Venerdì 03 Luglio 2020 | 22:07

NEWS DALLA SEZIONE

Serie A
Lecce calcio, Liverani: «Essere positivi per la salvezza»

Lecce calcio, Liverani: «Essere positivi per la salvezza»

 
Calcio serie A
Lecce rialzati: non ci sono incontri dall'esito scontato

Lecce rialzati: non ci sono incontri dall'esito scontato

 
Serie A
Lecce, affondano i giallorossi in casa contro la Sampdoria

Lecce, affondano i giallorossi in casa contro la Sampdoria

 
Documento congiunto
Calcio, Lecce e Bari chiedono alla Regione riapertura stadi al pubblico

Calcio, Lecce e Bari chiedono alla Regione riapertura stadi al pubblico

 
L'INTERVISTA
Lecce, in arrivo un mercoledì da leoni. Contro la Samp primo bivio salvezza

Lecce, in arrivo un mercoledì da leoni. Contro la Samp primo bivio salvezza

 
serie a
Lecce calcio, caso Barak, centrocampista in bilico cobn l'Udinese

Lecce calcio, caso Barak, centrocampista in bilico con l'Udinese

 
Calcio serie A
Meluso tiene il Lecce a galla «Con la Samp per ripartire»

Meluso tiene il Lecce a galla: «Con la Samp per ripartire»

 
Calcio serie A
Il Lecce e le mille distrazioni fatali, così la salvezza si fa sempre più dura

Il Lecce e le mille distrazioni fatali, così la salvezza si fa sempre più dura

 
Serie A
Lecce agguerrito, regge un tempo contro la Juve poi cade e perde 4-0

Lecce agguerrito, regge un tempo contro la Juve poi cade e perde 4-0

 
SERIE A

Il Lecce con la Juve cerca il colpaccio, Liverani suona la carica

 
L'INTERVISTA
Questo Lecce non si arrende: parola del ds Meluso

Questo Lecce non si arrende: parola del ds Meluso

 

Il Biancorosso

SERIE C
Bari calcio, Schiavone: «In campo sempre per vincere»

Bari calcio, Schiavone: «In campo sempre per vincere»

 

NEWS DALLE PROVINCE

GdM.TVIl video
Bari, incivili festeggiano a Largo Giannella: all'alba i resti del degrado

Bari, incivili festeggiano a Largo Giannella: all'alba i resti del degrado

 
LecceEmergenza nel territorio
Le campagne in balìa delle bande. Maxi-furto sventato in extremis

Salento, le campagne in balìa delle bande: maxi-furto sventato in extremis

 
FoggiaIl salvataggio
Tartaruga in difficoltà perde uova in mare: visitata nel centro di Manfredonia

Tartaruga in difficoltà perde uova in mare: visitata nel centro di Manfredonia

 
MateraIl caso
Matera, minaccia di morte la moglie poi va in questura con un taglierino: arrestato

Matera, minaccia di morte la moglie poi va in questura con un taglierino: arrestato

 
Potenzasicurezza
Potenza, Tempa Rossa: «risultati analisi non concordanti»

Potenza, Tempa Rossa: «Risultati analisi non concordanti»

 
Tarantofase3
Taranto, uffici comunali: pronta ordinanza per riaprirli al pubblico

Taranto, uffici comunali: pronta ordinanza per riaprirli al pubblico

 
Brindisinel brindisino
Fasano, sparò all'interno di un bar arrestato 32enne: era ricercato anche per traffico di droga

Fasano, sparò all'interno di un bar arrestato 32enne: era ricercato anche per traffico di droga

 
Batfase 3
Asl BAT, dopo 4 mesi accesso controllato negli ospedali

Asl BAT, dopo 4 mesi accesso controllato negli ospedali

 

i più letti

L'INTERVISTA

A Lecce il motore è caldo, volata con il fiato sospese

Sticchi Damiani: «Silenzio assordante. Servirà usare molto la testa»

Saverio Sticchi Damiani

Saverio Sticchi Damiani

LECCE - Manca una settimana a Lecce-Milan, prima uscita della squadra salentina nella fase-2 del campionato, dopo il lockdown.

