Venerdì 20 Settembre 2019 | 01:12

NEWS DALLA SEZIONE

La proposta
Barletta, un'app sui cellulari per segnalare i cattivi odori

Barletta, un'app sui cellulari per segnalare i cattivi odori

 
Nordbarese
Scontro treni Ferrotramviaria: Tribunale rigetta patteggiamento capostazione

Scontro treni Ferrotramviaria: Tribunale rigetta patteggiamento capostazione

 
nel Nordbarese
Andria, rapina da 4mila euro in un centro scommesse: arrestato 34enne

Andria, rapina da 4mila euro in un centro scommesse: arrestato 34enne

 
In centro
Andria, sorpreso a spacciare da finanziere in bici: in cella 46enne

Andria, sorpreso a spacciare da finanziere in bici: in cella 46enne

 
Giustizia svenduta
Corruzione a Trani, un nuovo verbale inguaia l'ex pm Scimè

Corruzione a Trani, un nuovo verbale inguaia l'ex pm Scimè

 
Il personaggio
Luigi, il super ingegnere di Barletta che fa «volare» la McLaren

Luigi, il super ingegnere di Barletta che fa «volare» la McLaren

 
L'iniziativa
Caro cancelleria, a Barletta il «quaderno sospeso»: la scuola è più umana

Caro cancelleria, a Barletta il «quaderno sospeso»: la scuola è più umana

 
Arrestato
Barletta, marocchino accoltella tunisino e gli aizza contro un Pitbull

Barletta, marocchino accoltella tunisino e gli aizza contro un Pitbull

 
L'evento
Andria, la festa patronale si chiude con Avitabile e l'Orchestra Popolare Notte della Taranta

Andria, la festa patronale si chiude con Avitabile e l'Orchestra Popolare Notte della Taranta

 
La lite
Barletta, rissa tra ubriachi: uomo ferito con un fendente. Non è grave

Barletta, rissa tra ubriachi: uomo ferito con un fendente. Non è grave

 
La difesa
Andria, ucciso per mancata precedenza, il presunto killer: «Si è scagliato e ha urtato il coltellino»

Andria, ucciso per mancata precedenza, il presunto killer: «Si è scagliato e ha urtato il coltellino»

 

Il Biancorosso

Serie C
Il Bari si dà una mossa: mini-ciclo per la svolta

Il Bari si dà una mossa: mini-ciclo per la svolta

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Salento
Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

 
TarantoNel tarantino
Martina Franca, asinelli incatenati e feriti: denunciato allevatore

Martina Franca, asinelli incatenati e feriti: denunciato allevatore

 
PotenzaSul raccordo Potenza-Sicignano
Furgone portavalori si schianta sul guardrail nel Potentino: un ferito

Furgone portavalori si schianta sul guardrail nel Potentino: un ferito

 
MateraTentato omicidio
Matera, lite per le spese del picnic, 31enne accoltella cognato: arrestato

Matera, lite per le spese del picnic, 31enne accoltella cognato: arrestato

 
BatLa proposta
Barletta, un'app sui cellulari per segnalare i cattivi odori

Barletta, un'app sui cellulari per segnalare i cattivi odori

 
Foggianel foggiano
Cerignola, polizia scopre autorimessa centrale del riciclaggio: 3 arresti

Cerignola, polizia scopre autorimessa centrale del riciclaggio: 3 arresti

 
BrindisiNel Brindisino
Villa Castelli, il paese festeggia la prima unione civile

Villa Castelli, il paese festeggia la prima unione civile

 

i più letti

L'opificio

Trani, l’ex segheria diventerà un centro commerciale

Individuate le aree che saranno cedute gratuitamente al Comune

Trani, l’ex segheria diventerà un centro commerciale

TRANI - Un’ex, grande segheria di pietra di Trani sta per essere riconvertita in gran parte in area commerciale. Così facendo, però, i progettisti sono tenuti a rilasciare un’altrettanto congrua porzione di quel suolo in favore del Comune di Trani.
È quanto ha determinato il dirigente dell’area urbanistica, Francesco Gianferrini prendendo atto della disponibilità della società de Camelis Carmine & partners a cedere gratuitamente le aree a standard, ai sensi di legge, così come individuate nel progetto allegato al Provvedimento unico autorizzativo già ottenuto. Tali spazi comprendono l’intera viabilità per il collegamento tra via Barletta, su cui l’ex segheria e futuro centro commerciale si affaccia, e la retrostante via Finanzieri. In tal modo la società cederà gratuitamente una superficie pari a 2.424 metri quadrati, per la realizzazione di spazi di sosta, parcheggio e viabilità di collegamento appunto tra via Barletta e via Finanzieri. Di fatto si creerà una continuità, che adesso non c’è, tra via Papa Giovanni XXIII e via Finanzieri, passando proprio per il terreno della società de Camelis.

Negli anni scorsi i proprietari di quel suolo avevano bonificato gli immobilidalle coperture in eternit, mantenendo attivi alcuni uffici. L’attività lapidea, però, era da tempo cessata e, così, il 4 novembre 2016 la società aveva presentato al Comune la domanda di permesso a costruire per la ristrutturazione edilizia di quell’area, con parziale cambio di destinazione d’uso per attività commerciale, nonché rilascio di Provvedimento unico autorizzativo da destinarsi a centro commerciale di vicinato.

L’Ufficio tecnico aveva comunicato alla società il parere favorevole, ma a condizione che venisse prodotta nuova planimetria, con ampliamento delle aree standard da estendere alla restante parte di viabilità prevista nel progetto, proprio per collegare via Barletta con via Finanzieri: su queste deve essere apposto il vincolo di uso pubblico, per stabilire una maggiore utilità degli spazi indicati nel progetto iniziale. Effettivamente la società ha prodotto una nuova planimetria ottenendo il Provvedimento unico autorizzativo.
Il 15 giugno 2018 la società comunicava l’inizio di lavori relativi a tutta una serie di opere di bonifica e pulizia che hanno interessato l’intero complesso immobiliare, oltre a demolizioni di immobili in cui sorgeranno le aree standard da destinarsi ad uso pubblico.

I lavori sono stati completati il 3 agosto 2018 e, dopo le demolizioni, la de Camelis Carmine & partners dava corso a tutta una serie di pratiche catastali per la regolarizzazione in atti della corretta identificazione e stato di diritto della proprietà definitiva, con conseguente corretta individuazione delle aree a standard, vincolate ad uso pubblico.
Lo scorso 24 luglio 2019, la società proponeva proprio la cessione a titolo gratuito delle aree a standard in favore del Comune di Trani. Per quanto riguarda il centro commerciale di vicinato, si estenderà per comprensivi 12.000 metri quadrati, di cui 1.000 per area verde, 3.000 per coperture e 8.000 di bacino scolante. L’autorizzazione avrà validità di 15 anni e riguarderà il sistema di gestione delle acque meteoriche che, dovrà essere realizzato in conformità alle norme tecniche previste.
Il centro commerciale si occuperà della vendita al dettaglio di prodotti alimentari ed altra merce. Diversi edifici saranno oggetto di recupero edilizio e destinati ad attività di impresa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie