Venerdì 24 Gennaio 2020 | 05:50

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Brindisi, Pd moroso: udienza di sfratto per sede del Pd

Brindisi, Pd moroso: udienza di sfratto per sede del Pd

 
Operazione della Polizia
Carovigno, pistola e passamontagna in camera da letto: arrestato 30enne

Carovigno, pistola e passamontagna in camera da letto: arrestato 30enne

 
Nel Brindisino
Fasano, ha il divieto di avvicinamento e incendia auto degli amici dell'ex compagna: arrestato

Fasano, incendiava auto degli amici dell'ex compagna: arrestato stalker

 
sulla ss 379
Auto esce fuori strada e finisce contro alberi nel Brindisino: grave 18enne di Ostuni

Ostuni, auto finisce fuori strada e si schianta contro alberi: grave 18enne

 
Intimidazione
Brindisi, bomba esplode nella notte: danneggiato un bar

Brindisi, bomba esplode nella notte: danneggiato un bar

 
Nel Brindisino
Ostuni, donna uccisa da colpo di pistola accidentale: 3 denunce per aggressione a giornalista

Ostuni, donna uccisa da colpo di pistola accidentale: 3 denunce per aggressione a giornalista

 
Nel Brindisino
Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

 
La tragedia
Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

 
Buon compleanno
Nonna Maria spegne 105 candeline: la festa a San Michele Salentino

Nonna Maria spegne 105 candeline: la festa a San Michele Salentino

 
Nel Brindisino
S.Vito dei Normanni, 79enne abbandona in strada 4 cagnolini di pochi giorni, denunciato

S.Vito dei Normanni, 79enne abbandona in strada 4 cagnolini di pochi giorni, denunciato

 

Il Biancorosso

contro la Reggina
Bari, Vivarini già guarda alla trasferta calabrese: «Testa alla partita di domenica»

Bari, Vivarini già guarda alla trasferta calabrese: «Testa alla partita di domenica»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaDopo la tragedia
Tifosi investiti, l'autista di Melfi resta in carcere: indagato per omicidio

Tifosi investiti, l'autista di Melfi resta in carcere: indagato per omicidio

 
TarantoLa decisione
Ex Ilva, Ministero del Lavoro: autorizzata Cig fino a fine 2020

Ex Ilva, Ministero del Lavoro: autorizzata Cig fino a fine 2020. Dopo Consiglio ministri riunione su dossier 

 
BariAmbiente
La birra Peroni taglia le emissioni di CO2 del 30%

La birra Peroni taglia le emissioni di CO2 del 30%

 
FoggiaIl procedimento
Foggia, pioggia di interdittive antimafia: nel mirino 10 tra imprenditori e commercianti

Foggia, pioggia di interdittive antimafia: nel mirino 10 tra imprenditori e commercianti

 
Batnel nordbarese
Andria, sorpresi mentre cannibalizzano un Suv rubato poco prima: arrestati in 2

Andria, sorpresi mentre cannibalizzano un Suv rubato poco prima: arrestati in 2

 
BrindisiIl caso
Brindisi, Pd moroso: udienza di sfratto per sede del Pd

Brindisi, Pd moroso: udienza di sfratto per sede del Pd

 
Leccenel Leccese
Nardò, 91enne trovata a casa nel sangue, muore in ospedale: è giallo

Nardò, 91enne trovata a casa nel sangue, muore in ospedale: è giallo

 
MateraOperazione di CC e Gdf
Matera, truffa e riciclaggio: in cella ex direttore banca. Sequestrato noto ristorante

Matera, truffa e autoriciclaggio: in cella ex direttore di banca. Sequestrato noto ristorante nei Sassi (VD)

 

i più letti

Una ventina di colpi

Assalti ai bancomat
in cella 4 brindisini

Assalti ai bancomatin cella 4 brindisini

Scacco alla banda di brindisini specializzata negli assalti ai bancomat con la tecnica dell’esplosione e dello «sradicamento». In manette - ad opera dei carabinieri della Compagnia di Osimo (Ancona) - sono finiti in manette Cosimo Iurlaro, di 41 anni, Omar Bianco, di 27 anni (entrambi brindisini), Marco Santoro, di 25 anni (di Carovigno) e Vincenzo Schiena, di 38 anni (di San Vito), tutti con precedenti specifici. Una ventina i colpi di cui sono ritenuti responsabili. Dall’inizio dell’anno avrebbero messo a segno una serie di assalti a bancomat di filiali bancarie, uffici postali, casse continue di distributori di carburanti e gioiellerie nelle Marche, Puglia (Brindisi e Lecce) ed Emilia Romagna. Le indagini sono partite dopo il furto di un bancomat a Polverigi (Ancona) con la tecnica dell’esplosione di gas acetilene il 2 gennaio 2016, seguito da un colpo a Padiglione di Osimo, dove l’apparato Atm è stato portato via (aprile).

L’operazione «Cashpoint» ha portato ad individuare i modus operandi del gruppo criminale: «sradicamento» del bancomat con l’uso di un escavatore rubato oppure esplosione con una miscela di ossigeno e acetilene, utilizzo di un’altra vettura rubata come ostacolo per sbarrare la strada ai carabinieri ma anche di chiodi a tre punte sparsi lungo la strada. Individuata anche l’auto usata per la fuga dal gruppo dopo ogni colpo: una Audi RS6 nera con targhe clonate. La svolta il 24 settembre scorso quando i militari hanno individuato un appartamento a Porto Sant'Elpidio (Fermo), che fungeva da base per la banda e un garage come ricovero per l'Audi. Nelle prime ore del 25 settembre, a stretto giro i quattro avrebbero fatto esplodere due bancomat uno a Villa Musone di Recanati (Macerata), l’altro a Monte Urano (Fermo), ma in entrambi i casi sono dovuti fuggire senza soldi per l’arrivo dei carabinieri.

Quando i malviventi si sono rifugiati a Porto Sant'Elpidio, i militari del nucleo operativo di Osimo hanno fatto irruzione nel covo. Sequestrate bombole di ossigeno e acetilene, tuttoil materiale utilizzato per i colpi - tra cui i chiodi a tre punte - e l’Audi, risultata rubata a Porto San Giorgio e sottoposta a «blindature» in Puglia con lastre di acciaio dietro ai sedili e nella parte posteriore. Mercoledì il gip di Fermo ha disposto l’obbligo di dimora degli arrestati presso i Comuni di residenza con l’obbligo di firma. Le indagini, coordinate dalla Procura di Ancona - sotto la regia del pm Ruggiero Di Cuonzo -, sono ancora in corso e volte ad attribuire al commando la paternità di tutti i furti commessi nelle Marche e in alcune provincie pugliesi, oltre ad individuare gli altri componenti della banda, almeno un paio le persone che sarebbero ricercate. I quattro sono ritenuti responsabili in concorso di tentato furto pluriaggravato su bancomat a mezzo materiale esplodente, con l’aggravante del nesso teleologico dell’uso di esplosivo per commettere i delitti. Tra le contestazioni anche quella di aver usato targhe clonate, di una Audi A6 di proprietà di cittadino di Trento, sull’Audi RS6 di provenienza illecita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie