Venerdì 22 Febbraio 2019 | 09:18

NEWS DALLA SEZIONE

Il video appello
Emma «tifa» per Chiara, studentessa di Barletta vittima di un incidente in Spagna

Emma «tifa» per Chiara, studentessa di Barletta vittima di un incidente in Spagna

 
L'iniziativa
Barletta, ecco i ciclisti della solidarietà per aiutare i più bisognosi

Barletta, ecco i ciclisti della solidarietà per aiutare i più bisognosi

 
La denuncia
Barletta, stazione senza ascensore: non ha mai funzionato

Barletta, stazione senza ascensore: non ha mai funzionato

 
Il caso
Discarica ad Andria, ecco il verbale del «via libera»

Discarica ad Andria, ecco il verbale del «via libera»

 
Dopo la denuncia
Estorcono denaro a un collega: 2 contadini arrestati

Estorcono denaro a un collega: 2 contadini arrestati

 
Tutti bitontini
Inseguiti dai cc, arrestati tre ladri seriali d'auto nel Nordbarese

Inseguiti dai cc, arrestati tre ladri seriali d'auto nel Nordbarese

 
La protesta
A Trani un sit-in dei cittadini contro la chiusura dell’ospedale

A Trani un sit-in dei cittadini contro la chiusura dell’ospedale

 
La protesta
Trani senza pronto soccorso, i cittadini scendono in piazza

Trani senza pronto soccorso, i cittadini scendono in piazza

 
Davanti al porto
Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

 
Sanità
Andria, uomo di 67 anni dona rene e cornee

Andria, uomo di 67 anni dona rene e cornee

 

NEWS DALLE PROVINCE

Altre notizie HomeIl caso
Bari, i ragazzi dicono stop al bullismo meglio l’amicizia

Bari, i ragazzi dicono stop al bullismo meglio l’amicizia

 
MateraIl caso
Frana Pomarico, la Regione dà l'ok allo stato d'emergenza

Frana Pomarico, la Regione dà l'ok allo stato d'emergenza

 
GdM.TVIl video appello
Emma «tifa» per Chiara, studentessa di Barletta vittima di un incidente in Spagna

Emma «tifa» per Chiara, studentessa di Barletta vittima di un incidente in Spagna

 
PotenzaL'iniziativa
A Vietri di Potenza se adotti un cane non paghi la Tari

A Vietri di Potenza se adotti un cucciolo dal canile non paghi la Tari

 
HomeLa decisione
Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

 
BrindisiA ceglie messapica
Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

 
TarantoArrestato pregiudicato
Litiga con i genitori, polizia trova in camera una pistola

Litiga con i genitori, polizia trova in camera una pistola

 
FoggiaHanno agito in quattro
Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

 

Agli esercenti

Trani, via le slot machine per dimezzare la Tari

Misura di contrasto alla ludopatia che compenserebbe i mancati introiti con il dimezzamento del tributo sui rifiuti solidi urbani

Tassa rifiuti sbagliata, ancheLecce ha sbagliato i conti

Tari ridotta del 50 per cento per i gestori delle attività commerciali che decideranno di rinunciare alle slot machine. Lo ha approvato il consiglio comunale l’altra sera modificando, specificatamente per quella parte, il Regolamento dell’imposta unica comunale.
Il provvedimento, in particolare, dispone che, «a decorrere dal 2019, è concessa un’agevolazione, nella misura massima del 50 per cento, della sola quota variabile, per le utenze non domestiche legate alle attività commerciali iscritte nell’elenco dei soggetti che svolgono attività funzionali alla raccolta del gioco, mediante apparecchi da divertimento con vincita in denaro istituito presso il Ministero dell’economia e finanze, Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato».
Il beneficio riguarderebbe «coloro che dovessero dismettere, ed impegnarsi a non ripristinare per un periodo di cinque anni, tutte le macchine da gioco di qualsiasi genere, con premi in denaro, purché dimostrino di entrare di essere in possesso delle relative autorizzazioni alla data di entrata in vigore dell’articolo».


In altre parole, si tratta di una misura di contrasto alla ludopatia, che compenserebbe i mancati introiti dei commercianti con il dimezzamento del tributo da pagare sui rifiuti solidi urbani.
La proposta è stata sottoposta all’assemblea dall’assessore alle finanze, Luca Lignola: «È un provvedimento che propone una modifica apparentemente semplice, ma dal duplice valore: da un lato riduciamo la Tari per chi decide di eliminare dai propri esercizi commerciali le slot; dall’altra accogliamo una proposta fatta in terza commissione due anni fa, intraprendendo una chiara strada contro la ludopatia. Infatti, questa è la prima di altre operazioni pensate per limitare questo fenomeno sociale, che sta mettendo in ginocchio molte famiglie».
Il fatto che, per il momento, si sia approvata solo questa misura è legato alla circostanza per cui la copertura economica, di 10.000 euro, è sufficiente soltanto per questa fattispecie.


Lo ha dovuto spiegare lo stesso Vignola alle osservazioni giunte dall’aula, a cominciare dal portavoce del Movimento cinque stelle, Luisa Di Lernia: «Trani è prima in Puglia sulla ludopatia, siamo in emergenza ed il provvedimento va bene solo come inizio, perché serve una azione mirata contro questo problema serio, con precisi stanziamenti nel Piano sociale di zona».
Secondo Mimmo De Laurentis, capogruppo del Partito democratico, «per quest’anno gli esercenti non faranno in tempo a fare richiesta di agevolazione, perché dovrebbero recedere i contratti. Più probabile che si organizzino per il prossimo anno. In commissione avevamo proposto altri interventi che non avevano lo scopo di ridurre la tariffa, ma rientravano in un percorso virtuoso: per esempio, incentivi a chi conferisce all’isola ecologica ed a chi adotta un cane dal canile comunale».
Resta da verificare quanti commercianti riterranno più conveniente rinunciare alle macchinette piuttosto che ridurre il costo della Tari: per alcuni, fatto qualche calcolo, paradossalmente potrebbe risultare più vantaggioso pagare il tributo pieno e incassare di più da chi gioca, mandando a carte quarantotto tutti i buoni propositi di contrasto al gioco patologico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400