Giovedì 21 Marzo 2019 | 20:39

NEWS DALLA SEZIONE

Analisi e scenari
Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

 
È intervenuta la polizia
Barletta, tenta di uccidere il fratello accoltellandolo dopo lite, 53enne in cella

Barletta, tenta di uccidere il fratello accoltellandolo dopo lite, 53enne in cella

 
Nel nordbarese
Margherita di Savoia, 200kg di cozze conservate e lavorate in un autoparco: sequestri

Margherita di Savoia, 200kg di cozze conservate e lavorate in un autoparco: sequestri

 
Casa Leopold
Un orfanotrofio per il Burundi: nel progetto una famiglia di Canosa

Un orfanotrofio per il Burundi: nel progetto una famiglia di Canosa

 
Il Puttilli
Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

 
L'inchiesta di Lecce
Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

 
Le dichiarazioni
Barletta, sciopero clima, le parole di Don Serio: «Giovani sognatori e profetici»

Barletta, sciopero clima, le parole di Don Serio: «Giovani sognatori e profetici»

 
Il caso
Trani, i 65 anni della Lampara festeggiati dai vandali: il locale resta chiuso

Trani, i 65 anni della Lampara festeggiati dai vandali: il locale resta chiuso

 
Operazione della Polizia
Barletta, 4 baby spacciatori in zona del Castello. In manette anche 25enne

Barletta, 4 baby spacciatori in zona del Castello. In manette anche 25enne

 
L'attentato
Trani, incendio doloso in studio commerciale: avvertimento?

Trani, incendio doloso in studio commerciale: avvertimento?

 
Cultura in pericolo
Trani, i libri di Palazzo Vischi assaliti dal degrado: «Bisogna salvarli»

Trani, i libri di Palazzo Vischi assaliti dal degrado: «Bisogna salvarli»

 

Il Biancorosso

LA NOTIZIA
Vi ricordate lo steward della Turris?Condannato a cinque anni di Daspo

Vi ricordate lo steward della Turris?
Condannato a cinque anni di Daspo

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariComune
Bari, battaglia in consiglio sulle tasse. «Non aumentano». «Aumento col trucco»

Bari, battaglia in consiglio sulle tasse. «Non aumentano». «Aumento col trucco»

 
TarantoIl siderurgico
Taranto, da Regione corsi di riqualificazione per i lavoratori ex Ilva

Taranto, da Regione corsi di riqualificazione per i lavoratori ex Ilva

 
LecceEmergenza batterio killer
Xylella, lunedì 25 marzo incontro a Lecce con il ministro Lezzi

Xylella, lunedì 25 marzo incontro a Lecce con il ministro Lezzi

 
PotenzaLa foto
Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

 
Materail «diplomificio» dello jonio
Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

 
BrindisiNel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
BatAnalisi e scenari
Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

 
FoggiaCieli aperti
Foggia, droni a go-go Amendola vuole più sicurezza

Foggia, droni a go-go Amendola vuole più sicurezza

 

Il blitz

Da Andria a Canosa, due ladri d'auto arrestati dopo sparatoria

Si è concluso con due arresti l’inseguimento con sparatoria nei pressi dello stadio

polizia

CANOSA - Due arrestati, dei quali uno ferito, un terzo fuggito. È il bilancio dell’inseguimento con sparatoria, avviato ad Andria e concluso a Canosa nel tardo pomeriggio di lunedì scorso.
In manette sono finiti due andriesi già noti alle forze dell’ordine: il 44enne Alberto Di Bari e il 30enne Umberto Coratella.
il fattoI tre uomini viaggiavano a bordo di una potente Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio (240 cavalli), auto da tempo sotto osservazione da parte delle forze dell’ordine della provincia.
Questa, infatti, era la vettura alla quale sono stati associati svariati furti d’auto di grossa cilindrata nelle città di Andria, Barletta, Trani e Canosa. La Giulietta è stata intercettata ad Andria da due carabinieri fuori servizio che, senza esitazione, hanno tallonato il veicolo sospetto lungo il tratto della provinciale 231 che da Andria porta a Canosa. Appena entrati nella città ofantina, l’inseguimento è entrato nel vivo.
la sparatoriaL’Audi su cui viaggiavano i due carabinieri andriesi ha speronato e bloccato la Giulietta, nello slargo vicino allo stadio San Sabino, in zona 167. Il movimento sospetto dei tre malviventi, avrebbe indotto i militari a fare fuoco.
Arrestato sul posto Alberto Di Bari, mentre sono riusciti a fuggire gli altri due passeggeri della Alfa Romeo Giulietta. Umberto Coratella, però, è stato rintracciato nelle campagne circostanti dagli agenti del commissariato di polizia di Canosa, giunti sul posto, in supporto ai carabinieri di Andria. I due arrestati dovranno rispondere di ricettazione.
le indaginiAdesso le attenzioni degli investigatori si stanno concentrando sul terzo componente del gruppo criminale.
I controlli alla Giulietta sono durati fino alla tarda serata di lunedì. Nella vettura sono stati trovati arnesi da scasso, jammer e centraline elettroniche: tutti strumenti utilizzati per il furto delle auto.
All’interno della stessa vettura probabilmente gli investigatori hanno trovato anche un’arma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400