Sabato 16 Febbraio 2019 | 18:12

NEWS DALLA SEZIONE

Ai domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
Provoca il cancro
Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

 
Sulla via di San Vito
Brindisi, cc scoprono casolare con 50 africani tra droga e degrado, un arresto

Brindisi, scoperti 50 africani in casolare tra droga e degrado: un arresto

 
La rapina a Brindisi
Brindisi, legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

Legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

 
Dai cc di Brindisi Casale
Carne conservata male e prodotti proibiti: multato macellaio

Carne conservata male e prodotti proibiti: multato macellaio

 
Il caso
Oria, sequestrati dalla Gdf villa e terreno ad esponente della Scu

Oria, sequestrati dalla Gdf villa e terreno ad esponente della Scu

 
La rapina
Brindisi, armati di pistola assaltano la Total Erg

Brindisi, armati di pistola assaltano la Total Erg

 
Sequestrati anche 30 kg di pesce
carabinieri Nas

Latiano, lavavano pesce con acqua contaminata: ristorante sospeso

 
NEL RIONE SANT'ANGELO
Brindisi, 2 fratelli minacciati con la pistola: «I cellulari o sparo»

Brindisi, 2 fratelli minacciati con la pistola: «I cellulari o sparo»

 
Operazione dei Cc
Carovigno, nel «fortino» 2 quintali di droga: sotto accusa una famiglia

Carovigno, nel «fortino» 2 quintali di droga: sotto accusa una famiglia

 
Lotta alla droga
Carovigno, beccato mentre spacciava cocaina: arrestato 42enne

Carovigno, preso dai Cc 42enne mentre spacciava cocaina

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceVerso le elezioni
Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

 
BariSanità
Medicina «narrativa» Un corso per i medici

Medicina «narrativa» Un corso per i medici

 
TarantoLa manifestazione
Taranto, anche Caparezza sostiene la fiaccolata per i bimbi morti di cancro

Taranto, anche Caparezza sostiene la fiaccolata per i bimbi morti di cancro

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
BatDavanti al porto
Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

 
BrindisiAi domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 

Colpo a Pezze di Greco

Fasano, esplode il bancomat
torna la banda dell'Audi nera

Fasano, esplode il bancomattorna la banda dell'Audi nera

Mimmo Mongelli

Assalto al Bancomat nel cuore della notte: la banda dell’Audi fugge con circa 20mila euro. Nel mirino di una gang, composta da quattro uomini, che hanno agito con il volto coperto da passamontagna, è finito la notte scorsa il cash dispenser della filiale di Pezze di Greco, frazione di Fasano, della Banca di credito cooperativo di Locorotondo. Dopo aver fatto saltare in aria il Bancomat, usando con ogni probabilità gas (acetilene), i malviventi, che erano a bordo di un’Audi di grossa cilindrata, hanno prelevato le banconote contenute nelle cassette metalliche dell’apparecchio e, senza perdere un solo istante di tempo, si sono dati alla fuga. Non hanno perso neanche tempo a raccogliere le banconote che, nella deflagrazione del cash dispenser, si erano sparpagliate nei pressi della banca. A raccogliere quei soldi sono stati, al loro arrivo in via Pastrengo, a pochi passi dalla piazza della frazione, i carabinieri della compagnia cittadina. I militari dell’Arma hanno trovato sull’asfalto all’incirca 1500 euro. Un forte boato nel cuore della notte.

L’assalto al Bancomat della Banca di credito cooperativo di Locorotondo è stato messo a segno attorno alle 2 e 45. La tecnica usata dal commando per squarciare il cash dispenser e prelevare dall’interno il contante è la «solita»: i banditi hanno usato il gas per provocare l’esplosione necessaria a scardinare il bancomat dalle mura a cui era ancorato. Il modo di agire di queste bande è sempre lo stesso: i banditi saturano il locale Bancomat con l’acetilene e innescano la miccia. La deflagrazione libera il cash dispenser dagli ancoraggi dando la possibilità ai ladri di impossessarsi del denaro contenuto nelle cassette blindate.

È per filo e per segno quello che la scorsa notte è successo a Pezze di Greco. Il colpo si è consumato in meno di cinque minuti. I banditi sanno bene di avere poco tempo a disposizione: nel momento in cui avviene l’esplosione scatta l’allarme e nel giro di pochi minuti arrivano carabinieri e guardie giurate. Di qui la necessità, per i malviventi, di ottimizzare i tempi a loro disposizione. A Pezze di Greco tutto è filato liscio come l’olio per la banda dell’Audi: fatto esplodere il Bancomat, i banditi hanno preso il denaro e sono fuggiti via. Il bottino ammonta a circa 20mila euro in contanti e per di più in banconote «pulite». A quanto pare, infatti, all’interno del Bancomat non era attivo il dispositivo che in caso di assalto sprigiona l’inchiostro che macchia le banconote.

Ogni sequenza dell’assalto è stata ripresa dalle telecamere dell’impianto di videosorveglianza di cui la filiale di Pezze di Greco della Banca di credito cooperativo di Locorotondo è dotata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400