Giovedì 25 Aprile 2019 | 07:51

NEWS DALLA SEZIONE

Lavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
Botta e risposta
Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

 
Il furto
Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

 
Il furto
Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

 
Discariche a cielo aperto
Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

 
La sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
Il messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"
Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl premio
Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
LecceTecnologia
Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

 
BatLavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
FoggiaL'intervista
Giannini: «Al treno-tram la Regione ha rinunciato»

Giannini: «Al treno-tram Foggia-Manfredonia la Regione ha rinunciato»

 
BrindisiStalking
Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 
PotenzaIl nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 

Le indagini

Andria, sequestrato patrimonio per oltre 500mila euro a due coniugi

Il provvedimento cautelare riguarda dodici immobili tra cui un casolare ed una villa vicino Castel del Monte, due case, magazzini e depositi, sei terreni e tre autovetture

Guardia di Finanza

Guardia di Finanza

ANDRIA - Beni mobili e immobili del valore complessivo di oltre 500 mila euro sono stati sottoposti a sequestro dai finanzieri di Andria nei confronti di due coniugi accusati di spaccio aggravato di droga.
I due, marito e moglie di 58 e 59 anni, erano stati arrestati nelle scorse settimane (lui in carcere e lei ai domiciliari) perché le indagini coordinate dalla Procura di Trani avevano consentito di ricondurre alla coppia le piantagioni di marijuana scoperte ad agosto in un ciliegieto ai piedi di Castel del Monte.
Il provvedimento cautelare ha riguardato dodici immobili ad Andria, tra cui un casolare e una villa a Castel del Monte, due case, magazzini e depositi, sei terreni, tre autovetture, nonché disponibilità finanziarie (conti correnti e carte di credito) per un valore complessivo di 523.900 euro. Dopo il rinvenimento della droga, più di 500 piante di marijuana e circa un chilo e mezzo della stessa sostanza in fase di essiccazione, gli investigatori hanno avviato accertamenti anche patrimoniali sui coniugi, scoprendo la sproporzione tra i beni in loro possesso, ritenuti acquistati negli ultimi 15 anni con i proventi dell’attività di spaccio, e i redditi dichiarati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400