Sabato 30 Maggio 2020 | 23:19

NEWS DALLA SEZIONE

La decisione
Fase 2, sindaco di Brindisi frena sulla movida: locali chiusi a mezzanotte

Fase 2, sindaco di Brindisi frena sulla movida: locali chiusi a mezzanotte

 
Il caso
San Pancrazio Salentino, in casa 2 mini serre di marijuana: si oppone alla perquisizione

San Pancrazio Salentino, in casa 2 mini serre di marijuana: si oppone alla perquisizione

 
Mobilità
Torna operativo il volo Bari-Parigi

Torna operativo il volo Bari-Parigi. E dal 13 giugno Swiss collegherà Brindisi a Zurigo

 
Igiene
Brindisi, differenziata ancora sotto il 50%: non è solo colpa del Covid

Brindisi, differenziata ancora sotto il 50%: non è solo colpa del Covid

 
Ambiente, salute e sviluppo
Brindisi, la centrale Enel anticipa l’abbandono del carbone

Brindisi, la centrale Enel anticipa l’abbandono del carbone

 
nel Brindisino
Ambiente, Emiliano: «Enel dismetterà Gruppo 2 centrale Cerano

Ambiente, Emiliano: «Enel dismetterà Gruppo 2 centrale Cerano

 
La polemica
Fasano, «Siete mafiosi», rissa sfiorata in Consiglio

Fasano: «Siete mafiosi», rissa sfiorata in Consiglio

 
nel Brindisino
Mesagne, è ai domiciliari ma in casa ha 25 grammi di eroina: in carcere

Mesagne, è ai domiciliari ma in casa ha 25 grammi di eroina: in carcere

 
Lutto
Brindisi piange la scomparsa si «Mestru Roc», tra i primi meccanici della provincia

Brindisi piange la scomparsa di «Mestru Roc», tra i primi meccanici della provincia

 
la scoperta
Brindisi, una serra in garage per coltivare la marijuana: denunciato 26enne

Brindisi, una serra in garage per coltivare la marijuana: denunciato 26enne

 
IL CASO
Versalis: «Non c’entriamo con le emissioni odorigene»

Versalis: «Non c’entriamo con le emissioni odorigene»

 

Il Biancorosso

Calcio
Bari in campo a luglio per lo sprint e la B è un sogno di mezza estate

Bari in campo a luglio per lo sprint e la B è un sogno di mezza estate

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraArte
Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

 
Bariemergenza coronavirus
Fase 2 a Bari, Decaro incontra e ringrazia i volontari: «Siete la nostra forza»

Fase 2 a Bari, Decaro incontra e ringrazia i volontari: «Siete la nostra forza»

 
TarantoIl siderurgico
Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

 
LecceIndustria
L’automotive riparte dopo tre mesi si punta su tecnologie ibride ed elettriche

L’automotive riparte dopo tre mesi si punta su tecnologie ibride ed elettriche

 
FoggiaLa lite
San Severo, poliziotto aggredito e preso a calci nei genitali da 3 ragazzi

San Severo, poliziotto aggredito e preso a calci nei genitali da 3 ragazzi

 
BariTemporali
Maltempo Puglia

Puglia e Basilicata, maltempo da brividi: prima la shelf cloud e poi la maxi grandinata

 
Batl'ordinanza
Foggia, partecipò a rapina in Emilia, arrestato capoclan di Trinitapoli

Foggia, partecipò a rapina in Emilia, arrestato capoclan di Trinitapoli

 
BrindisiLa decisione
Fase 2, sindaco di Brindisi frena sulla movida: locali chiusi a mezzanotte

Fase 2, sindaco di Brindisi frena sulla movida: locali chiusi a mezzanotte

 

i più letti

L'inchiesta

Brindisi, ceneri delle centrale di Enel per cemento: chiesto processo per 18

La replica di Enel: accuse infondate, abbiamo seguito standard internazionali

Traffico illecito di rifiutisequestrati siti centrale Enel di CeranoCementir di Taranto e Ilva

La Dda di Lecce ha chiesto il rinvio a giudizio di 18 persone, di cui 11 manager Enel e 7 della Cementir (ora Cemintaly) di Taranto e delle due stesse società per illecito amministrativo, nell’ambito dell’inchiesta sull'impiego di ceneri della centrale Enel di Cerano (Brindisi) per realizzare cemento. Nell’ambito delle indagini fu sottoposta a sequestro con facoltà d’uso, nel settembre 2017, l’intera centrale, poi dissequestrata. Le contestazioni sono di traffico di rifiuti e attività di gestione non autorizzata. Enel Produzione in una nota «confida che nelle successive fasi i giudici potranno chiarire definitivamente l’infondatezza delle accuse e ribadisce di aver sempre agito nel rispetto delle normative vigenti e delle autorizzazioni della centrale, nonché in linea con i migliori standard internazionali e con i principi dell’economia circolare, che privilegiano il recupero dei rifiuti rispetto all’indiscriminato smaltimento in discarica».

Secondo l’accusa sostenuta dal pm Milto De Nozza, le ceneri andavano selezionate e solo in parte potevano essere utilizzate per produrre cemento. Le indagini condotte dalla Guardia di Finanza hanno consentito alla Procura di ipotizzare attività non consentite di miscelazioni di rifiuti, compiute al fine di conseguire un ingiusto profitto, in termini di risparmio nelle scorie di produzione. Sarebbero quindi stati gestiti abusivamente ingenti quantitativi di rifiuti derivanti dall’abbattimento dei fumi di combustione del processo produttivo della centrale Federico II, poi affidati a Cementir per la trasformazione. Fatti avvenuti tra il 2011 e il 2017. Nel corso dell’inchiesta è stato anche ritenuto necessario un incidente probatorio per effettuare una perizia che certificò che le ceneri potevano essere utilizzate per la produzione di cemento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie