Giovedì 29 Ottobre 2020 | 15:33

NEWS DALLA SEZIONE

Giustizia
Bari, causa pandemia stop a tutti i processi con testimoni

Bari, causa pandemia stop a tutti i processi con testimoni

 
La nomina
Diocesi Bari-Bitonto, Monsignor Satriano sarà il nuovo arcivescovo

Diocesi Bari-Bitonto, Monsignor Satriano sarà il nuovo arcivescovo

 
nel Barese
Toritto, positivo al Covid va a lavorare nel negozio della moglie: denunciato

Toritto, positivo al Covid va a lavorare nel negozio della moglie: denunciato

 
Il caso
Covid 19 a Bitonto, Istituto Fornelli chiuso per 2 giorni dopo contagio

Covid 19 a Bitonto, Istituto Fornelli chiuso per 2 giorni dopo contagio

 
Il video
Protesta contro Dpcm a Bari: lanciati fumogeni su Corso Vittorio Emanuele

Protesta contro Dpcm a Bari: lanciati fumogeni su Corso Vittorio Emanuele

 
Il caso
Covid 19, sesto decesso tra gli ospiti della casa di riposo di Alberobello

Covid 19, sesto decesso tra gli ospiti della casa di riposo di Alberobello

 
La manifestazione
Proteste a Bari contro il Dpcm: in 500 scendono per strada all'urlo di «libertà»

Proteste a Bari contro il Dpcm: in 500 scendono per strada all'urlo di «libertà». Lanciati fumogeni e bombe carta FOTO/VIDEO

 
Sanità
Covid 19, in 8 ore 252 pazienti nei pronto soccorso del Barese

Covid 19, in 8 ore 252 pazienti nei pronto soccorso del Barese

 
Il virus
Emergenza Covid a Bari, il trasporto pubblico chiede le fasce orarie a scuola

Emergenza Covid a Bari, il trasporto pubblico chiede le fasce orarie a scuola

 

Il Biancorosso

Calcio
Il super derby del Barone: «Bari e Foggia, la storia»

Il super derby del Barone: «Bari e Foggia, la storia»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaNel Potentino
Rotonda, il Comune dona kit bebè ai nuovi nati

Rotonda, il Comune dona kit bebè ai nuovi nati

 
BatLa scoperta
Barletta, lavoratori in nero in laboratorio mascherine: denunce

Barletta, lavoratori in nero in laboratorio mascherine: denunce

 
Leccenel Salento
Gallipoli, circolo ricreativo resta aperto nonostante il dpcm: multa al titolare

Gallipoli, circolo ricreativo resta aperto nonostante il dpcm: multa al titolare

 
BariGiustizia
Bari, causa pandemia stop a tutti i processi con testimoni

Bari, causa pandemia stop a tutti i processi con testimoni

 
FoggiaDalla polizia
Foggia, violenza e maltrattamenti contro moglie e figli per anni: arrestato

Foggia, violenza e maltrattamenti contro moglie e figli per anni: arrestato

 
Tarantoil siderurgico
ArcelorMittal, sindaco Melucci dopo incidente: «Fabbrica pericolosa, non può continuare»

ArcelorMittal, sindaco Melucci dopo incidente: «Fabbrica pericolosa, non può continuare»

 
BrindisiCapitaneria
Porto Brindisi, maxisequestro di prodotti ittici surgelati

Porto Brindisi, maxisequestro di prodotti ittici surgelati

 
MateraNel Materano
Bernalda, è ai domiciliari ma spaccia cocaina: in carcere

Bernalda, è ai domiciliari ma spaccia cocaina: in carcere

 

i più letti

Università

Bari, specializzazione in Medicina: 2mila al concorso all'Uniba

Oggi il concorso. Assegnate all’Università di Bari 478 borse

Bari, specializzazione in Medicina: 2mila al concorso all'Uniba

BARI - Si terrà oggi in modalità informatica, ma in presenza (ciascun candidato utilizzerà pc appositamente preparati dall’università, che poi invierà i risultati al Cineca) il concorso per le borse di specializzazione in Medicina (2.156 iscritti in Puglia tra Bari e Foggia). La Covid-19, che ha causato un’emergenza planetaria, ha perlomeno determinato effetti positivi riguardo ai posti in palio per le scuole delle specialità dell’area medica, chirurgica e dei servizi clinici.

A Bari i contratti in palio sono 478, il 64% in più dell’anno scorso, di cui 457 finanziati dallo Stato e assegnati dal Ministero dell’Università e della Ricerca e 21 garantiti dalla Regione. Considerando i 172 di Foggia (163 più i 9 con copertura regionale), il bottino che la Puglia ha ottenuto è sostanzioso, con un incremento del 70% rispetto al 2019 quando le borse furono 382 (291 a Bari e 91 a Foggia). Stavolta sono complessivamente 650, una quota (in tutta Italia sono 14.455, di cui 13.400 statali, 888 regionali e 167 contratti di altri enti pubblici e privati, cui concorrono in 26.061) che fa esultare il preside della Scuola di Medicina dell’Università di Bari.

«Sono cifre da record - ha affermato Loreto Gesualdo - ottenute grazie al lavoro svolto in sinergia con il Dipartimento della Salute e l’Osservatorio Regionale Scuole di Specializzazione. Questi numeri li dobbiamo anche alle reti formative che abbiamo sviluppato sul territorio e agli indicatori di performance raggiunti. C’è stato un aumento di borse a livello nazionale, ma la Puglia ha ottenuto in proporzione qualche posto in più. In generale tutte le scuole sono state premiate. Abbiamo quindi quasi pareggiato il fabbisogno. Non basta, però. Speriamo di mantenere il trend nei prossimi anni in modo da azzerare l'imbuto formativo. Sono molti ancora i laureati in attesa di specializzazione».

IMBUTO - Il ruolo degli specializzandi è stato rilevante negli ultimi mesi: in tanti hanno dato man forte ai colleghi più anziani per affrontare l’emergenza sanitaria. Finora, però, non tutti i laureati hanno potuto proseguire il percorso di formazione e aspirare a una occupazione in corsia. Negli anni, la differenza tra lauree e specializzazioni (poche) ha appunto creato un esubero che costringe tuttora una parte di medici a optare per altre soluzioni (l'attività nel privato, sia in regime libero professionale sia di dipendenza, oppure la specialistica ambulatoriale in convenzione o anche la migrazione in altre regioni italiane o all'estero), mentre è in corso, oltre a un aumento del fabbisogno indotto dalla Covid, un esodo per pensionamenti che dimezzerà la quota dei camici bianchi (ora qualcosa si muove in termini di assunzioni, ma il deficit regionale presunto appena un anno fa era di 1.686 medici fino al 2025). Solo in provincia di Bari, tra Policlinico e Asl la previsione è di una quiescenza media di non meno di 100 medici all'anno, senza considerare la medicina generale. «Quello del numero di borse di specializzazione finanziate quest’anno dal Governo, è un risultato storico - ha dichiarato Filippo Anelli, presidente nazionale dell’Ordine dei medici - obiettivo fortemente ricercato e voluto affinché il numero di borse fosse adeguato alle esigenze del nostro Paese drammaticamente emerse nel periodo Covid. Siamo passati da 6.000 borse di studio del 2018 alle 8.000 del 2019 e finalmente alle 13.400 del 2020. Bari in questa operazione è stata protagonista ottenendo il maggior incremento in termini percentuali. Ma tutto questo non è ancora sufficiente. Abbiamo bisogno di una legge che riconosca ad ogni laureato una borsa per terminare gli studi nel post laurea».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie