Domenica 21 Ottobre 2018 | 03:09

NEWS DALLA SEZIONE

Il prodigio
Mons. Dimiccoli, il miracolo fu valido: curò paraplegico

Mons. Dimiccoli, il miracolo fu valido: curò paraplegic...

 
Presi dalla Polizia
Andria, in cella due rapinatori: pestarono cliente in sala giochi

Andria, in cella due rapinatori: pestarono cliente in s...

 
la tragedia di Andria
Scontro treni, il gup chiama in causail Ministero e la Ferrotramviaria

Scontro treni, gup chiama in causa il Ministero e la Fe...

 
Il caso
Barletta, cantieri «a sorpresa» e il traffico va subito in tilt

Barletta, cantieri «a sorpresa» e il traffico va subito...

 
Il convegno
Bat? Territorio fragile, ma lo Stato c'è: focus sicurezza a Canosa

Bat? Territorio fragile, ma lo Stato c'è: focus sicurez...

 
Il bilancio
Vendemmia: un'ottima annata, +20% rispetto al 2017

Vendemmia: un'ottima annata, +20% rispetto al 2017

 
La strage
Cani morti in strada a Trani, mistero irrisolto

Cani morti in strada a Trani, mistero irrisolto

 
Ad Andria
Sequestrate costruzioni abusive nel Parco Nazionale Murgia

Sequestrate costruzioni abusive nel Parco Nazionale Mur...

 
Il caso
Domenica con beffa, chiuso il castello di Trani: «Famiglie state a casa»

Chiuso castello di Trani di domenica: «Famiglie a casa»

 
Sulla Corato-Altamura
Furgone si ribalta a causa di cinghiali: ambulanti salvi per miracolo

Furgone si ribalta a causa di cinghiali: ambulanti salv...

 
Dalla Polizia
Barletta, cede dose si marijuana: arrestato per spaccio un 18enne

Barletta, cede dose si marijuana: arrestato per spaccio...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più visti della sezione

i più letti

il futuro

Turismo, patto di sviluppo
tra Bisceglie, Trani e Molfetta

 Turismo, patto di sviluppo  tra Bisceglie, Trani e Molfetta

di LUCA DE CEGLIA

BISCEGLIE - Stretta di mano tra le amministrazioni comunali costiere di Bisceglie, Trani e Molfetta nel nome dello sviluppo economico dei rispettivi territori. Questa mattina, infatti, alle ore 10 nel palazzo Tupputi di Bisceglie, sarà sottoscritto un protocollo d’intesa intercomunale tra rispettivi sindaci Vittorio Fata, Amedeo Bottaro e Tommaso Minervini col Gruppo di Azione Locale “Ponte Lama” denominato “Patto di sviluppo dalla terra al mare”.

L’accordo è finalizzato ad attuare azioni congiunte tese a promuovere e sviluppare, dal punto di vista turistico e socio-economico il patrimonio e le risorse marino-costiere e rurali, attraverso il supporto tecnico del GAL che così, quindi rafforza il ruolo di Agenzia di Sviluppo Locale. Si tratta della fase di ripartenza per il GAL “Ponte Lama”, dopo l’annuncio ufficiale della concessione di un finanziamento di circa otto milioni di euro da spendere per la programmazione 2014-2020. I Comuni di Bisceglie, Trani e Molfetta, pur valicando i confini provinciali, puntano con tale progetto a contemplare azioni per la promozione di pesca, agricoltura e più in generale ruralità, stimolando privati e comuni a sviluppare le attività economiche del settore. Il protocollo d’intesa, tenuto in stretto riserbo, sarà illustrato nell’incontro di oggi dal presidente del GAL “Ponte Lama” Francesco Spina, il direttore Gianni Porcelli e l’amministratore delegato Antonello Scarimbolo.

Recentemente, in linea con l’idea espressa più volte dall’assessore regionale alle attività produttive, Leonardo Di Gioia, di trasformare i Gruppi di Azione Locale in vere e proprie agenzie di sviluppo locale, il Comune di Bisceglie le ha affidato il progetto di riutilizzo acque reflue in agricoltura. È stato inoltre avviato un percorso per assimilare il GAL agli Enti pubblici, in termini di trasparenza e controlli, approvando per la prima volta un bilancio previsionale 2018 e un regolamento interno. Ora le amministrazioni comunali delle città in ballo presentano il Piano di azione locale e le sue relative opportunità di finanziamento. Due anni fa il Gal Ponte Lama sottoscrisse un altro accordo con la Asl Bt, il Tribunale di Trani, la Provincia Bat e i Comuni di Bisceglie e Trani, la Casa della Divina Provvidenza ed altri enti per la promozione dell’Agricoltura Sociale come strumento atto a favorire coesione sociale, sostenibilità e partecipazione nei processi di sviluppo locale.

L’agricoltura come opportunità di inclusione sociale, di riabilitazione e di cura per le fasce di popolazione svantaggiate e a rischio di marginalizzazione è un’idea che ha suscitato interesse tra gli Enti locali che operano per favorire lo sviluppo del territorio non solo sotto l’aspetto economico ma anche sociale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400