Venerdì 15 Gennaio 2021 | 22:13

NEWS DALLA SEZIONE

emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 
La novità
Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

 
la tragedia
Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

 
Paura in città
Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

 
Storie
Covid: Carlo, l'imprenditore dal cuore d'oro, primo guarito della Bat tra aiuti e beneficenza

Covid: Carlo, l'imprenditore dal cuore d'oro, primo guarito della Bat tra aiuti e beneficenza

 
Teatro
Barletta: «Io cronista nel Curci senza pubblico»

Barletta: «Io cronista nel Curci senza pubblico»

 
Agroalimentare
Olio di qualità ma produzione dimezzata nella BAT

Olio di qualità ma produzione dimezzata nella BAT

 
L'inchiesta
Ufo, gli avvistamenti nel Nord Barese tra tanta incredulità ma anche curiosità

Ufo, gli avvistamenti nel Nord Barese tra tanta incredulità ma anche curiosità

 
lavori urgenti
Trani, pericolo di crollo per il muraglione sul mare

Trani, pericolo di crollo per il muraglione sul mare

 

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 
Potenzala «trovata»
Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

 
Barila scorsa notte
Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

 
Batemergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
Bari
Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

 
LecceNel Leccese
Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

 
BrindisiIl caso
Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

 

i più letti

a Minervino ed Andria

Tra solidarietà e impegno
Ecco le «stanze dei sogni»

stanze

di GIUSEPPE DIMICCOLI

BARLETTA - La strenua volontà di rendere felice chi, purtroppo, non può esserlo. È questo uno dei meravigliosi obiettivi che con grande senso di umanità e carità porta avanti l’Ideas Onlus associazione onlus nata nel 2014 con l’obiettivo di provare a migliorare le condizioni di vita di poveri e disagiati o di qualunque persona si trovi in un particolare stato di bisogno o necessità.

Da qualche settimana, Gilly Fiore e Bea Nanni - marito e moglie e anima e cuore di questo meraviglioso sodalizio - hanno dato vita alla «La stanza dei miei sogni» numero 7 ed 8 realizzate anche grazie al contributo della Chiesa Valdese a Minervino ed Andria. Non dimenticando che a brevissimo arriverà la stanza numero 9 a Barletta grazie anche al contributo del Rotary Club di Barletta.

LE EMOZIONI - Gilly, barlettano galantuomo dal cuore d’oro, racconta che: «Da ogni stanza impariamo qualcosa, ogni famiglia è un mondo nuovo da scoprire perciò pensiamo che in futuro non mancheranno altre difficoltà ma siamo certi che, poco a poco, miglioreremo sempre più e riusciremo a fare felici altre persone. E’ bellissimo vedere i sorrisi delle persone che aiutiamo, ascoltare le loro parole di ringraziamento e respirare quella spensieratezza e leggerezza tipica di ogni volta che arriviamo all’ultimo giorno di progetto ma, paradossalmente, il nostro più grande successo è quello che riscuotiamo nel post realizzazione stanze».

Bea, con dolcezza e concretezza, precisa che: «Lavorare al fianco di persone che hanno storie e patologie distinte ci permette di imparare molto di mondi diversi tra loro ma profondamente vicini, fatti di battaglie quotidiane alla ricerca di diritti e all’inseguimento di una normalità nelle enormi difficoltà di ogni giorno. Continuiamo a credere molto in questo progetto e non ci fermeremo infatti ad oggi abbiamo più richieste che fondi a disposizione il che significa che c’è tantissimo ancora da fare».

STANZA SOGNI #7 - «A Minervino Murge abbiamo conosciuto un padre di famiglia che da circa 7 anni lotta contro una maledetta malattia neurodegenerativa progressiva che lo costringe a passare la maggior parte del suo tempo allettato, “in compagnia” del suo inseparabile comunicatore che è l’unico strumento che gli permette di relazionarsi visto che, purtroppo, tutti i suoi arti sono bloccati. Sua moglie dedica la vita a seguirlo nelle sue cure quotidiane e a dargli quell’attenzione e quell’amore che gli permettono di continuare a lottare contro il suo male. Siamo entrati in contatto con lui e la sua bellissima famiglia dopo che un medico ha conosciuto il nostro progetto ed ha pensato di presentarci alla famiglia suddetta pensando che un nostro intervento avrebbe fatto bene, portando una ventata di novità e spensieratezza. L’obiettivo della stanza dei sogni #7 è stato chiaro fin da subito: puntare a cose utili, che permettessero ridistribuire al meglio la roba presente in camera (bisogni logistici) e puntare a qualcosa che potesse accompagnare il nostro amico nelle sue lunghe giornate dandogli allegria e forza per lottare (bisogni emotivi). Dato che ci piace sempre lasciare un tocco di personalizzazione su una parete della stanza abbiamo realizzato una scritta mediante un adesivo sagomato che riporta la frase “Un giorno senza sorriso è un giorno perso” che ricorda al nostro amico il suo motto di vita».

STANZA SOGNI #8«Siamo stati contattati da una scuola con la quale abbiamo già collaborato in passato per un altro progetto. Abbiamo deciso di dare una mano alla famiglia di una bimba che all’interno della sua casa non disponeva di una cameretta.Dopo aver parlato con la mamma della bimba ed una sua professoressa abbiamo capito che la stanza doveva essere il suo regno, un posto dove annullare le distanze, dove concentrarsi e studiare, dove svagarsi, divertirsi e ritrovare fiducia in se stessa. Abbiamo passato una mattinata con la nostra piccola amica ed i suoi genitori ad osservare camerette ed alla fine abbiamo disegnato la cameretta dei suo sogni acquistando un nuovo letto, comprensivo di materasso e spalliera, un nuovo armadio a tre ante, uno scrittoio con cassetto, una sedia per scrittoio, una libreria con anta comprensiva di mensole, un comodino con cassetti, una cassettiera e due mensole. Il tocco di personalizzazione la decorazione che riporta su di una parete il nome della nostra piccola amica e dei disegni di farfalle che fanno svolazzare il suo nome di color lilla. Quello che ama tanto».

Per contattare l’onlus 349 8651467 e 338 4027745. @ideasonlus; info@ideasonlus.org; http://www.ideasonlus.org

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie