Giovedì 18 Aprile 2019 | 14:18

NEWS DALLA SEZIONE

Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 
Il punto
«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

 

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiOperazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
PotenzaA potenza
Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

 
LecceNel Leccese
Scambio di sesso e voti: condannati ex amministratori Porto Cesareo

Scambio di sesso e voti: condannati ex amministratori Porto Cesareo

 
TarantoLieto Evento
Martina, nascono 2 cavalli murgesi gemelli: Pamela e Pantaleo

Martina, nascono 2 cavalli murgesi gemelli: Pamela e Pantaleo

 
FoggiaCriminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
BatAl secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

Ambiente

Discarica di «Puro vecchio»
Manganese nel sottosuolo

Trani, discarica di «Puro vecchio», ma cala il nichel

Discarica di «Puro vecchio»Manganese nel sottosuolo

Nico Aurora

Trani Il manganese continua a mantenersi oltre i limiti previsti per legge, il nichel è abbondantemente rientrato alla di sotto degli stessi e dunque, almeno in questo secondo caso, la sicurezza si è ristablita. È questa la fotografia che emerge dall’ultimo rapporto rilasciato dalla società New Kem, di Modugno, a firma del professor Gaetano Nuovo, sui campioni d’acqua prelevati dalla discarica di Trani e, in particolare, dai pozzi maggiormente collegati al luogo in cui si è verificato l’incidente che ha determinato, nel 2014 la perforazione di una parte di membrana e la dispersione in falda di percolato.

Secondo le analisi effettuate lo scorso 21 ottobre, il cui esito è stato rilasciato il 28, al pozzo P6v, ubicato a valle, il manganese si presenta in quantità di 90,3 microgrammi per litro, contro i 50 previsti per legge. Tutti al di sotto dei valori, e quindi regolari, gli altri metalli. Al pozzo P2m, che si trova a monte, il nichel, che aveva fatto segnare preoccupanti innalzamenti durante il periodo estivo, è ora a quota 7,1 microgrammi per litro, conto i 20 previsti per legge.

Sui valori di questi due metalli aveva acceso i riflettori anche il sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Trani, Michele Ruggiero, titolare dell’inchiesta in cui 21 persone sono iscritte nel registro degli indagati, a vario titolo, la maggior parte delle quali per presunto disastro ambientale. Ruggiero, dissequestrando recentemente la discarica dopo oltre un anno e mezzo, ha rappresentato a Comune, Amiu ed agli altri organi istituzionali preposti, la necessità di mantenere sempre, entro i limiti di legge, i valori delle matrici ambientali, accelerando contemporaneamente le procedure di copertura, messa in sicurezza e bonifica dell’impianto. Per la verità, già alcune settimane prima, con lo stesso spirito di cautela, il sindaco, Amedeo Bottaro, aveva emanato l’ordinanza di chiusura della stessa discarica.

Resta il fatto che il manganese è ancora inquinante, e questo non può che determinare un ulteriore impulso per accelerare l’iter dei lavori del piano di caratterizzazione, che prevede la realizzazione di nuovi pozzi funzionali al progetto di chiusura della discarica, ma anche la gara per la copertura dei tre lotti: qui l’obiettivo è un bando su InnovaPuglia, per il terzo, ed il recupero di una procedura. già esperita nel 2011, per gli altri due.

A breve si conoscerà anche l’esito delle analisi compiute, quello stesso giorno, dai tecnici di Arpa Puglia, che stanno operando in contraddittorio con quelli di Amiu: nelle ultime rilevazioni incrociate, i dati sono apparsi sostanzialmente sovrapponibili e, se la tendenza fosse confermata, anche Arpa dovrebbe pertanto accertare il persistente inquinamento da manganese, ma non da nichel.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400