Venerdì 24 Maggio 2019 | 00:48

NEWS DALLA SEZIONE

La sentenza
Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

 
La bomba
Barletta, paura per ordigno bellico in mare

Barletta, paura per ordigno bellico in mare

 
Dopo la scossa
Terremoto in Puglia, domani riaprono le scuole a Bisceglie

Terremoto in Puglia, domani riaprono le scuole a Bisceglie

 
Sanità
Andria, donazione multiorgano: il gesto di un 70enne

Andria, donazione multiorgano: il gesto di un 70enne

 
Sanità
Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

 
L'indagine
Arresto Giancaspro, legale sindaco Trani: «Accuse infondate»

Bancarotta, l'ex patron del Bari Giancaspro interrogato per 6 ore
Legale sindaco Trani: «Accuse infondate»

 
I danni
Bat, maltempo distrugge ciliegie: controlli tecnici regionali

Bat, maltempo distrugge ciliegie: controlli tecnici regionali

 
Riflettori puntati
Trani, inchiesta Giancaspro: nuovo stadio in periferia, palazzi al posto del vecchio

Trani, inchiesta Giancaspro: nuovo stadio in periferia, palazzi al posto del vecchio

 
Il diretto
Ferrovie: l'Alta Velocità arriva a Barletta, due Frecciargento da e per Roma

Treni, a Barletta fermerà Bari-Roma. Mit: nuovi servizi su Alta velocità. Che non esiste

 
L'episodio
Bisceglie: atti osé in piazza fra adolescenti, scoppia rissa

Bisceglie: atti osé in piazza fra adolescenti, scoppia rissa

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl candidato
Comunali, Di Rella: centrodestra alternativa al declino

Comunali Bari, Di Rella: centrodestra alternativa al declino

 
MateraSanità
Ospedale Tinchi, il nuovo assessore si vergogna: non è dignitoso

Ospedale Tinchi, il nuovo assessore si vergogna: non è dignitoso

 
PotenzaStatale 653
Sinnica, riaperto dopo 3 mesi il tratto di Senise chiuso per frana

Sinnica, riaperto dopo 3 mesi il tratto di Senise chiuso per frana

 
BatLa sentenza
Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

 
BrindisiNel brindisino
Latiano, solaio crollato: disposta chiusura scuola primaria

Latiano, solaio crollato: disposta chiusura scuola primaria

 
Tarantonel tarantino
Massafra, spacciano davanti a scuola: arrestati due 19enni

Massafra, spacciano davanti a scuola: arrestati due 19enni

 
LecceSenza lavoro
Povertà: a Lecce aumentano disoccupati in fila a emporio solidale

Povertà: aumentano disoccupati in fila a emporio solidale

 
FoggiaLo studio
Servizi pubblici: Foggia ultima in Italia

Servizi pubblici: Foggia ultima in Italia

 

i più letti

Mercoledì

Scontro treni, ad Andria messa in ricordo delle vittime

Il Codacons si costituirà parte civile nel processo sull'incidente ferroviario tra Corato e Andria del 12 luglio 2016, costato la vita a 23 viaggiatori con altri 51 feriti

incidente ferroviario Bari Nord

l'immagine della tragedia

ANDRIA - A distanza di due anni da quella mattina di estate del 12 luglio 2016 in cui due convogli della ferrovia Bari Nord, percorrendo a velocità sostenuta il tratto a binario unico tra Andria e Corato, impattarono l’uno contro l'altro, provocando 23 morti e 50 feriti, sarà celebrata ad Andria una messa in ricordo delle vittime.

La concelebrazione eucaristica, presieduta dal vescovo di Andria, Luigi Mansi, si terrà mercoledì 12 luglio 2017 alle ore 19:30 nella Chiesa Cattedrale. «L'occasione sarà propizia - afferma Mansi in una nota - per far sentire, alle famiglie colpite dal dolore, la vicinanza dell’intera comunità ecclesiale, dei cittadini di Andria e delle città limitrofe.

Vogliamo condividere questo dolore perché appartiene a tutti; perché il dolore condiviso fa meno male e perché questo dolore ci ha colpiti 'in casà». Il vescovo di Andria, prima della celebrazione eucaristica, benedirà una targa commemorativa che sarà posizionata presso la stazione ferroviaria Bari-Nord di Andria.

CODACONS PARTE CIVILE NEL PROCESSO -  Il Codacons si costituirà parte civile nel processo sull'incidente ferroviario tra Corato e Andria del 12 luglio 2016, costato la vita a 23 viaggiatori con altri 51 feriti.

L’udienza preliminare per il rinvio a giudizio di 18 persone fisiche e della società Ferrotramviaria, chiesto dalla Procura di Trani, inizierà il 16 luglio.

In una nota, il Codacons «lancia una azione risarcitoria riservata ai passeggeri dei due convogli. Tutti coloro che erano a bordo dei treni coinvolti nel disastroso incidente sono a tutti gli effetti parti lese, - spiega l’associazione di consumatori - indipendentemente dalle ferite riportate, e possono inserirsi nell’imminente processo in qualità di parti civili».

«Le falle emerse sul fronte della sicurezza sulla linea - conclude il Codacons - e le diverse responsabilità individuate dalla Procura hanno infatti causato un enorme danno a tutti coloro che il 12 luglio del 2016 erano a bordo dei convogli che si sono scontrati tra Corato e Andria, danni fisici, morali e psicologici ora risarcibili in Tribunale».(

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400