Presidente Saverio Sticchi Damiani, siete pronti a riprendere il cammino?

«Ci siamo quasi. Gli allenamenti di gruppo sono stati caratterizzati, com’era lecito attendersi dopo il lungo stop al quale sono stati costretti i calciatori, da piccoli contrattempi, presentatisi sotto forma di acciacchi. La scelta dello staff tecnico e di quello medico è stata quella di lasciare a riposo per qualche giorno chi ha avuto qualche problemino. Mi auguro che, in vista della sfida con il Milan, avremo a disposizione quasi l’intero organico».

Ritiene che Federazione e Lega abbiamo sciolto tutti i nodi che erano sul tappeto?

«La nostra volontà era quella di dare la parola al campo, di giungere ai verdetti giocando. Non mi piacevano affatto gli scenari che si paventavano in caso di mancata ripartenza o di nuovo stop. Ebbene, pur essendo ancora in piedi come soluzioni limite, ritengo che, dopo gli alleggerimenti che si sono registrati in tema di protocollo e di quarantena, ci siano tutti i presupposti per portare a termine l’annata agonistica. Per i prestiti ed i contratti in scadenza in 30 giugno è in arrivo un provvedimento ad hoc».

Si è fatto un’idea su che calcio sarà?

«Ho visto una parte della gara di coppa tra Juventus e Milan. Ho avuto le stesse impressioni determinate dai match di Bundesliga, con giocatori che non sono al massimo della condizione e con compagini che tendono ad allungarsi con l’avanzare del minutaggio. La cosa peggiore è il silenzio assordante determinato dall’assenza del pubblico, in contrasto con le urla dei tecnici che danno indicazioni. Sembra di assistere ad una partita di allenamento ed invece sono in palio punti pesanti. Sotto questo profilo, sarà fondamentale farsi trovare pronti sul piano psicologico, cosa per nulla semplice».

Il Lecce se la vedrà subito con il Milan, in casa, e la Juventus, in trasferta. A che punto le sono sembrate questue due squadre?

«Stiamo parlando di team stellari, indipendentemente dalla loro posizione di classifica. Per fare punti contro simili complessi siamo chiamati a compiere una impresa, ripetendo ciò che ci è riuscito all’andata. Piuttosto, considerato il nostro calendario, anche se speriamo tutti di iniziare con il piede giusto, dobbiamo tenere presente che i punti necessari per raggiungere la meta li possiamo anche fare nelle ultime giornate e non necessariamente nelle prime. Insomma, la classifica andrà guardata al termine del percorso, non prima. Mi aspetto che si vada avanti con convinzione e senza farsi prendere dalle fibrillazioni in presenza di qualche passaggio a vuoto che potrà registrarsi».

Come andrà costruita la permanenza?

«Con la testa, intesa come attenta e intelligente gestione di ogni aspetto, cosa che è nelle corde di mister Liverani, del suo staff e dei calciatori. Ma anche con la determinazione che deriva dalla totale adesione al progetto-Lecce, che ciascuno dei protagonisti ha sempre dimostrato sino ad oggi. C’è senso di appartenenza e so in partenza che tutti saranno concentrati sino all’ultimo minuto sull’obiettivo da centrare».

Quale errore non dovrà essere commesso dal Lecce?

«Quello di farsi condizionare negativamente da una sconfitta o da una situazione di classifica che non dovesse essere quella che tutti vorremmo».

Come sogna di arrivare all’ultima sfida della stagione, al Via del Mare, con il Parma?

«Se parliamo di sogno, la risposta è scontata. Mi piacerebbe affrontare gli emiliani con la salvezza già in cassaforte, per godermi una domenica tranquilla, di festa. Sia chiaro, però, che andrebbe benissimo anche se conquistassimo la permanenza all’ultimo secondo utile del match con lo schieramento ducale. Sarebbe un grande, fantastico traguardo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie