Sabato 28 Maggio 2022 | 08:59

In Puglia e Basilicata

Il caso

Brindisi, evade dai domiciliare e rapina un bar: arrestato

Rapina in esercizio commerciale di Brindisi, arresti domiciliari per un 36enne

Un uomo con un cappellino da baseball e il volto coperto da mascherina, dopo aver consumato un caffè, ha raggiunto la barista dietro al banco e dopo averla minacciata con un coltello, si è impossessato dell’incasso

11 Maggio 2022

Redazione online

BRINDISI - Gli agenti della Squadra Volanti della Questura di Brindisi, ha arrestato T.C. (classe 86) responsabile del reato di evasione dagli arresti domiciliari e ritenuto l’autore della rapina consumata nella tarda serata di lunedì in un esercizio commerciale di Brindisi. 

Da una prima ricostruzione dei fatti, è emerso che intorno alle 23.50 del 9 maggio un giovane, con un cappellino da baseball e il volto coperto da mascherina, dopo aver consumato un caffè, ha raggiunto la barista dietro al banco e dopo averla minacciata con un coltello, si è impossessato dell’incasso per poi darsi alla fuga.

I poliziotti sono riusciti a ricostruire la dinamica anche grazie alle immagini dei sistemi di videosorveglianza e hanno riconosciuto il giovane che si era allontanato dalla propria abitazione poco prima della rapina. Dopo una notte di ricerche il giovane è stato ritrovato e arrestato in flagranza di reato per evasione dagli arresti domiciliari e indagato per rapina. Dopo le formalità di rito e il sequestro del coltello, rinvenuto all’interno di un giardino condominiale poco distante dal luogo della rapina, il giovane è stato portato in carcere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725