Giovedì 21 Marzo 2019 | 12:31

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
Centrale Enel Brindisi
Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

 
L'iniziativa
Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: sarà plastic free

Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: è plastic free

 
Dopo due anni
Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

 
In pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
Al rione Bozzano
Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

 
Denunciato
Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

 
Ordinanza del Questore
San Donaci, droga e pregiudicati: chiuso circolo per un mese

San Donaci, droga e pregiudicati: chiuso circolo per un mese

 
Indagano i Cc
Fasano, gli sparano mentre fa la pipì per strada: ferito 40enne

Fasano, gli sparano mentre fa la pipì per strada: ferito 40enne

 
Maltrattamento di animali
Brindisi, trovati 6 cani rinchiusi in auto abbandonata: una denuncia

Brindisi, trovati 6 cani rinchiusi in auto abbandonata: una denuncia

 
Il caso
Brindisi, polizze a prezzi di saldo: una truffa non un affare

Brindisi, polizze a prezzi di saldo: una truffa non un affare

 

Il Biancorosso

IL PERSONAGGIO
La signora Francesca colpisce ancoraPizze e focacce per gli auguri a Brienza

La signora Francesca colpisce ancora
Pizze e focacce per gli auguri a Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Leccese
Trepuzzi: furto al Comune nella notte, rubati 7 computer

Trepuzzi: furto al Comune nella notte, rubati 7 computer

 
BrindisiNel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
PotenzaRegionali 2019
Basilicata, mondo agricolo sul piede di guerra

Basilicata, mondo agricolo sul piede di guerra

 
BatAnalisi e scenari
Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

 
FoggiaCieli aperti
Foggia, droni a go-go Amendola vuole più sicurezza

Foggia, droni a go-go Amendola vuole più sicurezza

 
TarantoNel tarantino
Castellaneta Marina, sequestrato ristorante sulla spiaggia completamente abusivo

Castellaneta Marina, sequestrato ristorante in spiaggia abusivo

 
BariL'inchiesta
Mercato nero della legna: un business malavitoso

Mercato nero della legna: un business malavitoso

 
MateraInfortunio sul lavoro
Policoro, 34enne muore mentre taglia alberi. Allarme sindacati

Policoro, 34enne muore mentre taglia alberi. Allarme sindacati

 

A Brindisi

«Compri casa mia all'asta?»
Picchiati padre e figlio

Il pestaggio avvenuto all'interno di un supermercato: già identificati gli autori

polizia brindisi

«Hai comprato la mia casa all’asta? Ti picchio». Brutale aggressione di padre e figlio per questioni di... casa. Sembra essere questo il motivo di un brutale pestaggio verificatosi ieri all’interno di un supermercato cittadino. Era da poco passato mezzogiorno quando due energumeni sono piombati all’interno di un supermercato al rione Commenda iniziando una furibonda rissa. Nel mirino dei due c’erano un uomo di 53 anni e suo figlio di 19 intenti a fare la spesa.
Dalle parole grosse alle mani il passo è stato breve e all’interno dell’attività di via Pace Brindisina si sono vissuti atti di puro panico tra i clienti. Durante la rissa però alcuni dei presenti hanno inforcato il telefono e contattato il 113.
Sul posto si sono recati subito gli agenti della Polizia di Stato. Al loro arrivo però gli aggressori si erano già dileguati a bordo di uno scooter di colore scuro.
Ma gli investigatori avrebbero già in mano i nomi degli aggressori dal momento che sarebbero stati riconosciuti dalle stesse vittime del pestaggio le quali avrebbero anche ben chiare le cause del gesto. Alla base dell’aggressione vi sarebbe infatti l’acquisto di una casa all’asta. Casa un tempo di proprietà di uno degli aggressori che le vittime avrebbero regolarmente acquistato. Un fatto che al vecchio proprietario proprio non sarebbe andato giù tanto da organizzare una autentica spedizione punitiva. La indagini degli investigatori dlela Polizia di Stato proseguono e non sono esclusi a breve ulteriori sviluppi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400