Martedì 26 Gennaio 2021 | 23:46

NEWS DALLA SEZIONE

L'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
viabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 
L'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 
Nella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
Il caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
sanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
La disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni una transessuale vittima di insulti

 
Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'inchiesta
Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

 
Foggiatragedia
Orta Nova, donna morta in casa: si pensa ad un omicidio

Orta Nova, donna di 48 anni accoltellata in casa alla gola: sospetti su un 46enne.
A dare l'allarme alcuni vicini Ft

 
Potenzaemergenza Covid
Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

 
HomeIl caso
Crolla solaio di un capannone a S. Michele Salentino: un morto. Altri sotto le macerie

Crolla solaio di un capannone a San Michele Salentino: un morto e 4 feriti. Uno è in gravi condizioni

 
LecceIl caso
Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

 
BatL'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
MateraIl caso
Reati contro la Pubblica Amministrazione a Matera: 11 arresti e sequestrati 8,2 mln

Matera, truffa per fondi pubblici in agricoltura: 11 arresti, tra loro funzionari Ismea e Regione Basilicata. 22 indagati e sequestrati 8,2 mln. Le intercettazioni VD

 

i più letti

incredibile svista

Alla sbarra il detenuto sbagliato
«Non è che volevate mio cugino?»

tribunale di Trani sede

di NICO AURORA

TRANI - Prelevato, tradotto e scortato dal carcere all’aula di Corte d’Assise del Tribunale di Trani. Si accomoda alla sedia riservata ai teste e comincia ad essere tempestato di domande, alle quali non risponde.
A prima vista, nulla di nuovo sotto il sole: un teste che faccia fatica a dare risposte o si mostri reticente ci può sempre stare. Ma quell’uomo, sulla quarantina, dà proprio l’impressione di non sapere di cosa si stia parlando, sembra disorientato, sconcertato.

LA SORPRESA - Dopo un po’ prende coraggio e, al microfono, rilascia le prime dichiarazioni: «Ma, signori, siete sicuri che state cercando me? Non è che dovevate portare qui mio cugino?».
Alla domanda, seguita da un momento di silenzio imbarazzante, la verifica e la conferma: la citazione era stata inviata per sbaglio, anziché alla persona effettivamente destinataria dell’atto, ad un suo cugino omonimo, coetaneo e detenuto.
Quest’ultima circostanza, in particolare, faceva apparire ancora più verosimile un errore che, divenuto plateale per il comportamento dell’ignaro teste sbagliato, ha evidentemente suscitato una, sia pur contenuta, ilarità generale sia da parte di chi faceva parte dell’udienza, sia di chi era in aula per quelle successive iscritte a ruolo.

UDIENZA RINVIATA - Il siparietto è avvenuto in occasione di un processo davanti al giudice monocratico penale che, senza fare una piega, anzi mostrando a sua volta incassato con stile e garbo l’imprevisto, ha rinviato l’udienza alla prima data utile entro la quale convocare la persona giusta, rimediando ad un incidente di percorso di una macchina pressoché perfetta come il Tribunale di Trani.
Quanto al cugino detenuto gli bastano e avanzano, per il momento, i problemi per i quali dovrà realmente e concretamente difendersi a breve, e da imputato, in un’altra aula di giustizia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie