Martedì 18 Giugno 2019 | 18:53

NEWS DALLA SEZIONE

Dal geologo Dellisanti
Minervino Murge, scoperta nuova grotta carsica

Minervino Murge, scoperta nuova grotta carsica

 
Arrestato aggressore
Barletta, vigilessa aggredita da ambulante: solidarietà del sindaco

Barletta, vigilessa aggredita da ambulante: solidarietà del sindaco

 
L'incidente
Trani, sedicenne precipitato da Villa Comunale: è mistero sulle cause

Trani, sedicenne precipitato da Villa Comunale: è mistero sulle cause

 
Tragedia sfiorata
Sedicenne cade a Trani dal muro della Villa sul mare: paura e fratture

Sedicenne cade a Trani dal muro della Villa sul mare: paura e fratture

 
Il ritrovamento
San Ferdinando, Nascondeva nel box un fucile: arrestato incensurato

San Ferdinando, nascondeva nel box un fucile: arrestato incensurato

 
L'iniziativa
Barletta, vincolo di tutela per l’ex Cartiera e per Palazzo Tresca

Barletta, vincolo di tutela per l’ex Cartiera e per Palazzo Tresca

 
Giustizia truccata
Trani, magistrati arrestati: altre denunce, arresti prorogati

Trani: «Potrebbero inquinare le prove», arresti prorogati per Savasta e Nardi

 
Pallavolo
Canosa, l'eurocampionessa Sansonna è cittadina benemerita

Canosa, l'eurocampionessa Sansonna è cittadina benemerita

 
Nordbarese
Non ci sono soldi sul conto: sindaco Trani rinuncia al Riesame

Non ci sono soldi sul conto: sindaco Trani rinuncia al Riesame

 
Il caso
Trani, Villa Maggi «in sicurezza»: ora è ridotta a cumulo di detriti

Trani, Villa Maggi «in sicurezza»: ora è ridotta a cumulo di detriti

 
Sanità
Trani, prelievi di cornee a cuore fermo: il primo nella Asl Bat

Bisceglie, prelievi di cornee a cuore fermo: il primo nella Asl Bat

 

Il Biancorosso

LA CURIOSITA'
De Laurentiis e Simeri a MykonosTutto sulle vacanze del Bari

De Laurentiis e Simeri a Mykonos. Tutto sulle vacanze del Bari

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl processo
Omicidio anziana di Bitonto, favorirono latitanza boss Conte: in 2 a giudizio

Omicidio anziana di Bitonto, favorirono latitanza boss Conte: in 2 a giudizio

 
PotenzaMaltempo
Bombardamento di grandine a Potenza: auto rimaste in panne

Bombardamento di grandine a Potenza: auto rimaste in panne

 
HomeIl caso
Ex Ilva, operaio muore di tumore, un collega: «La fabbrica uccide»

Ex Ilva, operaio muore di tumore, lo sfogo di un collega: «La fabbrica uccide»

 
LecceSalento
Abuso d'ufficio, indagato ex presidente Provincia di Lecce Gabellone

Abuso d'ufficio, indagato ex presidente Provincia di Lecce Gabellone

 
BrindisiMinacce e lesioni
Brindisi, litiga con la fidanzata e le rompe il naso: denunciato

Brindisi, litiga con la fidanzata e le rompe il naso: denunciato

 
Foggianel Foggiano
Poggio Imperiale, morta Nonna Peppa, la donna più anziana d'Europa

Poggio Imperiale, morta Nonna Peppa, la donna più anziana d'Europa

 
MateraNel Materano
Boom case vacanza nel Metapontino, terza località in Italia

Boom case vacanza nel Metapontino, terza località in Italia

 
BatDal geologo Dellisanti
Minervino Murge, scoperta nuova grotta carsica

Minervino Murge, scoperta nuova grotta carsica

 

i più letti

La protesta

Trani senza pronto soccorso, i cittadini scendono in piazza

Contro i tagli alla sanità, gli abitanti chiedono di non essere sballottati fra i vari ospedali delle altre città

Trani senza pronto soccorso, i cittadini scendono in piazza

Contro i agli alla sanità, ma soprattutto per il diritto alla salute, chiedono che sia ripristinato all’ ex ospedale almeno un Pronto Soccorso degno di questo nome. Senza essere sballotto lati da un ospedale all’altro di altre città, con altre code, altri codici, altre attese, non proprio salvifiche. “Domenica mattina, 17 febbraio, non state dietro le tastiere: per chiedere un Pronto Soccorso efficiente per la nostra città venite tutti alle 10 in piazza Plebiscito”: dopo aver registrato, raccontato o anche assistito ad una serie di episodi relativi a presunti problemi nelle prestazioni sanitarie ricevute da alcuni cittadini/utenti/pazienti di Trani, che si sono affidati ai servizi resi nel Punto di promo intervento cittadino, si sono “incontrati” incontrati dapprima nella rete (su Tranispia facebook) e poi si sono organizzati dandosi appuntamento dal vivo. Sono stati ricevuti per un colloquio con il sindaco Amedeo Bottaro e questa mattina si ritroveranno in piazza Plebiscito, insieme al Primo cittadino.
Loro sono Tonino, Giulia, Wanda, Gaetano, Lucia, e altri e altri ancora, nomi e volti della gente comune, manifesterà per la difesa del Pronto soccorso dell'ex ospedale San Nicola Pellegrino. Come abbiamo detto, nei giorni scorsi hanno anche incontrato il Sindaco: “L'incontro - fa sapere Bottaro -, durato oltre un'ora, ha permesso ai cittadini di testimoniarmi la preoccupazione per i recenti processi di trasformazione del nostro Presidio territoriale di assistenza. Ho dato la mia totale disponibilità a partecipare alla loro riunione pubblica”.


Non sarà presente,al contrario di quanto annunciato da Bottaro, il consigliere regionale Mimmo Santorsola: “Mi sono più volte dichiarato disponibile ad incontrare singoli cittadini o rappresentati di associazioni e partiti politici per discutere su temi di interesse pubblico. La sorte dell’ospedale di Trani è sicuramente un argomento interessante, tanto da meritare una conferenza stampa congiunta tra rappresentanti istituzionali quali Comune, Asl e regione. Tale incontro è stato calendarizzato entro il mese di febbraio per fornire alla comunità informazioni utili ad una valutazione complessiva. Ritengo, però, che l’offerta sanitaria sul territorio tranese nella sua interezza,  piuttosto che il solo pronto soccorso, meriti una attenzione maggiore ed una partecipazione più capillare da parte della comunità. Pertanto, rinnovando la mia disponibilità ad incontrare “ad horas” i promotori di questa manifestazione , chiedo al Sindaco Bottaro di rinviare ad un momento più corale e più rappresentativo l’incontro con la cittadinanza che, se fatto domani, potrebbe essere solo a vantaggio di pochi”.


Il gruppo di cittadini, in ogni caso, sarà questa mattina alle 10, dinanzi alla villa comunale. Chiedono uno scatto di orgoglio a tutti: “Manifesteremo – dicono - affinché la nostra voce possa arrivare alle istituzioni. Perché il diritto alla salute è un diritto di tutti. Il Pronto Soccorso non è un reparto qualunque, è un servizio dedicato all'emergenza, deve essere attivo 24 ore su 24, perché deve essere alla portata di qualsiasi cittadino,che per qualsiasi causa, ne ha bisogno. Non dovete pensare ad oggi che state bene, ma a domani, che potreste averne bisogno. Ma potrebbe essere troppo tardi”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie