Martedì 20 Novembre 2018 | 23:36

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Mestieri leggendari

Confartigianato in Fiera la casa del saper fare

Un padiglione tutto nuovo destinato all'incontro dei talenti

Confartigianato in Fiera la casa del saper fare

Da quest’anno Confartigianato ha una nuova sede. Nei pressi della fontana monumentale della Fiera del Levante, infatti, l’ex padiglione n. 128, che per anni è stato occupato dalla Rai nei giorni della Campionaria, sarà la nuova casa della Confartigianato.

«Essere presente permanentemente nel quartiere fieristico – ha dichiarato il presidente di Confartigianato UPSA Bari, Francesco Sgherza - rappresenta per la nostra organizzazione una sfida importante ed un motivo di orgoglio. Questo ci consentirà di contribuire in maniera fattiva al rilancio del più prestigioso Ente fieristico del Mezzogiorno».

Il Padiglione, completamente ristrutturato, sarà un open space dedicato al mondo dell’imprenditoria artigiana, ai suoi valori culturali, creativi, didattici, artistici ed economici  E quale occasione migliore dell’80esima edizione della  Fiera del Levante per inaugurare il nuovo spazio. Giovedì 15 settembre, infatti, nell’ambito della 62esima edizione della «Giornata dell’artigianato» sarà inaugurata ufficialmente la nuova sede, un luogo che ospiterà una mostra permanente dell’artigianato artistico di qualità, una vetrina in cui esporre i segni tangibili e concreti delle capacità dei nostri imprenditori. Un luogo in cui realizzare anche tavole rotonde, convegni, dibattiti, corsi di formazione e laboratori tematici.

Tema della tradizionale manifestazione promossa dalla Confartigianato Puglia «70 anni di Confartigianato: un modello per la coesione sociale e la valorizzazione del capitale umano». L’apertura dei lavori prevista per le 16.30 sarà affidata al presidente Francesco Sgherza secondo il quale la scelta del tema non è casuale ma spinta dalla volontà di evidenziare, soprattutto in questa fase economica del Paese, il ruolo dell’impresa artigiana e della piccola e media impresa come motore di sviluppo dell’economia e fonte di coesione, quindi portatrice di benessere economico e di sicurezza sociale. Il legame di questo settore con il territorio, la cultura d’impresa, la valorizzazione del capitale umano e la tradizione, sono risorse che vanno sostenute e rappresentano un valore aggiunto imprescindibile, su cui la Confartigianato lavora da sempre con impegno.

Dopo i saluti di Antonella Bisceglia (commissario dell’Ente) , Antonio Decaro (sindaco metropolitano), Alessandro Ambrosi (presidente della Camera di Commercio) e Stefano Cereseto, (COO e co-founder di axélero Spa, Internet company attiva sul mercato italiano dei media, del marketing e della pubblicità digitale), seguirà la relazione di Vito Sandro Leccese (Università di Bari). Previsto l’intervento anche del Presidente della Regione, Michele Emiliano.

Le conclusioni saranno affidate al presidente Confartigianato Imprese, Giorgio Merletti. Modererà l’incontro il giornalista Michele Marolla.

Durante la Campionaria di quest’anno per la prima volta maestri artigiani, designer e creativi potranno usufruire di uno spazio esclusivo, una location dal gusto contemporaneo, uno «spazio aperto» per esporre, commercializzare e promuovere il meglio delle produzioni artigiane di Puglia.

Fino al 18 settembre, infatti, il padiglione di Confartigianato sarà il luogo in cui i «Mestieri d’arte» potranno mostrarsi ai visitatori della manifestazione fieristica attraverso l’allestimento di uno show room progettato ad hoc per valorizzare al meglio prodotti rigorosamente hand made; raccontarsi attraverso la realizzazione di workshop, show live, laboratori didattici aperti a grandi e piccini,  visitatori e al tempo stesso cooprotagonisti delle numerose attività in programma; rivivere in  un progetto di fusione tra le antichissime tradizioni che caratterizzano da sempre l’artigianato artistico pugliese e le nuove tendenze creative proposte dai giovani designer e dai makers

Un luogo aperto a tutta la comunità, un «laboratorio permanente» inteso come mezzo per  la condivisione di esperienze dirette, socializzazione tra visitatori, consumatori, cittadinanza e  mondo dell’impresa. Uno spazio  in cui si potrà generare un sodalizio implicito, quella coesione sociale ed economica che costituiscono la premessa indispensabile per lo sviluppo del territorio. Durante il periodo della Campionaria si potranno ammirare anche l’esposizione fotografica «Mani che pensano» del direttivo provinciale fotografi di Confartigianato, partecipare non solo agli show live sui mestieri nobili (oreficeria, modellazione, liuteria, ceramica, sartoria, tappezzeria, cardatura della lana e restauro) con i «Maestri della tradizione» ma anche ai crowdcrafting session con le «RI-e-Laborazioni» di makers, designer e innovatori.

Spazio anche alle famiglie con il «Family Day», laboratori sull'arte floreale, intreccio e lavorazione della terracotta. Il 13 settembre, inoltre, si terrà una conferenza stampa in cui saranno illustrati i dettagli relativi al progetto di collaborazione tra Eataly e Confartigianato Puglia per la realizzazione del progetto «Porta del Sud». Eataly di Bari si avvarrà del supporto di Confartigianato per l'individuazione di aziende che producono prodotti di alta qualità nella Regione, da selezionare per una serie di iniziative di promozione dell'agroalimentare del Sud Italia, che avranno luogo nel negozio di Bari a partire da queso mese di settembre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400