Martedì 28 Giugno 2022 | 05:50

In Puglia e Basilicata

Lotta al virus

Modugno, mascherine senza confini il dono dei residenti indiani

Coronavirus a Bari, la denuncia dei medici: «Noi senza mascherine». Dormitori per senza tetto aperti h24

Disagi per alcuni casi di contagio. Ma la «dad» va in soccorso

27 Ottobre 2020

Leo Maggio

BARI - Attualmente sono 116 i cittadini modugnesi risultati positivi a cui si aggiungono 12 in attesa di tampone.
«La situazione non migliora - dichiara il sindaco Nicola Bonasia -. Invito tutti a rispettare le regole, oggi ancora più stringenti dopo il varo del Dpcm».

La buona notizia però arriva sul fronte della solidarietà con la comunità indiana locale, tra le etnie più numerose residenti in città, che ha donato al Comune mascherine che nei prossimi giorni saranno distribuite ai cittadini. «A breve comunicheremo modalità e destinatari» spiega il sindaco. «Ringrazio la comunità indiana per questo gesto», sottolinea.
Monitoraggio continuo sul fronte scuola. Chiusa per qualche giorno la primaria «De Amicis» per la necessaria sanificazione dopo la positività di un insegnante e di un collaboratore scolastico. Le lezioni sono riprese regolarmente a eccezione di quattro classi poste in quarantena e che dovrebbero rientrare questa mattina.

L’Iiss «Tommaso Fiore», intanto, in conformità a quanto previsto dal Dpcm del premier Conte, ha annunciato che l’orario di inizio delle attività didattiche, sia in presenza che a distanza, è fissato alle 9.
Sanificata anche la scuola «Gandhi» del terzo Circolo per la positività di una persona.
Problemi anche alla media «Casavola-San Francesco d’Assisi», dove ieri è stata effettuata la sanificazione per la positività di una insegnante. Si riapre oggi.

«La scuola - spiega la preside Anna Maria Salinaro - si attiverà per consentire agli alunni in quarantena fiduciaria di seguire le lezioni in modalità a distanza».
L’impennata di casi in pochi giorni ha portato a una intensificazione dei controlli sul territorio. Insieme alla Polizia locale, diverse le pattuglie dei Carabinieri impiegate per il controllo della città. Prosegue il progetto Scuole Sicure, con gli agenti della Polizia municipale impegnati nel presidiare gli ingressi e le uscite per evitare disordini e assembramenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725