Giovedì 18 Aprile 2019 | 14:44

NEWS DALLA SEZIONE

Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 
Il punto
«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

 

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 
BrindisiOperazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
PotenzaA potenza
Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

 
TarantoLieto Evento
Martina, nascono 2 cavalli murgesi gemelli: Pamela e Pantaleo

Martina, nascono 2 cavalli murgesi gemelli: Pamela e Pantaleo

 
FoggiaCriminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
BatAl secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

a trani

Bonifica cava, ricorso accolto
«Deve intervenire la Provincia»

Il Tar Puglia dà ragione ai proprietari

discarica Trani in fiamme

TRANI - «Difettano i presupposti per un’ordinanza contingibile ed urgente, non puntualmente indicati e specificati, né desumibili per la lunga preesistenza della situazione di fatto. Difetta, altresì, il requisito della prova della imputabilità della contaminazione del sito alle ricorrenti, che dal 1999 non hanno più nella disponibilità la particella in questione». La prima sezione del Tribunale amministrativo regionale per la Puglia ha accolto il ricorso proposto da Dora e Maria Giovanna Cortellino, eredi della proprietà della cava dismessa di contrada Monachelle che, almeno dallo scorso settembre, fuma ininterrottamente per la combustione di oli minerali stoccati al suo interno.

Il sindaco, Amedeo Bottaro, aveva intimato loro di «porre in essere tutte le attività necessarie ad eliminare la fuoriuscita di fumi neri e odori nauseabondi, concordandole con il custode giudiziario, Andrea Daconto. La sentenza del Tar ne revoca l’ordinanza e consegna l’iter, più che mai nelle mani, della Provincia, organo deputato per legge nella fattispecie, cui il Comune si era sostituito per la presunta inerzia, e della Procura di Trani, che a sua volta ha nominato un consulente per la definizione dell’intervento di bonifica da effettuarsi. [nico aurora]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400