Giovedì 13 Maggio 2021 | 01:09

NEWS DALLA SEZIONE

Giallorossi
Niente da fare per il Lecce, a Empoli sconfitto 2-1

Niente da fare per il Lecce, a Empoli sconfitto 2-1 IL VIDEO

 
Giallorossi
Il Lecce si è smarrito: un mese da dimenticare

Il Lecce si è smarrito: un mese da dimenticare

 
dopo il pari
Corini è già nella testa dei giocatori del Lecce: «Fondamentale resettare in fretta»

Corini è già nella testa dei giocatori del Lecce: «Fondamentale resettare in fretta»

 
Serie B
Il Lecce non va oltre il pari: con la Reggina in casa finisce 2-2

Il Lecce non va oltre il pari: con la Reggina in casa finisce 2-2

 
al Via del Mare
Il Lecce calcio saluta Pierfrancesco, morto in un incidente in moto: fiori e striscione prima della partita

Il Lecce calcio saluta Pierfrancesco, morto in un incidente in moto: fiori e striscione prima della partita

 
Per 10 anni
Calcio, il Lecce gestirà lo stadio Via del Mare

Calcio, il Lecce gestirà lo stadio Via del Mare

 
La rivelazione
Lecce calcio, il capitano Mancosu rivela: «Ho avuto un tumore»

Lecce calcio, il capitano Mancosu rivela: «Ho avuto un tumore»

 
verso la A
Il Lecce perde in casa da due giornate: ora lo stadio Via del Mare è «benedetto»

Il Lecce perde in casa da due giornate: ora lo stadio Via del Mare è «benedetto»

 
Verso il match
Monza-Lecce, le probabili formazioni

Monza-Lecce, le probabili formazioni

 
Giallorossi
«Lecce, il cielo è a un passo», la carica di Sticchi Damiani

«Lecce, il cielo è a un passo», la carica di Sticchi Damiani

 
Il capitano
Mancosu: «Per il Lecce sono disposto a tutto»

Mancosu: «Per il Lecce sono disposto a tutto»

 

Il Biancorosso

La novità
Bari, il difensore Alessandro Minelli fermo per tre mesi

Bari, il difensore Alessandro Minelli fermo per tre mesi

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoAmbiente
Ex Ilva, esposto in Procura sugli attuali livelli di inquinamento

Ex Ilva, esposto in Procura sugli attuali livelli di inquinamento

 
BatL'appuntamento
«The master class», in onda alle 20 su Amica 9 Tv il format in collaborazione con la Gazzetta del mezzogiorno

«The master class», in onda alle 20 su Amica 9 Tv il format in collaborazione con la Gazzetta del mezzogiorno

 
FoggiaIl caso
Arresti al Comune di Foggia: consigliere indagato ancora ricoverato

Arresti al Comune di Foggia: consigliere indagato ancora ricoverato

 
BariL'iniziativa
Grumo, arriva «Sulle ali della libertà», premio in memoria di Alessandro Fariello

Grumo, arriva «Sulle ali della libertà», premio in memoria di Alessandro Fariello

 
BrindisiL'inchiesta
Corruzione, gip concede domiciliari a giudice arrestato

Corruzione, gip concede domiciliari a giudice arrestato

 
Lecceil progetto
San Foca, il mare accessibile ai pazienti fragili

San Foca, il mare accessibile ai pazienti fragili

 
PotenzaCovid
Basilicata, continua a calare il numero di positivi

Basilicata, continua a calare il numero di positivi - LE FOTO

 
PotenzaLa condanna
Don Uva, Universo Salute dovrà rispondere anche della vecchia gestione

Don Uva, Universo Salute dovrà rispondere anche della vecchia gestione

 

i più letti

L'intervista

Lecce, l'ex Garzya: «Costruito per vincere. Corvino resta una garanzia»

«La Salernitana va rispettata ma a me non convince»

Lecce, l'ex Garzya: «Costruito per vincere. Corvino resta una garanzia»

«Non sono per nulla sorpreso da questo Lecce, che può conquistare la promozione diretta. Corvino e la società hanno fatto un ottimo lavoro, prendendo giovani dalle grandi qualità».
Li definisce «assegni in bianco» Gigi Garzya, salentino di San Cesario, che nel vivaio giallorosso è cresciuto fino ad arrivare alle Nazionali giovanili. E sa quindi quanto è importante puntare sulle nuove leve.

Garzya, come vede il Lecce quest’anno?
«Beh, è chiaro che per me non è una sorpresa. Il Lecce, come organico, è sempre stata una squadra costruita per andare in alto. La piacevole sorpresa, semmai, sono i tanti giovani che stanno facendo molto bene in questo campionato di serie B. Hanno preso gente che nessuno conosceva e molti, compreso il sottoscritto, erano dubbiosi».

Merito del responsabile dell’Area tecnica Pantaleo Corvino?
«Certo, Corvino ha avuto ragione. Del resto, fa questo mestiere da tanto, conosce bene questo mondo. Ma va dato merito anche alla società e al presidente Saverio Sticchi Damiani, che l’hanno riportato al Lecce»

Quale tra i giovani l’ha impressionata più favorevolmente?
«Sicuramente Hjulmand e Pablo Rodriguez, sono forti, hanno grandi qualità. L’anno scorso, quando il Lecce è retrocesso dalla A, non c’era un uomo-mercato. Falco? Si, certo Falco è un buon giocatore, ma non era il fiore all’occhiello. Uno alla Tonali, per fare un esempio concreto. Ed è stata, secondo me, una delle poche annate a non aver prodotto quello che per una squadra provinciale è fondamentale. Poi l’arrivo di Corvino ha cambiato un po’ le cose. E di questo gli va dato atto. Sono contento che il Lecce abbia un parco giocatori giovani, su cui puntare. Io li definisco “assegni in bianco”, fondamentali soprattutto per le società piccole che non hanno grandissime risorse. Figuriamoci in questo periodo».

C’è da dire che Corvino ha indovinato anche acquisti come quelli di Coda e Maggio, che non sono ragazzi.
«Infatti, ma io su Maggio non avevo dubbi. Uno come lui che ha giocato tanto in serie A, in Nazionale, se va in B è perché, oltre a star bene fisicamente, ha la testa giusta per farlo. In questo caso il Lecce non doveva puntare in prospettiva, ma sulla grande esperienza di Maggio. E Coda poi sta segnando tanto».

Da ex difensore, cosa pensa dei troppi gol incassati?
«Ma il Lecce ne fa anche tanti. È come la storia della coperta troppo corta. Se fai tanti gol, ti esponi, concedi e ne prendi. Non mi preoccupa questo, finché la squadra ne fa uno in più e vince...».

Venerdì prossimo al Via del Mare arriva una diretta concorrente per la A, la Salernitana. C’è da temere?
«A me la Salernitana non convince più di tanto, nonostante sia una squadra tosta con un buon allenatore. Il Lecce se la gioca sempre, impone il suo gioco e vince. No, la Salernitana non mi spaventa».

Sarà promozione? E nel caso, diretta o ai playoff?
«Mi auguro proprio che per il Lecce sia promozione diretta. Perché i playoff sono sempre un’incognita. L’Empoli è capolista con 7 punti di vantaggio, che non sono pochi. Però la squadra che starà meglio fisicamente e mentalmente, chi manterrà i nervi saldi, chi conterà meno infortuni, chi non avrà a che fare con questo maledetto Covid, alla fine, avrà la meglio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie