Venerdì 15 Novembre 2019 | 06:11

NEWS DALLA SEZIONE

Serie A
Lecce calcio, Liverani: «Con Lazio creato tanto, peccato per gli errori»

Lecce calcio, Liverani: «Con Lazio creato tanto, peccato per gli errori»

 
serie a
Lecce, niente ricorso per gol annullato a Lapadula contro la Lazio

Lecce, niente ricorso per gol annullato a Lapadula contro la Lazio

 
Serie A
Lecce finisce ko all'Olimpico, battuto dalla Lazio 4-2

Lecce finisce ko all'Olimpico, battuto 4-2 da Lazio. «Errore clamoroso su Lapadula» Foto

 
nel corso del match
Lanciò fumogeno verso il campo durante Lecce-Sassuolo: denunciato ultras giallorosso

Lanciò fumogeno verso il campo durante Lecce-Sassuolo: denunciato ultras giallorosso

 
serie a
Lecce, Petriccione: «Contro la Lazio compito difficile»

Lecce, Petriccione: «Contro la Lazio compito difficile»

 
Il caso
Razzismo contro Balotelli, la solidarietà del Lecce in un tweet

Razzismo contro Balotelli, la solidarietà del Lecce in un tweet

 
Serie A
Lecce-Sassuolo 2-2, Berardi firma il pari al Via del Mare

Lecce-Sassuolo 2-2, Berardi firma il pari al Via del Mare

 
serie a
Liverani: «Il Sassuolo mi preoccupa, serve fisicità»

Liverani: «Il Sassuolo mi preoccupa, serve fisicità»

 
Domenica
Lecce, per gara con Sassuolo ancora fermi Majer, Benzar e Farias

Lecce, per gara con Sassuolo ancora fermi Majer, Benzar e Farias

 
Serie a
Delusione Lecce: la Sampdoria pareggia sul finale

Delusione Lecce: la Sampdoria pareggia sul finale

 

Il Biancorosso

serie c
Vivarini e il «modulo cangiante»: così il Bari diventa un'orchestra

Vivarini e il «modulo cangiante»: così il Bari diventa un'orchestra

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatL'indagine del 2015
Minacce a testimoni, condannati due ex pm di Trani Ruggiero e Pesce

Minacce a testimoni, condannati due ex pm di Trani Ruggiero e Pesce

 
MateraIl ritrovamento
Metaponto, cc scoprono discarica a cielo aperto: messa in sicurezza

Metaponto, cc scoprono discarica a cielo aperto: messa in sicurezza

 
TarantoLa polemica
Ex Ilva, bufera sulla Bellanova e il quadro abbandonato a Taranto: «Un errore»

Ex Ilva, bufera sulla Bellanova e il quadro abbandonato a Taranto: «Un errore»

 
LecceIl caso
Galatina, imprenditore agricolo spara a operaio e lo ferisce al volto

Galatina, imprenditore agricolo spara a operaio e lo ferisce al volto

 
BariLa sentenza
Santeramo, anziana uccisa e derubata, ribaltone in appello: condannata la badante

Santeramo, anziana uccisa e derubata, ribaltone in appello: condannata a 21 anni la badante

 
FoggiaA poggio imperiale
Foggia, anziani picchiati con mazze e rapinati in casa per 200 euro

Foggia, anziani picchiati con mazze e rapinati in casa per 200 euro

 
BrindisiAgricoltura
Brindisi, nasce la Banca della Terra per i giovani che vogliono fare i contadini

Brindisi, nasce la Banca della Terra per i giovani che vogliono fare i contadini

 
PotenzaLa città che cambia
Potenza, riaperto al traffico il ponte di Montereale

Potenza, riaperto al traffico il ponte di Montereale

 

i più letti

serie a

Lecce, l'ex Moriero: «È il momento di fare punti in casa»

Ottimismo dell'ex ala destra, oggi allenatore, alla vigilia del match contro la Juventus

Lecce, l'ex Moriero: «È il momento di fare punti in casa»

Ha firmato uno dei due gol del primo storico successo ottenuto dal Lecce sulla Juventus al Via del Mare, Checco Moriero, che tra i suoi ricordi legati alle sfide con la «Vecchia Signora», disputate con la casacca giallorossa, ha anche quello di un tunnel fatto ai danni di Cabrini, che fece imbufalire il Bell’Antonio.

