Domenica 17 Febbraio 2019 | 17:20

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Brindisino
Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

 
Coppa Italia 2019
Basket, il Brindisi vola in finale: battuto il Sassari 86-87

Basket, il Brindisi vola in finale per i Final Eight: battuto Sassari 86-87

 
Ai domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
Provoca il cancro
Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

 
Sulla via di San Vito
Brindisi, cc scoprono casolare con 50 africani tra droga e degrado, un arresto

Brindisi, scoperti 50 africani in casolare tra droga e degrado: un arresto

 
La rapina a Brindisi
Brindisi, legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

Legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

 
Dai cc di Brindisi Casale
Carne conservata male e prodotti proibiti: multato macellaio

Carne conservata male e prodotti proibiti: multato macellaio

 
Il caso
Oria, sequestrati dalla Gdf villa e terreno ad esponente della Scu

Oria, sequestrati dalla Gdf villa e terreno ad esponente della Scu

 
La rapina
Brindisi, armati di pistola assaltano la Total Erg

Brindisi, armati di pistola assaltano la Total Erg

 
Sequestrati anche 30 kg di pesce
carabinieri Nas

Latiano, lavavano pesce con acqua contaminata: ristorante sospeso

 
NEL RIONE SANT'ANGELO
Brindisi, 2 fratelli minacciati con la pistola: «I cellulari o sparo»

Brindisi, 2 fratelli minacciati con la pistola: «I cellulari o sparo»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLite sulle elezioni
San Severo, scazzottata nella sede della Lega per il candidato sindaco. Due espulsi, arriva il commissario

San Severo, rissa nella sede della Lega per il candidato sindaco. Il partito li caccia: non sono graditi

 
LecceNel Leccese
Ruba 200 libri antichi da casa di un anziano: denunciato a Taviano

Ruba 200 libri antichi da casa di un anziano: denunciato a Taviano

 
TarantoLe dichiarazioni
Emiliano a Taranto: «Il governo non può abbandonare ex Ilva»

Emiliano a Taranto: «Il governo non può abbandonare ex Ilva»

 
BatLa protesta
Trani senza pronto soccorso, i cittadini scendono in piazza

Trani senza pronto soccorso, i cittadini scendono in piazza

 
BariDa piazza del ferrarese
Bari corre per il cuore, la partenza della Running Heart

Bari corre per il cuore, la partenza della Running Heart

 
BrindisiNel Brindisino
Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 

San Pietro Vernotico

Scu, sequestrati beni
per 300mila euro a Stabile

Un suolo, tre appartamenti, sette veicoli e il capitale di una società

Scu, sequestrati beniper 300mila euro a Stabile

SAN PIETRO VERNOTICO - Beni per oltre 300mila euro sequestrati al sampietrano con precedenti penali Antonio Stabile da parte dei militari della Guardia di Finanza di San Pietro Vernotico, coordinati dal comandante luogotenente dott. Alfredo Proto, al termine di una complessa attività investigativa di polizia economico-finanziaria denominata «Postera Pecunia».

Coordinati dalla Procura della Repubblica-Direzione distrettuale antimafia di Lecce, i finanzieri hanno sottoposto a sequestro beni per un valore complessivo 300mila euro, ma del valore commerciale di 500mila euro. Il tutto in esecuzione di una misura di prevenzione a carattere patrimoniale disposta dal Tribunale di Lecce ai sensi del D.Lgs. n. 159/2011 (Codice delle Leggi Antimafia). Ingente il patrimonio colpito, tra cui un terreno, tre appartamenti, sette veicoli ed il capitale sociale di una s.r.l. attiva nel settore delle energie rinnovabili e della vigilanza e manutenzione di parchi e giardini.

Il provvedimento costituisce la conclusione di una serie di accertamenti eseguiti nei confronti di un pregiudicato del posto, con alle spalle una rilevante storia giudiziaria, condannato in via definitiva per reati contro il patrimonio e tuttora ritenuto contiguo alla Sacra Corona Unita.

Gli accertamenti condotti hanno permesso di accertare una palese sproporzione fra redditi dichiarati e patrimonio del soggetto, che nel corso degli anni (periodo oggetto delle indagini patrimoniali 1997/2016) ha costituito il patrimonio sequestrato (parte del quale formalmente intestato alla moglie), «utilizzando - si legge nel provvedimento di sequestro - proventi derivanti da gravi e molteplici azioni delittuose tra le quali l’estorsione aggravata dal metodo mafioso in concorso con altri numerosi esponenti della consorteria criminale Sacra Corona Unita».

La misura di prevenzione eseguita dai militari dalle Fiamme gialle sampietrane, oltre a testimoniare il costante presidio di sicurezza esercitato sul territorio, conferma l’impegno e l’attenzione del Corpo nella quotidiana azione di contrasto ai traffici illegali e all’aggressione dei patrimoni illecitamente accumulati da «soggetti socialmente pericolosi», in sinergia con l’Autorità giudiziaria, ed esalta la valenza degli accertamenti economico-patrimoniali che rappresentano un fondamentale strumento di intervento nella lotta alla criminalità organizzata.

Il Tribunale ha nominato custode dei beni, con facoltà di amministrazione, Ivan Carpentieri, giudice delegato Silvia Saracino. L’udienza di convalida è stata fissata per l’11 aprile. La difesa di Stabile, affidata agli avvocati Francesco Cascione e Rocco Rizzello, ha già raccolto documenti considerati utili a dimostrare la provenienza delle somme di denaro.
Giuseppe De Marco

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400