetto Covid 19, meno reati a Bari e nella Bat: il bilancio dei carabinieri

Effetto Covid 19, meno reati a Bari e nella Bat: il bilancio dei carabinieri

 
Tarantomobilità sostenibile
Taranto prima in Puglia nella graduatoria: 800mila euro per piste ciclopedonali

Taranto prima in Puglia nella graduatoria: 800mila euro per piste ciclopedonali. Stanziati 13,8 mln dalla Regione

 

i più letti

Occupazione

Foggia, 30 portalettere licenziati per il decreto Dignità

Impossibile il rinnovo, la Slc Cisl: «Ora tante zone scoperte in città»

consegna posta, postino

FOGGIA - Il decreto Dignità manda a casa trenta portalettere foggiani, tutti in servizio da trentasei mesi e ormai divenuti quasi organici al ritmo e ai turni di lavoro con gli altri colleghi. Il tempo trascorso in azienda è risultato infatti fatale per questi ragazzi che hanno dovuto fare i conti con il nuovo decreto del governo che per combattere la precarietà dei contratti a tempo determinato, accorcia i limiti a dodici o al massimo a ventiquattro mesi costringendo i datori di lavoro a prendere atto di un quadro mutato. Già ma nel frattempo a rimetterci sono i lavoratori. Così le Poste, non potendo assumere i giovani che aveva nel frattempo provveduto a formare, ha mandato a casa tutto il contingente dei contrattisti precari. In attesa di tempi migliori, allo stato impossibili da prevedere. Nel frattempo niente più rinnovi, situazione congelata, consegne che potrebbero cominciare a ritardare a sentire i sindacati che hanno lanciato l’allarme.

A rimetterci però sarà anche l’utenza. «Le ripercussioni negative ricadranno anche sulla collettività - denuncia il segretario della Slc Cisl, Antonio Lepore - prima dell’entrata in vigore del decreto i lavoratori con contratto a tempo determinato avevano infatti l’opportunità di un lavoro sino a 36 mesi con 5 proroghe, cosa che permetteva un minimo di stabilità lavorativa e, nel contempo garantiva, una buona qualità della prestazione lavorativa resa a beneficio dei clienti. Il dipendente - aggiunge il sindacalista - nell’arco di questo periodo acquisiva professionalità e competenza che metteva a disposizione dell’utenza e della cittadinanza». Ora bisognerà sostituire le zone con altri portalettere, il turnover potrebbe non essere immediato poichè la principale prerogativa del portalettere è quella di conoscere a menadito i recapiti. Il sindacato teme contraccolpi nel servizio: «Adesso lo scenario cambia del tutto - puntualizza Lepore - l’introduzione delle nuove direttive sul lavoro a tempo determinato, non permetteranno più di poter effettuare rinnovi lunghi e pertanto.

Qualora Poste Italiane decidesse di assumere nuovi lavoratori con contratto a tempo determinato lo potrà fare solo con contratti a termine, senza causale con una durata massima di 12 mesi, indicando invece le causali per i contratti di durata superiore e che comunque non potranno superare i 24 mesi. Ciò significa che, nei fatti, vedremo cambiare sempre più frequentemente il portalettere della nostra zona, con tutti i disservizi che questo comporterà per l’apprendimento di un nuovo lavoro e con ‘sacrifici offerti in strada’ destinati a chiudersi dopo pochi mesi». Una novità non da poco se si considera che Poste Italiane ha di recente firmato un accordo per la consegna dei pacchi di Amazon: «L’accordo commerciale con Amazon - precisa il segretario della Slc Cisl - che permetterà il recapito dei pacchi anche nelle ore serali e nei festivi». Servirà più personale già formato, il sindacato prova a sostituirsi all’azienda: «L’unica strada percorribile resta quello del dialogo – rimarca il Lepore - bisogna coinvolgere tutti i soggetti attivi nello specifico per arrivare a correttivi equi che non penalizzino nessuno, perché chi ha la presunzione di voler risolvere tutto da solo corre proprio il rischio di rimanere solo alla fine».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie