Martedì 23 Aprile 2019 | 06:50

NEWS DALLA SEZIONE

La sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
Il messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa raccolta differenziata
Bari, arriva il porta a porta: da domani kit nei rioni San Paolo e Stanic

Bari, arriva il porta a porta: da domani kit nei rioni San Paolo e Stanic

 
TarantoIl caso
Taranto, ricoverato dopo incidente si getta dalla finestra dell'ospedale: morto 29enne

Taranto, ricoverato dopo incidente si getta dalla finestra dell'ospedale: morto 29enne

 
BrindisiMolestie in famiglia
Turturano, minaccia di morte l'ex moglie: arrestato 46enne

Tuturano, minaccia di morte l'ex moglie: arrestato 46enne

 
LecceA Ugento
Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

 
BatLa sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
FoggiaSpaccio
San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

 
PotenzaLa nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
MateraDai Carabinieri
Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

 

Operazione dei Cc

Grumo, fanno saltare bancomat: presi in tre

Catturati vicino nei pressi di una masseria del nord barese: sono tutti pregiudicati

Grumo, fanno saltare bancomat presi 3: sono di Andria e Minervino

La banda del Bancomat è finita in manette nel Barese. SI tratta di tre persone, due andriese e un terzo di Minervino, arrestati dai Carabinieri subito dopo il colpo a Grumo Appula dove avevano fatto esplodere ben tre bombe artigianali, la cosiddetta «marmotta», senza riuscire a portar via denaro: l’eccessiva carica esplosiva, infatti, ha provocato la bruciatura delle banconote. La banda, fuggita a bordo di una Bmw (risultata rubata) che è stata intercettata dai Carabinieri in località Campanelli, a Minervino Murge, sulla base di alcuni indizi che in passato avevano portato i militari sulle tracce di alcuni personaggi del posto. Qui, il terzetto, stava per salire a bordo di un'auto «pulita» dopo aver nascosto a Bmw tra le balle di fieno. In carcere, a Trani, sono finiti Z.D., andriese 26enne, S.F., andriese 37enne, eS.M., minervinese 63enne, peraltro proprietario della masseria dove la BMW era stata nascosta, tutti pregiudicati.

Grazie alle immagini del sistema di videosorveglianza della banca è stato possibile acquisire una serie di indizi a carico dei tre. Inoltre, dopo un controllo accurato nella zona di Minvervino in cui è stata trovata l'auto, sono state rinvenute: 2 bombole di ossiacetilene, 20 cartucce calibro 1, una lastra d'acciaio applicata nel cofano posteriore della suddetta Bmw, attrezzi da scasso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400