Mercoledì 20 Febbraio 2019 | 08:52

NEWS DALLA SEZIONE

A Mesagne
Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

 
Lotta alla droga
Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

 
Il caso
Brindisi, migrante aggredito dal branco per rubargli pochi spiccioli

Brindisi, migrante aggredito dal branco per rubargli pochi spiccioli

 
Nel Brindisino
Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

 
Coppa Italia 2019
Basket, il Brindisi vola in finale: battuto il Sassari 86-87

Basket, il Brindisi vola in finale per i Final Eight: battuto Sassari 86-87

 
Ai domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
Provoca il cancro
Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

 
Sulla via di San Vito
Brindisi, cc scoprono casolare con 50 africani tra droga e degrado, un arresto

Brindisi, scoperti 50 africani in casolare tra droga e degrado: un arresto

 
La rapina a Brindisi
Brindisi, legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

Legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

 
Dai cc di Brindisi Casale
Carne conservata male e prodotti proibiti: multato macellaio

Carne conservata male e prodotti proibiti: multato macellaio

 
Il caso
Oria, sequestrati dalla Gdf villa e terreno ad esponente della Scu

Oria, sequestrati dalla Gdf villa e terreno ad esponente della Scu

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceComponente di una banda
Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

 
MateraNel Materano
Rubano tubi di rame da ditta, individuati 4 minorenni

Rubano tubi di rame da ditta, individuati 4 minorenni

 
BariInaugura il 21 febbraio
Sculture da indossare: la mostra di Anna Maria Di Terlizzi all'archivio di Stato di Bari

Sculture da indossare: la mostra di Anna Maria Di Terlizzi all'archivio di Stato di Bari

 
TarantoAl Teatro Fusco
La nuova vita di Diodato, senza confini ma con emozioni

La nuova vita di Diodato, senza confini ma con emozioni

 
BrindisiA Mesagne
Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

 
BatDopo la denuncia
Estorcono denaro a un collega: 2 contadini arrestati

Estorcono denaro a un collega: 2 contadini arrestati

 
FoggiaLa storia
«Nonno Libero», il barbone più longevo di Foggia, avrà una casa

«Nonno Libero», il barbone più longevo di Foggia, avrà una casa

 
HomeLa nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Bardi candidato unico del centrodestra

 

Vertenza infinita

Cassa integrazione, i tempi
per la Santa Teresa slittano

In ballo il futuro di 120 famiglie. A breve il Governo dovrebbe esprimersi in via definitiva sulla vicenda

Cassa integrazione, i tempi per la Santa Teresa slittano

Una delle tante proteste nel Brindisino

BRINDISI - Si allungano i tempi per i lavoratori in attesa della concessione della cassa integrazione in deroga per i dipendenti della società Santa Teresa. La riunione a Roma si è chiusa con l’impegno da parte del Ministero a dare una risposta definitiva per Martedì prossimo.

Cgil, Cisl e Uil «apprezzano l’impegno e la convinzione della Task Force Regionale sul diritto di concessione della cassa integrazione in deroga a centinaia di lavoratori, per i quali sono stati già stipulati accordi con le parti datoriali. La discussione tra il Ministero del Lavoro e il Presidente della Task Force, Leo Caroli, è stata aggiornata a martedì. I lavoratori interessati a tale discussione sono i 120 dipendenti della società partecipata Santa Teresa e tanti altri centinaia in tutta la Puglia. Tutti in trepidazione per il verdetto definivo da parte del Ministero del Lavoro che nel caso di negativo condizionerebbe la stabilità occupazionale come già annunciato l’Amministratore della società Santa Teresa».

Nel merito della vertenza Santa Teresa «chiedevamo e ottenevamo, dalla stessa Società - spiegano Cgil, Cisl e Uil -, acconti retributivi da erogare direttamente ai lavoratori poiché da tre mesi senza retribuzione sono a limite della sopportazione economica-famigliare; inoltre chiedevamo anche un incontro in Prefettura di Brindisi e, per questo ringraziamo il dottor Valerio Valenti, che proprio giorno 9, ha convocato tutte le parti coinvolte nella vertenza. Durante il quale l’assessore regionale Sebastiano Leo confermava il massimo impegno alla risoluzione del problema e informava tutti dell’incontro del 12 aprile 2018, a Roma».

Nell’incontro di lunedì scorso - Cgil, Cisl e Uil - hanno fatto presente, che «seppur importante la cassa integrazione molto comunque non è stato realizzato per il rilancio della società nel merito del Piano Industriale, nemmeno l’opportunità data dai Fondi Europei aggravata dalla situazione che, nel passato, così come dichiarato dal presidente della Provincia, Domenico Tanzarella non sono stati affidati direttamente le attività alla Santa Teresa». Cgil, Cisl e Uil invitano tutti le parti in causa, aldilà del responso romano «a considerare ogni strategia politico-industriale per il rilancio della società senza perdere un solo posto di lavoro. Così come in due parole nella stessa riunione un lavoratore gridava: vogliamo il lavoro, si perché il lavoro rappresenta la dignità e la libertà e ognuno nel proprio ruolo di responsabilità non perda questa sfida». «Confidiamo in una risposta positiva - dice il Cobas sulla vicenda -, altrimenti la protesta assumerà gesti eclatanti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400