Domenica 26 Giugno 2022 | 07:30

In Puglia e Basilicata

Serie C

Calcio, Taranto su iscrizione e mercato: «Operativi su tutti i fronti»

vittorio galigani

Il dg Galigani: «Non c’è alcuna ragione per essere preoccupati. Si lavora per fare meglio»

13 Giugno 2022

Lorenzo D'Alò

TARANTO - A sentire Vittorio Galigani, il Taranto non solo è in mani salde (la proprietà), ma è già completamente immerso nella pianificazione del prossimo campionato. Potremmo dire, dopo averlo ascoltato, che è operativo su tutti i fronti: dall’iscrizione all’allestimento del nuovo gruppo-squadra. Galigani parla ancora da consulente personale di Giove, ma è evidente che si muove ed opera da direttore generale.
Partiamo dal perfezionamento dell’iscrizione, cercando di fare chiarezza su scadenze e impegno finanziario.
«È un lavoro a cui sono chiamate tutte le società. Si procede per step. Entro lo scorso 31 maggio bisognava produrre alcuni documenti e l’abbiamo regolarmente fatto. Entro il 15 giugno va inviata la documentazione relativa alla disponibilità dello stadio, per l’uso del quale abbiamo già incassato il nulla osta dal Comune. Entro il 22, infine, va completata la documentazione con le liberatorie di tutti i tesserati, la tassa d’iscrizione e la nuova fidejussione. Per tassa e fidejussione posso già anticipare che è tutto ok. Così come abbiamo già saldato ai tesserati le mensilità di marzo e aprile. Stiamo completando il pagamento della mensilità di maggio. L’iscrizione al campionato è un passaggio burocratico-finanziario che non comporterà alcun pensiero. Ci siamo, quasi».
Creazione del budget e sponsor. A che punto è il Taranto?
«Il contratto con Birra Raffo, che è il nostro main sponsor, scade il prossimo anno. Con le altre aziende che sostengono il progetto abbiamo cominciato a parlare».
Il Gruppo Gabetti apertamente e l’imprenditore Filograna a microfoni spenti hanno manifestato interesse nei confronti del club. Lei che sa?
«A me risulta che la volontà del presidente Giove, allo stato, resti quella di non volersi privare del Taranto. In ogni caso, è a Giove che i potenziali acquirenti devono rivolgersi, possibilmente evitando l’intermediazione di giornali, tv e siti».

Neanche a un eventuale allargamento della base societaria potrebbe essere interessato Giove?
«Ripeto: è a lui che bisogna rivolgersi. Chi compra apre una trattativa con chi vende: è la legge del mercato».
Quindici calciatori sotto contratto. Sette teoricamente già confermati (Marsili, Diaby, Ferrara, De Maria, Granata, Benassai, Mastromonaco). Sei da non scontata risoluzione del vincolo (Tomassini, Civilleri, Falcone, Pacilli, Loliva e forse Santarpia). E due da provare a trattenere (Giovinco e Saraniti). Condivide la suddivisione?
«Io dico solo che i contratti si rispettano. E che il Taranto ha il dovere di ripartire dai calciatori che ritiene funzionali al nuovo progetto. Giovinco e Saraniti? Dei desiderata dei loro procuratori abbiamo solo letto, non appreso ufficialmente. Con la società nessuno è ancora venuto a parlare».

Dodici under di prospettiva e dodici over di qualità. Sono i numeri del prossimo Taranto. Ma non risulta chiusa ancora alcuna trattativa. Non si corre il rischio di arrivare tardi su qualche obiettivo?
«Il mercato apre il 1° luglio. Ciò che non si vede adesso, non è detto che non ci sia. Dionisio e Di Costanzo hanno le idee chiare. Così com’è chiaro il progetto della società. Lavoriamo alacremente ogni giorno».
Quando presenterete Di Costanzo?
«A fine mese. Il suo staff è in allestimento. In settimana comunicheremo la sede del ritiro. Stiamo valutando località e date».
Per il settore giovanile rischia di essere l’anno zero, visto che tornerà ad occuparsene direttamente la società.
«Con Sapio, che lo ha gestito in appalto la scorsa stagione e che forse frettolosamente ha ritenuto di doversi sollevare dagli impegni assunti, il contratto non è ancora risolto. Dobbiamo fare in modo che non si riparta proprio da zero».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -

BAT

 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725