«Nel 1988/1989 (il match si giocò il 9 aprile 1989 ndr), realizzai la rete dell’1-0 di quella che per il Lecce è stata una fantastica domenica – dice l’ex ala destra, oggi allenatore – Nobile fu autore di una sgroppata sulla sinistra e lasciò partire un cross teso ed invitante. Io mi posizionai sul secondo palo e mi feci trovare pronto al colpo di testa vincente perché ebbi la percezione che Tacconi non sarebbe riuscito ad intercettare la sfera e così fu. Segnai proprio sotto la curva Nord e fu tripudio. La foto di questo gol fa bella mostra di sé in molti bar della città ed in diversi club. In seguito, Pasculli raddoppiò su rigore e ci imponemmo per 2-0. Sono molto legato a questo episodio, del quale sono orgoglioso».

In precedenza, il 23 agosto 1987, in un Lecce-Juventus di Coppa Italia, Moriero beffò con un tunnel Antonio Cabrini. «Accadde all’inizio della mia carriera, nella prima gara che ho disputato al Via del Mare – rammenta l’ex giallorosso – Nacque un alterco e lui mi tirò i capelli. Così tutti i componenti della panchina salentina scattarono in campo in mia difesa>. L’incontro, però, terminò con la vittoria dei bianconeri per 3-0.

Domani, alle 15, Lecce e Juventus si affronteranno nuovamente al Via del Mare. «Sulla caratura dell’undici piemontese c’è poco da dire perché a parlare sono i risultati – nota Moriero – Da anni, i bianconeri dominano in Italia e sono protagonisti in Europa. La rosa è composta da grandi campioni. Ma nel calcio ci sta anche che si vincano le partite sulla carta impossibili o comunque che si ottenga un risultato positivo contro le big assolute. Pertanto, il Lecce deve credere in se stesso e provarci».

In casa, sino ad oggi, la compagine allenata da Fabio Liverani non ha raccolto nemmeno un punto ed il confronto con la Juventus non sembra certo l’occasione migliore per sfatare il tabù-Via del Mare. «Invece, io dico che sia giunto il momento di fare punti tra le mura amiche, sfruttando l’entusiasmo che caratterizza il clima che si respira da mesi intorno al Lecce – sostiene l’ex ala destra, che nella propria carriera ha militato, oltre che con il Lecce, anche con Cagliari, Roma, Inter e Napoli – La Juventus è fortissima e su questo non si discute, ma è proprio in gare come queste, sulla carta proibitive, che un calciatore si esalta e riesce a dare il centodieci per cento. Si può e si deve gettare il cuore oltre l’ostacolo. Tra l’altro, i bianconeri hanno giocato in Champions martedì scorso e gli impegni di coppa lasciano sempre qualche scoria, fermo restando che la rosa della “Vecchia Signora” è talmente sontuosa che potrebbe permettersi di schierare un team totalmente differente da quello che ha battuto il Lokomotiv Mosca e la cosa non andrebbe certamente a discapito della qualità».

Moriero è convinto che le sortite offensive di Filippo Falco possano fare male alla retroguardia juventina: «Il fantasista di Pulsano ha i mezzi per fare saltare il banco, ma possono riuscirci anche Mancosu o il Farias visto all’opera nella ripresa, al “Meazza”, contro il Milan. Del resto, andrebbe benissimo un’altra prodezza balistica di Calderoni a tempo scaduto».
Ieri il Lecce ha sostenuto una seduta di allenamento pomeridiana. Ha lavorato in gruppo anche Farias. Domani, quindi, Liverani dovrebbe avere a disposizione l’intero organico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie