Giovedì 24 Settembre 2020 | 14:03

NEWS DALLA SEZIONE

il provvedimento
Ostuni, truffava commercianti e imprenditori: 49enne arrestato dalla Ps

Ostuni, truffava commercianti e imprenditori: 49enne arrestato dalla Ps

 
Arrestati e scarcerati
Brindisi, fiamme in casa: vanno in strada, se le danno di santa ragione e poi aggrediscono i Cc

Brindisi, fiamme in casa: vanno in strada, se le danno di santa ragione e poi aggrediscono i Cc

 
Il fatto
Brindisi, investe su diamanti e perde tutto

Brindisi, investe su diamanti e perde tutto

 
In 60 anni
Brindisi, Roma e Milano nella top 100 delle città «più calde» d'Europa

Brindisi, Roma e Milano nella top 100 delle città «più calde» d'Europa

 
Controlli dei CC
Ceglie Messapica, a spasso con 5 «cipolle» di cocaina: arrestato 26enne

Ceglie Messapica, a spasso con 5 «cipolle» di cocaina: arrestato 26enne

 
Il caso
Fasano, rapina allo Zoosafari: ladri scappano con l'incasso

Fasano, rapina allo Zoosafari: ladri scappano con l'incasso

 
Malavita
Francavilla, la casa bazar delle droghe

Francavilla, scoperta casa «bazar» delle droghe: 4 in manette

 
nel Brindisino
Pezze di Greco, geloso massacra la «ex» davanti alla figlioletta

Pezze di Greco, geloso massacra la ex davanti alla figlioletta

 
Ambiente
Brindisi, misteriosa moria di pesci in un laghetto delle Saline Indagano i Cc Forestali

Brindisi, misteriosa moria di pesci in un laghetto delle Saline: indagano i Cc Forestali

 
L'evento
Brindisi, per il «Giro d’Italia» del 9 ottobre scuole chiuse e viabilità modificata

Brindisi, per il «Giro d’Italia» del 9 ottobre scuole chiuse e viabilità modificata

 

Il Biancorosso

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaL'opera
Potenza, un team italo svizzero restaurerà il Ponte Musmeci

Potenza, un team italo svizzero restaurerà il Ponte Musmeci

 
TarantoL'annuncio
Covid, sindaco Sava annuncia su Fb: sono positivo e sto in ospedale

Covid, sindaco Sava annuncia su Fb: sono positivo e sto in ospedale

 
FoggiaL'allarme da una onlus
Foggia, la conferma: le rarissime cicogne nere uccise da cacciatori

Foggia, la conferma: le rarissime cicogne nere uccise da cacciatori

 
Batpost voto
Trani, con il Bottaro bis ecco il nuovo consiglio comunale

Trani, con il Bottaro bis ecco il nuovo consiglio comunale

 
Brindisiil provvedimento
Ostuni, truffava commercianti e imprenditori: 49enne arrestato dalla Ps

Ostuni, truffava commercianti e imprenditori: 49enne arrestato dalla Ps

 
Leccela svolta
Lecce, duplice omicidio, sospettato in Procura: è un 37enne di Aradeo

Lecce, duplice omicidio, sentito sospettato: Procura smentisce
Autopsia: «Ferocia omicida su donna»

 

i più letti

Nel Brindisino

«Pulivo la pistola e mi è partito un colpo»: uomo uccide moglie in casa a Ostuni

L'uomo è stato arrestato con l'accusa di omicidio: l'arma era detenuta legalmente

polizia

Una donna di 46 anni è stata uccisa in casa a Ostuni da un colpo di pistola che l’ha prima ferita a un braccio e poi colpita al torace. Il marito è in stato di fermo: ha raccontato alla Polizia di averle sparato per errore mentre puliva l’arma, che è risultata detenuta illegalmente.

I fatti si sono verificati in una villa di contrada Malandrino, alla periferia della Città bianca, attorno alle 23.

Sul posto sono intervenuti la Squadra mobile della questura di Brindisi e i poliziotti del commissariato. Il medico legale incaricato dalla procura ha eseguito una prima ispezione esterna. I rilievi sono in corso. I poliziotti stanno compiendo verifiche sul racconto fatto dall’uomo.

Si chiamava Giovanna De Pasquale e aveva 46 anni la donna morta nella serata di ieri a Ostuni dopo essere stata colpita al braccio e al torace da uno sparo che sarebbe partito dalla pistola del marito. L’uomo, Francesco Semeraro, 54 anni, è stato arrestato con le accuse di omicidio colposo. Agli investigatori ha raccontato di aver ferito la moglie mentre maneggiava la pistola per pulirla, ma la dinamica dell’accaduto è ancora da accertare.

Sul corpo della vittima il pm di turno Giovanni Marino ha disposto l’autopsia. L’arma è risultata legalmente detenuta, a differenza di quanto ipotizzato in un primo momento dalla polizia. I fatti si sono verificati in una villa alla periferia della città all’interno della quale, a quanto si apprende, c'erano altre persone al momento dell’accaduto. Attorno all’abitazione ci sono stati momenti di nervosismo quando sono arrivati i giornalisti, uno dei quali è stato aggredito.

CRONISTA AGGREDITO SUL LUOGO DEL DELITTO: SOLIDARIETA' ASSOSTAMPA - L’Associazione della Stampa di Puglia esprime solidarietà al direttore responsabile di “Brindisi Report”, Marcello Orlandini, brutalmente aggredito mentre attendeva l’arrivo di altri giornalisti all’esterno di una villa di Ostuni, dove nella serata di ieri è avvenuto un omicidio.

Giunto sul posto, è stato avvicinato da un uomo il quale, appena appreso che si trattava di un giornalista, non ci ha pensato due volte a sferragli un pugno in faccia. Immediatamente, il giornalista è stato circondato da una decina di persone che, approfittando dell’oscurità, lo hanno gettato per terra e, trascinandolo all’interno della villa, lo hanno colpito ripetutamente e violentemente in varie parti del corpo. Il provvidenziale intervento degli agenti di polizia locale ha evitato il peggio. A Orlandini , nel Pronto Soccorso di Ostuni, è stato diagnosticato un trauma cranico e vari ematomi.

«Ho sporto denuncia in Commissariato per quanto è accaduto, anche perché l’opinione pubblica e la politica devono capire a quali rischi andiamo incontro facendo questo mestiere» ha detto. Assostampa Puglia, d’intesa con la Fnsi, si costituirà parte civile in un eventuale processo a carico degli aggressori.

Dopo l’aggressione al giornalista Marcello Orlandini, direttore della testata on line Brindisi Report, anche la troupe dell’emittente televisiva Telenorba è stata minacciata a Ostuni (Brindisi) davanti alla villetta in cui giovedì scorso una donna, Giovanna De Pasquale, 46 anni è stata uccisa da un proiettile partito per errore dalla pistola del marito, Francesco Semerano, ora in carcere.
Ieri mattina, poche ore dopo la tragedia, la giornalista Anna De Feo e l’operatore Orazio Corbascio si sono recati sul luogo, in contrada Malandrino, per fare alcuni collegamenti in diretta: tre persone che si trovavano lì, secondo i racconti, avrebbero messo le mani addosso e detto alla giornalista «se non te ne vai fai la fine di quello di ieri», riferendosi al pestaggio di Orlandini. All’operatore sarebbe stato invece gridato: «Se non te ne vai ti apro in due». Giornalista e operatore si sono allontanati e hanno chiesto l’intervento della polizia per proseguire il loro lavoro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie